ads

------------------------------------------------------------------------------------------------

Translate

Slider[Style1]

Style3(OneLeft)

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Continua a crescere il Porto di Trieste

Marina Monassi
Dopo l’incontro di tre settimane fa in Camera di Commercio di Trieste nel quale assieme alle imprese sono state condivise le azioni a favore della crescita, con un +60% di aumento nei teu dal primo semestre  2010 al primo semestre 2013, il trend positivo del porto di Trieste prosegue ancora in perfetta
controtendenza rispetto a quanto avviene in ambito nazionale.

A settembre 2013 sono stati movimentati 23.400 contenitori equivalenti a 36.000 teu rispetto ai 19.170 contenitori e ai 30.596  teu del settembre 2012, corrispondenti a un + 18,72  nei contenitori e un + 17,66% nei teu.
Da gennaio a settembre 2013, invece, sono stati lavorati 224.517 contenitori e 348.640 teu con, rispetto allo stesso periodo del 2012, un + 12,54%  per i contenitori e un + 13,86% per i teu.

Portocittà Spa
Nel prendere atto della sentenza del Tar il Comitato Portuale, all’unanimità dei presenti, ha  dato mandato al presidente Marina Monassi affinché attraverso l’Avvocatura dello Stato venga formulata una proposta transattiva a Portocittà Spa.
“In tal senso – ha precisato Monassi – siamo in attesa della valutazione da parte del Provveditorato Opere Pubbliche - Opere Marittime dei progetti  presentati da Portocittà in quanto ritenuti di interesse dell’Autorità Portuale”.
L’avvocato dello Stato, Daniela Salmini, ha evidenziato che non appena definiti i valori dei progetti verrà predisposta una proposta transattiva da sottoporre a Portocittà e quindi, se condivisa, al Comitato Portuale che verrà convocato con carattere di urgenza. Il tutto dovrà avvenire entro il 15   ottobre prossimo, mentre la liberazione delle aree occupate da Portocittà entro il 31 ottobre 2013.
Greensisam Srl.

DITENAVE al servizio dell’industria navale del FVG

Massimo Breda
L’idea di creare un Distretto tecnologico navale e nautico (Ditenave), con sede a Monfalcone, è nata dall’esigenza di rafforzare la competitività delle imprese del Friuli-Venezia Giulia operanti in segmenti qualificati dei settori della cantieristica e della nautica,
caratterizzati da elevati contenuti tecnologici. L’obiettivo del conseguimento di livelli superiori di competitività tecnica ed economica del territorio viene assicurato agendo attraverso ricerca, innovazione e formazione, ed attivando processi virtuosi che coinvolgono tre fondamentali categorie di attori: istituzionali, economici e non economici.

Nasce da un’idea di alcuni manager di Fincantieri in concorso con l’amministrazione pubblica e il sistema scientifico della regione. I risultati finora raggiunti sono significativi: nell’ambito del Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR FESR 2007-2013) del Friuli-Venezia Giulia sono stati finanziati 7 progetti che si concluderanno entro la fine dell’anno.

Ditenave ha promosso la costituzione di un consorzio degli enti di formazione che, partecipando ad un bando regionale, svolgono corsi di formazione e di addestramento destinati a allievi con differente formazione di base: il “progettoMare”. È stata così assicurata una formazione qualificata a 4.500 persone con più di 400 corsi di interesse per l’industria navalmeccanica, la nautica e l’assistenza al diporto.

Massimo Breda è il nuovo Amministratore Delegato del Ditenave, lo ha deliberato lo scorso 19 settembre il Consiglio di Amministrazione della società. Nato a Salerno 51 anni fa e laureato in ingegneria navale e meccanica a Napoli, subentra a Livio Marchesini che ha guidato il Distretto sin dalla sua costituzione nel 2008, prima come Presidente dell’Associazione Ditenave e poi come Amministratore delegato della neo costituita società consortile Ditenave Scarl. Breda proviene da Fincantieri ed ha alle spalle un percorso professionale di 25 anni in molteplici funzioni aziendali.

 Dopo un affiancamento di circa un anno a Marchesini, giunge alla nomina di Amministratore delegato completando un percorso di rinnovamento dei vertici del consorzio iniziato lo scorso maggio con il conferimento della presidenza ad Alfredo Pascolin. Il Consiglio di Amministrazione di Ditenave ha altresì nominato, con voto unanime, Livio Marchesini Senior Advisor della società.
 Matteo Martinuzzi

Tavolo istituzionale sul turismo a Salerno

Valorizzare le grandi potenzialità, rendendo strategico lo sviluppo del turismo in territorio salernitano. E’ questo l’obiettivo che si prefigge il Tavolo istituzionale pubblico-privato avviato dalla Provincia e dalla Camera di commercio di Salerno; un organismo di indirizzo sulla
promozione, lo sviluppo e la programmazione turistica, capace di coniugare gli interessi non divergenti fra pubblico e privato e di fornire supporto strategico agli organi di governo allo scopo di valorizzare sul campo modelli di collaborazione funzionali agli obiettivi endogeni del territorio e mediare tra aspirazioni possibili e programmi fattibili.

Il Tavolo nasce dalla consapevolezza che la crisi e il trend negativo debbano essere uno stimolo a innovarsi nelle politiche turistiche e a sviluppare la cultura della qualificazione dell'ospitalità, mettendo a disposizione degli operatori pubblici e privati del settore informazioni e dati accreditati su trend e fenomeni turistici, e creando un concreto raccordo tra i vari livelli istituzionali e territoriali sul piano della conoscenza del fenomeno turistico.

 La provincia di Salerno, seconda provincia più estesa di Italia, ha un poderoso potenziale di attrattiva turistica, per le sue coste, per i suoi giacimenti culturali, per le sue colline e i suoi massicci montuosi, per la straordinaria presenza di due bellissimi parchi naturali e marini e di una ricca zona termale, più numerose Oasi del Wwf e per il potenziale enogastronomico, che rappresenta una risorsa eccezionale.

Purtroppo, nonostante ciò, sia il dato nazionale che il dato provinciale pongono in evidenzia il continuo calo del fatturato dell’industria turistica del Paese. L’Italia, che negli anni 80 era ai primi posti fra i paesi con maggiore fatturato turistico al mondo, è attualmente solo al 5° posto, nonostante dichiari con orgoglio di possedere il 60% del patrimonio artistico mondiale, patrimonio che sotto i nostri occhi viene lasciato più o meno abbandonato all’incuria del tempo e degli uomini.
Eduardo Cagnazzi

Oman Air e OAMC firmano Joint Venture con SATS

Il Governo dell’Oman sta attuando investimenti significativi in nuovi servizi Cargo in molti aeroporti dell’Oman per sviluppare il traffico Cargo all’interno del Sultanato. In vista di questa iniziativa, Oman Air, concessionaria dei servizi Cargo presso gli aeroporti dell’Oman e Oman Airport Management Company
(OAMC), compagnia responsabile per la gestione delle operazioni aeroportuali, firmano una strategica joint venture con un operatore Cargo rinomato a livello mondiale, M/s Singapore Airport Terminal Services Limited (SATS), per sviluppare e operare servizi cargo all’avanguardia negli aeroporti già serviti e in quelli nuovi.

Oman Air, OAMC e SATS hanno sottoscritto il Protocollo D’Intesa il 12 settembre 2013 presso l’Head Office di Oman Air a Muscat. Senior Management e Board Members di Oman Air, OAMC e SATS hanno presenziato alla cerimonia di sottoscrizione. H.E. Darwish Ismail Al Balushi, Chairman di Oman Air, Dr. Juma Ali Juma, Chairman di OAMC e Mr. Tan Chuan Lye, President e Chief Executive Officer di SATS sono i firmatari del Protocollo d’Intesa: il passo successivo sarà lo sviluppo di un business plan per la joint venture.

A seguito dell’ approvazione del business plan da parte dei rispettivi Board of Directors, la joint venture company sarà ufficialmente formata. Le compagnie Omanite terranno la maggior parte delle quote della joint venture. SATS é il maggior fornitore di servizi aeroportuali in Asia. Possiede un’ esperienza di oltre 60 anni in questo campo. Oltre a una forte presenza a Singapore, è partner in 20 joint venture presso 36 aeroporti.

Oman Air e OAMC sono convinti che, grazie alla lunga esperienza e alla provata competenza, SATS porterà la gestione e il know-how tecnico adeguati, che a loro volta condurranno allo sviluppo e alla gestione di avanzate strutture Cargo in tutto il Sultanato. La Joint Venture Company, con servizi e sistemi all’avanguardia, darà una spinta significativa al traffico Cargo dentro, fuori e attraverso il Sultanato.

MSC Magnifica scala Civitavecchia

MSC Magnifica, varata ad Amburgo nel 2010, è arrivata questa mattina per la prima volta a Civitavecchia. Per darle il benvenuto attraverso il tradizionale scambio crest, sono saliti a bordo i rappresentanti di autorità e istituzioni locali, accolte dal Comandante della nave Pierpaolo Scala e
da Franco Ronzi, in rappresentanza dell’armatore di MSC Crociere Gianluigi Aponte, e da Luigi Cerracchio, Area Manager. Lo scalo di un’altra unità della flotta MSC a Civitavecchia incrementa ulteriormente il record di presenze nel Lazio, dove la Compagnia quest’anno sta registrando numeri da capogiro.

Al termine del 2013, infatti, nel porto laziale saranno approdate ben 7 delle 12 navi della flotta: le ammiraglie MSC Splendida, MSC Divina e MSC Fantasia; la MSC Orchestra, MSC Lirica, MSC Sinfonia e naturalmente MSC Magnifica.
 “Gli importanti numeri registrati da MSC Crociere nel primo porto crocieristico europeo del Mediterraneo rispecchiano il trend positivo del settore delle crociere, sinonimo di continua innovazione e di una proposta sempre più differenziata in grado di garantire ai crocieristi un'ampia varietà di iniziative e servizi
- ha detto Ronzi -
 Con Civitavecchia la Compagnia ha una sinergia sempre più forte e lo confermano i 119 scali previsti nel 2013 durante i quali verranno movimentati 440.000 crocieristi.

Guardia Costiera – elicottero salva naufraghi

Cercavano di raggiungere l’Italia via mare, 14 migranti tunisini naufragati questa notte sugli scogli di Lampione, un isolotto disabitato delle pelagiche.
A dare l’allarme alcuni familiari, che nella tarda serata di ieri
contattavano la sala operativa della Capitaneria di porto di Palermo la quale disponeva l’invio sul posto di due motovedette della Guardia Costiera partite da Lampedusa. Giunte in zona, le due unità procedevano a verificare che non vi fossero altre persone in acqua ma non riuscivano ad avvicinarsi all’isola, a causa delle avverse condizioni meteorologiche presenti al momento.

A questo punto la Centrale operativa di Roma faceva alzare in volo un mezzo aereo dalla base della Guardia Costiera di Catania. L’elicottero AW 139, dopo aver localizzato i migranti grazie al sistema infrarossi, iniziava le manovre di recupero con un militare “aero-soccorritore” calatosi tramite verricello. Le operazioni, rese particolarmente difficili a causa della oscurità e del maltempo, si concludevano con il salvataggio di tutti i naufraghi, trasferiti in buone condizioni di salute sull’isola di Lampedusa.

Costa Crociere: Hansjoerg Kunze nuovo vice presidente

Hansjoerg Kunze
Dal 1° ottobre, Hansjoerg Kunze assumerà l’incarico di Vice President Communication & Sustainability di Costa Crociere S.p.A. che include i brand Costa Crociere, Aida e Iberocruceros. Sostituirà Mina Piccinini che ha deciso di lasciare l’Azienda per ragioni personali.
Hansjoerg Kunze, giornalista professionista, ha maturato un’esperienza di nove anni nell’industria delle crociere, essendo entrato nel 2004 in AIDA Cruises, la compagnia di crociere leader in Germania, dove attualmente ricopre la carica di Vice President PR & Communication.

La nomina di Kunze riflette la strategia che vede una più stretta collaborazione fra i vari marchi del Gruppo Costa. Nel suo incarico Kunze riporterà direttamente a Michael Thamm, CEO di Costa Crociere S.p.A. Costa Crociere, attraverso un comunicato stampa, ringrazia Mina Piccinini per la professionalità e l’impegno dimostrati nel sostenere la reputazione dell’Azienda, in particolar modo in occasione della recente operazione di rotazione della Concordia, e le rivolge i migliori auguri per la sua vita personale e il suo futuro professionale.
Da 65 anni Costa Crociere porta in tutti i mari del mondo il meglio dell’ospitalità, della gastronomia e dell’intrattenimento italiani, per una vacanza da sogno all’insegna del relax e del divertimento. La sua flotta, la più grande in Europa, è composta da un totale di 14 navi in servizio, tutte battenti bandiera italiana, più una nuova nave in consegna nell’ottobre 2014.

Benetti al Monaco Yacht Show 2013

Sua Altezza il Principe Alberto II di Monaco ha premiato, per le soluzioni adottate in tema di compatibilità ambientale, Ocean Paradise, l’ultimo yacht realizzato da Benetti e grande stella tra le novità in mostra al Monaco Yacht Show 2013. Sua Altezza ha consegnato al cantiere

Toscano il prestigioso premio Green Plus rilasciato dal RINA al megayacht Benetti FB263 m/y Ocean Paradise un 55 metri custom d’avanguardia, vera sfida per i team di progettisti e tecnici che sono riusciti ad applicare soluzioni sofisticate quanto tecnologicamente avanzate in grado di minimizzare l’impatto ambientale.

In particolare, rispetto alle caratteristiche ‘green’ di spicco adottate sullo yacht, sono stati evidenziati: accorgimenti sulle stazioni di refrigerazione al fine di recuperare i gas ed evitare dispersioni nell’ambiente e per la carena è stato utilizzato un antifouling a base siliconica, una formula che permette di ridurre la resistenza all’avanzamento e di conseguenza i consumi.

Un impianto di illuminazione a bordo a led di ultima generazione completa il panel di tecnologie a bordo volte a minimizzare l’impatto ambientale. Vincenzo Poerio – Ceo divisione megayacht Azimut|Benetti Group – ha affermato:
“Questo importante riconoscimento ci lusinga in particolar modo in quanto dimostra ulteriormente l’impegno del Gruppo Azimut|Benetti anche sul piano ambientale. Siamo infatti l’unico cantiere al mondo dotato di certificazioni sulla qualità, sulla sicurezza e sull’ambiente”.
Al Monaco Yacht Show, oltre al debutto di Ocean Paradise, ha fatto il suo esordio anche Benetti FB260 m/y Lady Candy varata lo scorso giugno 2013. 55 metri di lunghezza, realizzata in acciaio con sovrastruttura in alluminio, Lady Candy è basata su una collaudata piattaforma navale Benetti di particolare successo.

Passaggio di consegne in Autorità portuale di Palermo

Questa mattina il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, e l’ex presidente, Nino Bevilacqua, si sono incontrati per il rituale passaggio delle consegne nella sede dell’Autorità portuale di Palermo. Un necessario scambio di idee ed
esperienze:
“Quanto ha realizzato il mio predecessore è sotto gli occhi di tutti - ha detto l’ingegner Cannatella - Il porto possiede un  valore iconografico essenziale nel contesto del centro storico di Palermo. 
Nel mondo sono tempi questi in cui quella formidabile frontiera che è il waterfront, per non appiattirsi su soluzioni convenzionali, deve re-interpretare la sua identità sfaccettata, i suoi caratteri diversi, la compresenza di locale e globale, l'economia portuale. In questi anni il porto di Palermo s'è dato un ordine e io, dal giorno della mia nomina, sto studiando il complesso sistema portuale: di sicuro lavorerò per il bene della città. 
Ammodernamento e riqualificazione delle infrastrutture sono importanti ma voglio che anche la mia gestione si ispiri a criteri di trasparenza ed efficacia di azione, indispensabili per raggiungere concreti obiettivi che permettano all’Ente di continuare sulla via del rilancio, sia in termini infrastrutturali e di investimenti, che di appeal economico-commerciale”.
L’ex presidente Nino Bevilacqua dal suo canto ha affermato:
“Sono certo che il nuovo commissario lavorerà bene nell’interesse del porto di Palermo e dell’economia che gli ruota attorno. Dal punto di vista personale per me si è completato in modo positivo un ciclo in cui, mettendo a disposizione dell’Autorità portuale di Palermo le mie competenze, ho cercato di rendere un servizio alla città, attraverso il recupero e la riappropriazione del porto e di una parte di mare.
 All’ingegner Cannatella va il mio augurio di un buon proseguimento verso una meta che sta a cuore a tutti: rendere Palermo all’altezza delle tante città che, in Europa e nel mondo, sono rinate attorno al loro waterfront”.

FESTA DELLA MARINERIA

Conto alla rovescia alla Spezia per la terza edizione della Festa della Marineria,organizzata da Comune della Spezia e Autorità Portale della Spezia - uniti nell’Associazione “Il Golfo e la Cultura del Mare” - con la collaborazione della Marina Militare Italiana e con il supporto di Regione
Liguria, Provincia della Spezia, STI (Sail Training International) con la sua rappresentante STA Italia. Molto atteso l’arrivo delle Tall Ships, le navi scuola delle Marine Militari di diversi paesi, oltre a velieri ed imbarcazioni più piccole ma non meno ricche di fascino.

Le Tall Ships lasciano oggi il porto francese di Tolone per la tappa conclusiva della Lycamobile Mediterranean Tall Ships Regatta, la grande regata internazionale organizzata da STI (Sail Training International), e fanno rotta verso il Golfo dei Poeti, dove arriveranno, tagliando il traguardo, venerdì 4 ottobre.

Fervono in città gli ultimi preparativi per accogliere 36 “Regine del Mare” e i loro equipaggi, provenienti da 14 diversi paesi del mondo, tra cui 12 gioielli di Classe A, superiori ai 40 metri di lunghezza - dall’imponente russa Mir (la più grande con i suoi 110 metri), alla nostra Amerigo Vespucci (100,6 m), all’olandese Gulden Leeuw (70,10 m) – che completeranno le manovre di ormeggio al Molo Italia nella mattinata di venerdì, per aprirsi al pubblico, pronte a svelare i loro segreti.

Le Tall Ships, che saranno visitabili dal pubblico per tutta la durata della Festa della Marineria, ripartiranno lunedì 7 ottobre con una scenografica parata di arrivederci.

Grande evento biennale dedicato alla cultura e alle tradizioni del mare, la Festa della Marineria propone inoltre un ricco programma con oltre 100 eventi gratuiti in 4 giorni, che animeranno la città della Spezia dalle prime ore del mattino fino a tarda notte con regate, esibizioni di barche storiche, visite ai bastimenti, incontri con autori, scienziati e personalità del mondo del mare, mostre tematiche, spettacoli, musica, gastronomia.

Nettuno Offshore Speed Race

Grande spettacolo nelle acque di Nettuno per la finale  del Campionato Europeo Offshore Marathon Cup. L'imbarcazione italiana Tommy Racing ha avuto la meglio, dopo una lunga battaglia di 7 giri in condizioni di mare impegnative, su Jolly Drive e su Searex di Sigi Greve e Andres
Podolsky.
Costretto al ritiro invece Soffio Fast Rib per un'onda che ha causato seri danni allo scafo, hanno portato a termine un’ottima gara gli esordienti di Toucan Marine .
Le avverse condizioni meteo hanno saggiamente portato il Comitato organizzatore a modificare il percorso: non più verso l’isola di Ponza già investita da un forte vento di Scirocco, ma una gara su boe a lunga distanza, nelle acque antistanti  la Marina dell'omonima città.

Classifica: A 1. Searex p.700;  2.Tommy Offshore (ex Metamarine) p.400; 3. OSG di Giancarlo Cangiano p.400. B 1.  Maldive del Salento p.800; 2. Jolly motor p.400;B 3. Toucan Racing Team  p.127.C 1. Soffio Fast Rib  p. 800; 2. Stilmar  p.300

Molte le barche in mare per ammirare da vicino questi bolidi, così come ricca l’affluenza a terra per seguire la gara creando un grande spettacolo lungo la costa. Nettuno ha una lunga tradizione in tema di gare di motonautica, fin dagli anni ‘60, e oggi con la Nettuno Offshore Speed Race gli organizzatori e l’Amministrazione Comunale, con la complicità del Marina, vogliono riportare in auge un’antica passione per continuare quella che era una forte tradizione.
Entusiasti per l’organizzazione, l’accoglienza e lo scenario i team internazionali, che hanno confermato fin da ora la partecipazione all’edizione 2014.

“Duelli di gusto” a quattro mani

 L’autunno, quando la tramontana colora d’argento gli ulivi, quando la terra sostituisce i suoi preziosi prodotti: cicorie, fave, noci, olive, funghi. Quando il cielo terso di un blu intenso si contrasta con il bianco dei vicoli di Ostuni. Ecco, è la stagione in cui l’estro degli Chef è eccitato,
smanioso di mettere in tavola manicaretti preparati scegliendo con cura gli ingredienti selezionati dai prodotti di stagione, andando a curiosare tra le antiche ricette della nonna, entrando all’interno per carpirne i segreti più reconditi e gustosi ed uscirne con dei piatti che oltre a rispettare la tradizione offrono  il giusto equilibrio tra sapori, profumi, sensazioni tattili (consistenze, temperature), sensazioni visive e, in una certa misura, anche suoni, con percezioni diverse da persona a persona.

Come ogni anno è consolidata consuetudine per lo Chef Stellato Sebastiano Lombardi, ospitare nella cucina del ristorante Cielo di Relais La Sommità, famosi Chef Stellati per proporre sorprendenti menu a quattro mani, proponendo ogni volta un tema diverso sempre legato al filo conduttore della tradizione e della stagionalità.

Teatro delle kermesse sarà la sala del ristorante Cielo, un equilibrio perfetto nell’irreale atmosfera emanata dalle antiche volte di pietra come sostenute dalla luce di lampade dal moderno design. Lo scenario ideale per un “duello” di sapori dove il vincitore è sempre e solo uno, il Gusto. Si comincia martedì 1 ottobre 2013 con lo Chef Stellato Salvatore Bianco del ristorante Il Comandante dell’Hotel Romeo di Napoli che all’unisono con lo Chef Sebastiano Lombardi anfitrione del ristorante Cielo di Relais La Sommità proporrà un Menu di 7 portate per il piacere dei più appassionati gourmand.

Donnedamare al Sun di Rimini: stand e convegno

E’ ufficiale Donnedamare sarà presente al Sun di Rimini per tutto il periodo della Fiera dal 6 all’8 ottobre 2013 con uno stand proprio ed un convegno sui temi Bolkestein e Ambiente/Turismo Responsabile.
Il convegno è confermato in sala Ravezzi 1,  lunedì 7 ottobre dalle ore
11.00, e vedrà la partecipazione di BETTINA BOLLA Presidente di “Donne Damare, donne per l’impresa balneare” che parlerà de “Il ruolo dell’associazione Culturale DONNEDAMARE: la nascita, gli sviluppi, i progettii futuri”. Inoltre interverranno Giuseppe Ricci presidente ITB Italia su:

“IL RUOLO DELLA DONNA NELLA GESTIONE DEL TURISMO BALNEARE”
Emiliano Favilla, Presidente del comitato italiano imprese di salvataggio, parlerà de “LA BOLKESTEIN E UN APPELLO AI BALNEARI”.
Antonio De Magistris Presidente GLOBE4ME intratterrà l’auditorio su la “PETIZIONE CONTRO LA BOLKESTEIN”.

Lara Comi, parlamentare europea, e l’On.le Andrea Cozzolino interverranno via skype sulla Bolkestein, mentre Sergio Pizzolante, deputato alla Camera, parlerà de “LA BOLKESTEIN E L’IMPATTO SULLE IMPRESE TURISTICHE E POSSIBILI SOLUZIONI.”
Segnaliamo inoltre nella sessione AMBIENTE E TURISMO RESPONSABILE: l’intervento diAngelo Zerilli, Capitano di Vascello, su L’EROSIONE, IL FAGELLO DELLE COSTE ITALIANE, POSSIBILI SOLUZIONI”

Autotrasporto: Serracchiani, semplificare trasporti eccezionali


"Nella logica della semplificazione, è ipotizzabile uno sportello unico regionale per il rilascio delle autorizzazioni ai trasporti eccezionali".

Lo ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani,
intervenendo in collegamento multimediale con l'auditorium della Fiera di Piacenza, al terzo Convegno Nazionale dei Trasporti Eccezionali sul tema: "Stato, Regioni, Imprese. L'insufficiente collegamento e la distanza delle istituzioni dal mondo degli operatori pone questo interrogativo: maggior presenza dello Stato o più potere alle Regioni?".

Anche nel quadro del superamento delle Province, il Friuli Venezia Giulia sta avviando una riforma importante che punta a evitare l'attuale frammentazione nella gestione e manutenzione delle strade, riconducendo tutto il sistema della viabilità regionale ad un unico interlocutore. Una semplificazione che non mancherà di riflettersi positivamente anche sul regime delle autorizzazioni ai trasporti eccezionali.

La presidente Serracchiani, intervenendo sulla proposta di Sandra Forzoni, segretario nazionale A.I.T.E., che nella sua relazione introduttiva aveva parlato proprio della necessità di sburocratizzazione per dare competitività al settore, anche attraverso strumenti che facilitino il rilascio dei 'nulla osta' al passaggio dei trasporti eccezionali, ha indicato la volontà di portare in capo a "FVG Strade spa" le competenze sul sistema viario, riconducendo quindi a questa società anche il rilascio delle autorizzazioni: una sorta di sportello unico che possa facilitare gli imprenditori nello svolgimento di questo tipo di trasporti.

La Campania sarà protagonista all'AIRET di Rimini

Dal quartiere fieristico romagnolo il salone AIRET, proporrà una forte spinta all'internazionalizzazione e ai servizi su misura per gli espositori di questo settore. Quattro saloni in uno, con AIRET - The Italian Air Industry Renaissance - per riunire le filiere dell'aeronautica italiana, da
sempre protagoniste nel mondo, in un'unica offerta espositiva integrata e dare così risposta alle aziende più innovative del made in Italy di settore, che chiedono di poter approcciare i Paesi più in crescita nel comparto aeronautico ed aeroportuale. Il taglio del nastro è previsto alle ore 11, del giorno 3 ottobre.

La Campania, noto ed importantissimo distretto per l'industria aerospaziale sarà protagonista alla manifestazione con l'azienda OMI (Officine Meccaniche Irpine) e la Regione Campania con una collettiva di aziende tra cui il Distretto Aerospaziale Campano con la presenza dell'ing. Michelangelo Giugliano.
  "Questo nuovo format - spiega Emanuele Rimini, presidente di AIRET Exhibitions, società organizzatrice dell'evento - supera la concezione tradizionale di fiera per esaltare business meeting internazionali e laboratori di progettazione e di design". "Abbiamo voluto affrontare questo comparto - ricorda il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni - grazie all'incontro di partner professionali e competenti, a garanzia di un progetto a supporto ad un settore che in Italia vanta eccellenze mondiali, ma che, a causa delle dimensioni, non ha avuto sufficiente rappresentazione sulla scena internazionale".
Gli organizzatori hanno invitato delegazioni di operatori esteri particolarmente qualificate, provenienti dai Paesi in cui si stanno pianificando costruzioni di nuovi aeroporti o ampliamenti di esistenti. Delegazioni di buyers arriveranno dalla Russia europea, la Russia siberiana, Kazakistan, Azerbaijan, Ucraina, Dubai e Tanzania. Attesi rappresentanti di industrie aeronautiche produttrici di aeromobili.

Arkas pronto a sbarcare a La Spezia con Tarros

Lucien Arkas
La Genoa Shipping Week svoltasi a Genova a settembre è stata molto intensa, ma, anche considerato il focus sulla Turchia, Lucien Arkas, poliedrico mecenate di quel paese (ma con radici italiane, francesi e greche), dei tanti big dello shipping convenuti a Genova è stato forse quello che maggiormente ha stuzzicato l’attenzione di operatori e media.

E del resto non poteva essere che cosi, considerato, oltre al calibro del personaggio e del gruppo (logistica a tutto tondo, 6.800 dipendenti e uffici in 16 paesi), l’annuncio con cui ha segnato ognuna delle interviste, organizzate sempre al fianco di Augusto Cosulich, titolare della storica agenzia marittima Fratelli Cosulich e rappresentante italiano di Arkas: “Ancora poche settimane e potremo ufficializzare una grande notizia che riguarda l’Italia, spero già entro fine anno”.

 Il tycoon turco ha poi circoscritto il range di possibilità alla Liguria, lasciando intendere la volontà di un investimento in chiave terminalistica, ma con un occhio al retro-porto, in ossequio alla più volte rimarcata importanza della logistica integrata: “I porti non possono più essere solo banchine per il carico e lo scarico, ma piattaforme logistiche dove la merce viene subito portata a destinazione, sfruttando soprattutto la ferrovia. Chi farà questo salto logistico vincerà la sfida”.

L’attenzione di Arkas è rivolta a La Spezia, dove l’imprenditore turco è pronto ad investire insieme al gruppo Tarros della famiglia Musso, storico partner operativo e già socio in Tarros Shipping and Transport, nonché controllante del Terminal del Golfo. L’operazione è ancora in via di definizione e tutte la parti mantengono il più stretto riserbo, a partire dallo stesso Arkas: “Siamo in fase di trattativa, ci vorranno ancora alcune settimane per chiudere, dopodiché andremo avanti con investimenti e permessi”.

Andrea Moizo

IMPERO 40 - Il Motoryacht più silenzioso al mondo


Silenziosità e comfort sono da sempre requisiti fondamentali per gli acquirenti di superyachts.  Admiral Tecnomar, la divisione yachting di The Italian Sea Group, ha annunciato con orgoglio che il motoryacht Admiral Cacos V della serie Impero - varato a maggio 2013 - è stato riconosciuto come lo yacht più
silenzioso al mondo secondo la certificazione del Registro Italiano Navale (RINA). Cacos V ha infatti ottenuto il miglior livello di comfort mai riconosciuto dal RINA, con la notazione di classe COMF (Y) 90, 100. Grazie a soluzioni ingegneristiche innovative, i livelli di rumore e vibrazione registrati sono nettamente più bassi della media di settore (fino al 25% per il rumore e fino all’80% per le vibrazioni). Solo a titolo di esempio, il livello di vibrazione registrato a velocità di crociera (16 nodi) nella cabina armatoriale è di soli 0,2 mm/s, mentre il livello di rumore è 49,1 db(A).

 Nel corso del prossimo Monaco Yacht Show il Registro Italiano Navale consegnerà a The Italian Sea Group una targa ufficiale per gli eccezionali risultati raggiunti. Il RINA ha inoltre conferito al Cacos V la certificazione GREEN PLUS per gli investimenti significativi in termini di soluzioni progettuali, equipaggiamento a bordo e procedure operative atti a ridurre l'inquinamento e l’impatto ambientale del superyacht.  Giovanni Costantino, Presidente di The Italian Sea Group, ha commentato:
“Siamo orgogliosi di essere diventati in pochi anni un punto di riferimento dell’industria nautica. Il M/Y Cacos V incarna perfettamente la nostra vocazione per l’eccellenza che contraddistingue il nostro operato: è un gioiello di design e di tecnica, e la certificazione RINA è la piena dimostrazione della nostra capacità di innovare e migliorare costantemente gli standard del mercato".  

Istat, ottimismo delle imprese

L’Istat, attraverso la sua ultima indagine sulla fiducia delle imprese italiane, rileva un dato incoraggiante: per la terza volta l’indice sale, ora a quota 83.3 che è il valore più alto dall’estate scorsa, da oltre un anno.  Ovviamente il livello resta basso, ma il miglioramento c’è, e tocca tutti i
reparti, con il manifatturiero al massimo da due anni, dato riferito ad Agosto 2011. Il “barometro” delle imprese italiane va verso il “bello” con una risalita anche rispetto al mese dello scorso agosto quando segnava quota 82.0.

Dando un’occhiata ai comparti in evidenza come detto il manifatturiero, con indice che passa da 93.4 a 96.6, mentre il commercio al dettaglio segno un netto miglioramento (da 86.6 a 91.1). Risalita dell’ottimismo più lenta invece per le imprese di servizio (da 79.8 a 80.8) e l’edilizia (da 76.4 a 78.6).

Il Museo PHILIP WATCH, le origini dell’Eccellenza

Philip Watch, storico marchio dell'orologeria italiana nato a Napoli nel 1858, presenta "Il Museo Philip Watch - Le Origini dell'eccellenza", un progetto ambizioso che ripercorre la storia del marchio attraverso 150 anni di tecnologia svizzera e design italiano. La
mostra sarà allestita all'interno della Sala Sirena di Castel dell'Ovo a Napoli sabato 5 e domenica 6 ottobre e rimarrà anche a disposizione del pubblico. Nel corso degli anni, modelli, disegni, immagini e cataloghi sono stati raccolti e analizzati meticolosamente e messi insieme con il duplice obiettivo di ricostruire il patrimonio di un marchio che ha le sue origini in Italia e di fornire una comprensione dei dettagli tecnici e di design propri della creazione di orologi Philip Watch.

Oggi la storia di Philip Watch giunge a Napoli, compiendo un viaggio a ritroso, per far conoscere questa eredità culturale al pubblico partenopeo. Massimo Carraro, Amministratore Delegato del Gruppo, ha dichiarato:
"Siamo felici di riportare a Napoli gli orologi della nostra lunga storia: una combinazione unica e di successo della tecnologia svizzera e del design italiano, un connubio unico nel mondo dell'orologeria. Da sempre creiamo oggetti che sia possibile trasmettere di padre in figlio, una generazione dopo l'altra: una tradizione che siamo orgogliosi di rinnovare tutti i giorni nei più importanti mercati del mondo. Una storia bellissima che con questo progetto vogliamo far conoscere, perché lo merita".

Festival Ottobre Africano 2013

Giunge alla sua undicesima edizione il Festival Ottobre Africano che si svolgerà dal 6 al 27 ottobre con un programma intitolato "Dall'Incontro la Cultura”.
Nato a Parmasu iniziativa dell’Associazione di promozione sociale “Le Réseau”, creata per favorire la reciproca conoscenza e la collaborazione fra immigrati ed
italiani e la convivenza fondata su rispetto, comunicazione e scambio culturale, Ottobre Africano quest’anno, in continuità con le edizioni precedenti, si trasforma in un festival delle culture e delle sinergie, itinerante e multidisciplinare, ramificandosi, oltre che a Parma, a Reggio Emilia, Milano e Roma.

Ieri, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Festival, che si è svolta a Roma presso la Sala stampa della Camera dei Deputati, il direttore artistico Cleophas Adrien Dioma ha ringraziato il sostegno dato dal ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge e da Kalid Chaouki, deputato e presidente dell'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo, oltre che da tutti gli altri partner e collaboratori che ogni anno rendono possibile il Festival.

Chaouki nel suo intervento ha sottolineato come l’Italia sia già cambiata e i nuovi italiani non si rassegnano solo a chiedere, ma vogliono contribuire soprattutto nel campo della cultura. Suzanne Diku, rappresentante di Redani, Rete della Diaspora Africana Nera in Italia, ha affermato: “Noi siamo i ‘diversamente visibili’, e vogliamo invertire la tendenza al cliché nella costruzione della nuova Italia, essere coinvolti nell’ideazione culturale che fa crescere tutta la nazione, chiamare alla responsabilità di esserci in funzione culturale, educativa e formativa”.

 “Non c’è integrazione se non c’è riconoscimento della diversità, del bisogno dell’identità altrui”, ha sottolineato Paola Menetti, presidente di Legacoopsociali.
La madrina del Festiva, Fiorella Mannoia, ha raccontato del suo personale percorso di scoperta del “sud” e della figura di Thomas Sankara, la cui sorella Odile, presente al festival, porta avanti la sua rivoluzione di donna africana attraverso il teatro.

 “Il futuro è multietnico, è inutile opporsi a questo – ha ricordato - Ci viene instillata la paura, ma dobbiamo conoscere le storie, i motivi che spingono le persone a migrare perché solo così saremo in grado di comprendere. Dobbiamo fare pressione sui governi perché fermino le multinazionali che trivellano e spolpano l’Africa, le famiglie, l’ecosistema, costringendo la gente a migrare in esodi biblici della disperazione. Siamo tutti vittime, ed è necessario che tutte le istituzioni, prima fra tutte l’Europa Nobel per la Pace, si prendano le proprie responsabilità”.

ORACLE TEAM USA vince la 34ma America's Cup

ORACLE TEAM USA ha vinto la 34ma America's Cup al termine della diciannovesima e decisiva regata di finale, vinta con un margine di 44 secondi su Emirates Team New Zealand. Guidato dallo skipper James Spithill, ORACLE TEAM USA ha vinto la serie con il punteggio di 9 a
8. E' la seconda volta che ORACLE TEAM USA e Spithill vincono l'America's Cup: il primo successo lo avevano ottenuto a Valencia il giorno di San Valentino del 2010. Il talento australiano, con i suoi trent'anni, era stato il più giovane skipper a vincere il trofeo in oltre centosessantadue anni di storia della competizione. Nel corso della settimana passata, ORACLE TEAM USA ha migliorato sensibilmente le sue performance ed è riuscito a fare foiling di bolina, toccando velocità superiori ai 30 nodi. Prestazioni senza precedenti non solo nella storia dell'America's Cup.
  "E' stata una regata fantastica, non sarebbe potuto essere altrimenti - ha detto Spithill, vincitore di due America's Cup - Eravamo in rimonta, e i ragazzi hanno mostrato grande cuore. Da solo puoi non essere nessuno, ma quando sei insieme a un team del genere, diventi un grande. Eravamo sotto otto a uno, sembravamo spacciati, ma i ragazzi non hanno mollato. Grazie a San Francisco per questa giornata indimenticabile". 
La vittoria di ORACLE TEAM USA entra di diritto tra le grandi imprese sportive di tutti i tempi. Solo il 18 settembre il Defender era sotto di otto a uno e nonostante ciò ha vinto, mettendo a segno un totale di undici vittorie, due in più delle nove necessarie in virtù della penalità inflitta dalla Giuria Internazionale. Quella andata in scena a San Francisco è stata la terza finale di America's Cup ad essere giunta alla sfida decisiva.

In precedenza era capitato nel 1920 e nel 1983. In entrambi i casi ha vinto la barca in rimonta, ma mai risalita da un passivo come quello scalato da ORACLE TEAM USA. Nel corso delle finali della 34ma America's Cup sono stati più di un milione i visitatori che hanno visitato l'America's Cup Village sui Piers 27 e 29 e Marina Green e molti di questi hanno affollato il lungomare di San Francisco per vivere le emozioni regalate dagli AC72.

Il Consiglio di Stato annulla la nomina del presidente del porto di Cagliari

Piergiorgio Massidda
Un elemento nuovo si aggiunge alla già intricata vicenda della nomina di presidente dell’Autorità Portuale di  Napoli: come risaputo, il candidato in pool position per il porto partenopeo, Riccardo Villari, è un medico, proprio come Piergiorgio Massidda, nominato presidente
dell’autorità Portuale di Cagliari. Ebbene  Il Consiglio di Stato ha annullato la nomina di Massidda, accogliendo il ricorso presentato dal preside della facoltà di Giurisprudenza Massimo Deiana.

Secondo il dispositivo dei giudici del Consiglio di Stato la nomina era illegittima perché la storia professionale di Massidda si sarebbe svolta sempre al do fuori dell’ambito marittimo, non presentando quindi i requisiti di massima e comprovata professionalità nei settori dei trasporti e della portualità.

Il Consiglio ha rimarcato anche che i titoli di studio conseguiti da Massidda risultano estranei alla materia portuale: con questa sentenza, che ha reso l’autorità portuale di Cagliari orfana della presidenza, si costituisce un importante precedente che sicuramente avrà voce in capitolo nell’intricata vicenda  della nomina del presidente del Porto di Napoli.

Lisbona, incontro dei Cluster Marittimi Europei

Oggi si apre a Lisbona l'incontro annuale dei Cluster Marittimi Europei. Per la Federazione del Mare è presente il Segretario Generale, Carlo Lombardi, che ha dichiarato:

"Il problema principale che i Cluster Europei stanno incontrando in questo momento di contrazione
del mercato, è quello di pervenire ad una maggior tutela ambientale di tutte le attività legate alla navigazione. Sotto questo profilo, le direttive europee favoriscono gli investimenti volti ad innovare in questo campo ovvero a raggiungere anzitempo i limiti ambientali già previsti dalle normative ed è molto importante mettere a frutto quest'atteggiamento anche a livello nazionale, specie con riferimento alle navi più presenti nei nostri traffici domestici.

 La Federazione del Mare, che rappresenta l'insieme delle attività marittime italiane, è al fianco delle organizzazioni aderenti nella richiesta di attenzione per tutte le iniziative volte a promuovere prestazioni ambientali sempre più avanzate".
Un altro aspetto che è emerso dall'intervento della Federazione del Mare è come il Cluster marittimo Italiano, con 220milioni di tonnellate, abbia perso il primato dell'interscambio con il resto del mondo a scapito dei Paesi Bassi che sono balzati così al primo posto.
"Il punto è che in termini di tonnellate di interscambio c'è stato un miglioramento rispetto all'anno passato - ha commentato Lombardi - solo che i Paesi Bassi ma anche altri Stati, hanno ripreso a correre più velocemente. L'Italia mantiene comunque un posto di primo piano in Europa con la flotta di bandiera che supera ormai i 19 milioni di tonnellate di stazza".

Festa della Marineria

L’Amerigo Vespucci (Italia) e la Gulden Leeuw (Olanda) in arrivo a Tolone
Sono arrivate questa mattina a Tolone le Tall Ships che hanno partecipato alla prima tappa della Lycamobile Mediterranean Tall Ships Regatta, partita martedì 24 settembre da Barcellona.

I risultati della Regata saranno consultabili nell’home page del sito www.sailtrainginternational.org
Le “regine del mare” rimarranno a Tolone fino al 30 settembre, quando partiranno finalmente alla volta della Spezia, dove arriveranno, tagliando il traguardo, venerdì 4 ottobre, in occasione della terza edizione della Festa della Marineria, che si svolgerà dal 3 al 6 ottobre.

Federagenti: sostegno agli Agenti Marittimi veneziani

Michele Pappalardo
Relativamente alla situazioni del passaggio delle grandi  Navi a Venezia, Michele Pappalardo, Presidente della Federagenti -  Federazione Nazionale degli Agenti, Raccomandatari Marittimi e Mediatori Marittimi – esprime solidarietà e completo sostegno ai colleghi veneziani. In
accordo con l’Associazione degli Agenti Marittimi del Veneto, anche Federagenti conferma la propria totale disponibilità nello studiare una via d’ingresso alternativa per le Grandi Navi, affinché le stesse possano continuare ad attraccare al Terminal Crociere di Marittima. Pappalardo, inoltre, afferma che le problematiche che riguardano le infrastrutture e la portualità, sebbene fortemente connesse al territorio, non devono essere oggetto di alcuna strumentalizzazione e  populismo: nel rispetto della sicurezza di cose e persone, dell’ambiente ma anche dell'economia e dei posti di lavoro collegati al traffico crocieristico è necessario fare scelte sostenibili di sintesi delle diverse posizioni.

La Federazione Nazionale degli Agenti, Raccomandatari Marittimi e Mediatori Marittimi auspica fortemente che tutte le parti coinvolte avviino un percorso che possa portare a una soluzione il più possibile condivisa e basata sul rispetto dei legittimi interessi di tutti i soggetti coinvolti.

Cruise Venice: incontro con il Sindaco di Venezia

L'esito dell'incontro di una rappresentanza del Comitato Cruise Venice ricevuto oggi, venerdì 27 settembre 2013, dal Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni ha confermato che l'unico obiettivo del primo cittadino è l'applicazione immediata del decreto Clini-Passera e che non serve
alcuna alternativa all'inevitabile crollo del traffico passeggeri del Porto di Venezia.
Orsoni ha ribadito alla delegazione che non spetta a lui trovare una soluzione e che le navi non devono più andare nell'attuale Stazione Marittima. Questa è la posizione che ha sostenuto, senza curarsi minimamente delle migliaia di posti di lavoro che andranno persi.

Ad Orsoni non interessa l'angoscia e il dramma delle famiglie che rimarranno senza occupazione, non importa che l'annullamento della crocieristica a Venezia determinerà per la regione la perdita di tutto l'enorme indotto economico che riguarda molteplici imprese fornitrici delle navi, essendo Venezia home-port, né il crollo di tutte le attività delle filiera. Non si preoccupa che con la chiusura del porto di Venezia venga dato un colpo mortale all'intera crocieristica italiana che, con Venezia oggi capolinea di tutte le rotte adriatiche, avrebbe inevitabilmente un crollo.

Il sindaco è contrario a qualsiasi soluzione alternativa al passaggio nel Canale della Giudecca, vuole che il transito sia consentito solo a navi al di sotto delle 40.000 tonnellate. Alla domanda posta dalla delegazione sul fatto che le flotte attuali non sono su quegli standard ha risposto che costruiranno navi appositamente per Venezia, senza minimamente curarsi della fase transitoria e senza considerare che il traffico crocieristico di navi al di sotto delle 40.000 tonnellate, vecchie navi o una nicchia ridotta, attualmente rappresenta solo il 10% del totale dei crocieristi a Venezia.

Un atteggiamento irresponsabile per un Sindaco che dovrebbe avere a cuore le sorti della città e dei cittadini che vivono nel suo comune. Il Comitato e le imprese che lavorano nel settore della crocieristica continueranno a battersi per salvare i posti di lavoro.
Resta sospetta e incomprensibile l'intransigenza del Sindaco a qualsiasi dialogo. Ancora una volta come in altre situazioni, dopo le svendite di pezzi importanti del patrimonio cittadino, Orsoni dimostra di essere più che il Sindaco il liquidatore della città.
 Comitato Cruise Venice

COECLERICI: Andrea Clavarino nominato Vice Presidente Esecutivo

Andrea Clavarino
Andrea Clavarino è stato nominato Vice Presidente Esecutivo del Consiglio di Amministrazione di Coeclerici S.p.A.
Oltre al nuovo incarico, Clavarino mantiene le responsabilità degli investimenti e disinvestimenti del Gruppo, della divisione Logistica, delle Assicurazioni e degli Affari Istituzionali.

Andrea Clavarino ha fatto il suo ingresso in Coeclerici nel 1987 e ha ricoperto svariati ruoli con responsabilità sempre maggiori in ambito marketing e commerciale fino a ruoli di top management in diverse società del Gruppo. Nell’aprile dell’anno in corso aveva fatto il suo ingresso nel Consiglio di Amministrazione di Coeclerici come consigliere con deleghe sulle strategie di investimento.

Oltre al percorso professionale in azienda, Andrea Clavarino dal 1999 ricopre la carica di Presidente di Assocarboni, l’associazione internazionale degli operatori del carbone, e dal 2001 è membro del CIAB (Coal Industry Advisory Board), l’organo consultivo dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) di Parigi.
“Abbiamo voluto premiare gli ottimi risultati raggiunti da Andrea Clavarino durante questi anni di crescita ed espansione internazionale della nostra azienda
 - ha dichiarato Paolo Clerici, Presidente ed Amministratore Delegato di Coeclerici S.p.A. - 
sono certo che le sue capacità e la sua profonda conoscenza del business daranno un importante apporto al team di vertice dell’azienda nelle decisioni strategiche per lo sviluppo del Gruppo”.

“Being Italian” Azimut Yachts esalta il puro Made in Italy


La forza del Made in Italy. Semplicemente. La nuova campagna pubblicitaria, firmata dall’agenzia Neriwolff, mira ad esaltare valori indiscussi della cultura produttiva italiana, profondamente inscritti nel nostro codice genetico.

Visual e headline sono estremamente precisi, netti, di immediata comprensione. Impossibile generare equivoci. Inutile dilungarsi in spiegazioni. Il body della campagna riporta ai valori positivi per cui gli Italiani sono conosciuti, valori che si possono ritrovare nella gamma degli yacht Azimut, la più vasta al mondo per numero di modelli e tipologia. Un’intensa fotografia dei modelli rappresentativi delle cinque collezioni Azimut Yachts, sottolinea in modo visivamente suggestivo il risultato concreto dell’ingegno produttivo italiano.

Sportivi, esploratori, eleganti, creativi ed eclettici. Artigiani e imprenditori conosciuti nel mondo per la creatività e la capacità di inventare l’inimmaginabile. Questo è essere italiani. Così sono gli italiani. Così sono gli yacht delle collezioni Atlantis, Magellano, Flybridge, S e Grande che interpretano in parallelo cinque modi diversi di vivere il mare, in perfetto Italian Style.

Being Italian, quindi, significa rivendicare con orgoglio le radici culturali che sono  alla base del lavoro  e dei prodotti italiani.E’ la difesa di una filiera completache poggia le basi su conoscenze acquisite nel corso dei secoli: è sapere cosa fare e come lo si può fare. E’ riuscire a coniugare qualità artigianale e industria. Per Azimut, costruire yacht di grande fascino e innovativi, amati dagli armatori di cinque continenti.

In cinquantamila all’Arena del Mare 2013

Successo di pubblico all’Arena del Mare 2013, che dal 6 luglio al 15 settembre ha allietato le serate dei salernitani e dei turisti con un cartellone ricco di spettacoli per tutti i gusti e tutte le età. La prima edizione sperimentale dell’Arena, organizzata quest’anno dal Comune di
Salerno, dall’Autorità Portuale di Salerno e dalla Camera di Commercio di Salerno, ha rappresentato un importante appuntamento dell’estate salernitana, diventando anche un prezioso canale per la promozione del territorio attraverso spettacoli e cultura.

Una lunga estate con cabaret, musica, danza, cinema, eventi che hanno richiamato al Sottopiazza della Concordia una grande affluenza di spettatori, facendo registrare circa 50mila presenze su un totale di 50 serate. Si è partiti il 6 luglio con il Sea Sun Salerno, manifestazione organizzata dall’Autorità Portuale di Salerno che, giunta alla undicesima edizione, ancora una volta ha ratificato le eccellenze e le performance del Porto di Salerno.

All’Arena hanno fatto tappa grandi protagonisti come Mario Biondi, Franco Battiato, Il Banco del Mutuo Soccorso, il cast di Amici e di Made in Sud, Carlo Buccirosso e tanti altri.
E’ tornato anche il Premio Charlot che ha lanciato sulla ribalta nazionale i migliori cabarettisti della televisione. Il premio alla comicità, fondato da Claudio Tortora, ha festeggiato a Salerno la 25a edizione con un goloso parterre di ospiti come Alessandro Siani, che ha ritirato il Premio Charlot per il cinema per il film “Il principe abusivo“, e con un programma ricco di spettacoli teatrali all'insegna della risata pura e genuina con circa 15mila presenze.
Appuntamento per l’estate 2014, più ricca, più prestigiosa.

Accordo tra ANMIL e Tirrenia

In occasione della manifestazione dedicata alle Vittime del Lavoro organizzata dall’ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) domenica prossima 29 settembre a Pozzomaggiore (SS), Tirrenia Compagnia Italiana di Navigazione annuncerà le nuove tariffe riservate ai Mutilati ed Invalidi del Lavoro. Alla
giornata parteciperanno oltre alle Autorità Istituzionali, il Presidente dell’ANMIL della Sardegna Carlo Zappareddu e il Presidente dell’ANMIL Nazionale Franco Bettoni. Le agevolazioni annunciate prevedono uno sconto del 20% riservato ai mutilati e invalidi del lavoro e ai loro congiunti (coniuge e figli), siano essi residenti e non residenti in Sardegna.
Sono molto contento che Tirrenia si sia interessata alla nostra associazione, abbiamo aspettato questo momento per tanti ed ora è finalmente arrivato
- ha dichiarato Carlo Zappareddu, Presidente dell’ANMIL in Sardegna  
Il nostro territorio, che conta ben 30.000 invalidi sul lavoro, ha bisogno di riconoscere in questa compagnia una rinnovata realtà con la quale sono sicuro potremo fare grandi cose.”
La nostra associazione conta circa 470.000 iscritti, rappresenta e tutela una categoria composta da oltre 980.000 tra infortunati sul lavoro, vedove ed orfani di caduti sul lavoro
‐ ha dichiarato Franco Bettoni Presidente Nazionale dell’ANMIL
Un numero molto significativo di persone che merita un riconoscimento sociale per il quale siamo impegnati tutti i giorni. Abbiamo trovato questa sensibilità in Tirrenia e sono convinto che questo primo passo sarà il preludio di una collaborazione duratura che porterà grandi soddisfazioni ad entrambe le parti.”
“Siamo particolarmente orgogliosi di poter partecipare ad una giornata significativa come questa, e siamo felici di poter offrire un contributo tangibile ai mutilati e agli invalidi del lavoro attraverso tariffe agevolate 
‐ ha dichiarato Ettore Morace, Presidente di Tirrenia Compagnia Italiana di Navigazione
Questa iniziativa è anche un modo per segnare il percorso che abbiamo iniziato solo un anno fa e che ci ha visti impegnati in un rinnovamento costante della Compagnia”.

Intesa Comune di Caserta e Consorzio “San Leucio Silk”

Gustavo De Negri
sigla l'accordo con il
Sindaco del Gaudio
E’ statasottoscritta, questa mattina, presso la Sala Conferenze del Reale Belvedere di San Leucio,  l'Intesa tra la Città di Caserta e il Consorzio “San Leucio Silk”, mediante la quale il Comune di Caserta ha messo a disposizione del Consorzio alcune sale del Complesso con l’obiettivo principale di attivare azioni di marketing territoriale attraverso la valorizzazione e la promozione di un comparto, quello serico, simbolo
indiscusso della storia industriale di Terra di Lavoro.
Sono intervenuti: Pio Del Gaudio, Sindaco del Comune di Caserta;  Pasquale Napoletano, Assessore al Turismo;  Donato Tenga, Consigliere Comunale del gruppo Caserta Più; Gustavo De Negri, Presidente di Pmi Campania, Imprenditore serico e Presidente del Consorzio “San Leucio Silk”;  Tommaso De Simone, Presidente della Camera di Commercio di Caserta; Luciano Morelli, Presidente di Confindustria Caserta; Carlo Cicala, Imprenditore e membro del Consorzio “San Leucio Silk”.
In qualità di Presidente di Pmi Campania, del Consorzio “San Leucio Silk” e, soprattutto, di imprenditore serico da cinque generazioni – dichiara Gustavo De Negri - non posso che esprimente tutta la mia più profonda soddisfazione per la stipula di questa importante intesa. Mettere a disposizione del Consorzio una sede nei luoghi simbolo della lavorazione della seta è un segnale importante da parte del Comune che, unitamente alla Camera di Commercio e all’Imprenditoria di Caserta, crede nella nostra ambizione di promuovere il “Brand Caserta” nel mondo anche attraverso la valorizzazione del comparto serico. Come Pmi Campania profonderemo il massimo sforzo affinché già nel breve periodo si possano raggiungere ambiti e prestigiosi traguardi in tal senso”.

ABB - 25 milioni di dollari per due navi rompighiaccio russe

ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, si è aggiudicata un ordine di circa 25 milioni di dollari per fornire un sistema di propulsione navale Azipod e impianti elettrici completi per le due nuove navi rompighiaccio da salvataggio e recupero, in costruzione
presso i cantieri Nordic Yards GmbH, in Germania. Le nuove imbarcazioni, di proprietà della compagnia russa State Maritime Rescue Coordination Centre (SMRCC), saranno utilizzate per perlustrazioni e operazioni di salvataggio nei giacimenti oil and gas offshore.

Saranno dotate di equipaggiamenti classici per le attività di ricerca, salvataggio e intervento in caso di perdite di petrolio. Le navi sono progettate per operare in ambiente artico e saranno riconosciute come navi rompighiaccio di sesta classe sul “Russian Maritime Register of Shipping” (RMRS) perché in grado di realizzare operazioni di recupero in acque coperte da ghiaccio spesso fino a un metro.
“Da quando il primo Azipod fu impiegato su una nave rompighiaccio, negli anni novanta, ben 60 sono state le unità installate su più di 30 imbarcazioni di questa tipologia - ha dichiarato Veli-Matti Reinikkala, responsabile della Divisione Process Automation di ABB - Mediamente, 2 su 3 navi con alto “ice-class” in costruzione oggi monteranno sistemi ABB. Quest’ordine aumenta la nostra credibilità come partner di lunga durata e affidabili nel mercato russo”.
La  fornitura ABB include le unità Azipod VI da 3,5 megawatt (MW), quadri principali, drives, eliche di prua e generatori, per una potenza totale di 7MW per nave. ABB ha investito molto in Russia per supportare la crescita rapida delle attività nei giacimenti offshore di oil and gas del mare Artico. La compagnia conta 27 uffici in Russia e 5 siti produttivi, supervisionati dal quartier generale di Mosca. ABB ha inoltre rinforzato la sua presenza in Russia aprendo dei marine centre dedicati a Mosca e San Pietroburgo, sostenuti dai team marine service di Murmansk e Sakhalin.

Enciclopedia del Festival di Sanremo

Rai Eri e la Fondazione Biagio Agnes, presieduta da Simona Agnes, presentano il nuovo libro di Adriano Aragozzini Enciclopedia del Festival di Sanremo, con la prefazione di Renzo Arbore.
Il Festival  di Sanremo rappresenta una parte importante della storia della Televisione italiana oltre che del costume e della musica del nostro
Paese. Per questo motivo la Rai, attraverso la sua casa editrice Rai Eri, ha deciso di pubblicare per la prima volta un’opera completa di questa manifestazione, entrata ormai nel patrimonio culturale italiano.
Il volume raccoglie tutte le informazioni sulla celebre kermesse della canzone italiana, accompagnate dalle immagini e dalle foto più significative: dalle schede sintetiche anno per anno di tutte le edizioni dal 1951 ad oggi, alle biografie degli artisti, fino all’elenco completo delle 1.860 canzoni, dei vincitori, degli interpreti, di coloro che vi  hanno partecipato e non ci sono più.

Inoltre una parte è dedicata ai ricordi di tanti personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, della televisione e della radio.
L’autore, Adriano Aragozzini è stato l’organizzatore di alcune delle migliori edizioni del Festival, come quelle del 1990 e 1991. Come lui stesso racconta nel libro, è stato anche uno studioso della manifestazione, come giornalista, critico musicale ed esperto.

Curiosità, aneddoti, carriere nate o spezzate, scandali e mode: il Festival di Sanremo è questo e molto altro ancora. Il volume di Aragozzini ricostruisce i sessantatre anni di questa manifestazione, ancora oggi fenomeno di grande presa mediatica.

La Magia dell’Inverno in Carinzia

Un senso di pura felicità che riempie il cuore, le preoccupazioni quotidiane che si allontanano così come fa il sole dietro le montagne. Al chiarore della luna si cammina attraverso paesaggi innevati e silenziosi, immersi in una suggestiva e magica atmosfera. Così, con ai piedi sci e pelli o racchette da neve, si andranno a scoprire i segreti della valle Rosental o del Parco Naturale del Monte Dobratsch. Per i più
romantici ecco l’Alpe Millstätter Alm e il suo rifugio, dove passare una serata speciale a due gustando i piatti tipici della cucina regionale. Infine il lago Millstätter See e la sua suggestiva piramide galleggiante Kap 4613 da dove il profumo del vin brulé si fonde a quello delle caldarroste.

Tutto questo è la Carinzia al calar del sole, un’esperienza unica che lascerà una traccia indelebile nei propri ricordi. Bad Kleinkirchheim è la meta ideale degli amanti dello sci “mattutino”: oltre all’opportunità di incontrare il grande campione dello sci degli anni 70, Franz Klammer, si potrà scivolare a tutta velocità lungo la pista di coppa del mondo in compagnia di “Kaiser Franz” approfittando del programma “Sci prima delle 9” (dalle 7.30 alle 9.30).

Ma non solo discesa, per gli appassionati dello sci di fondo ecco le piste illuminate del Klippitztörl e nella valle Lavanttal. Anche l’Alpe Nassfeld è attrezzata per lo sci nordico in notturna. Qui viene organizzata ogni anno anche una gara notturna internazionale di scialpinismo, la Nassfeld-Ski-Alp. Infine va ricordato il Nordic Competence Center di Tröpolach dove per la prima volta sarà a disposizione un anello da biathlon lungo un chilometro con impianto d’illuminazione.

Qui esperti istruttori aiuteranno adulti e ragazzi ad avvicinarsi a questa divertente disciplina sportiva. Il cielo notturno visto dai piedi del Grossglockner lascia senza fiato, punteggiato com’è da milioni di stelle luminose. Da Heiligenblut, il borgo alpino più bello d’Austria, è possibile cimentarsi in  prove di sci alpinismo con le famose guide alpine del paese, fare gite con le racchette da neve alla ricerca degli stambecchi nel parco nazionale, avventurarsi in arrampicate notturne su ghiaccio o lasciarsi comodamente trasportare da slitte trainate da cavalli attraverso i borghi alpini.

Sul ghiacciaio della Mölltal invece ogni venerdì, dopo essere discesi con gli sci dal ghiacciaio, ci si riposerà presso il ristorante panoramico Eissee, dove sarà possibile assaporare i piatti tipici della tradizione carinziana. Finita la cena si scenderà a valle sulle piste appena preparate dai gatti delle nevi, guidati dalla luce delle pile frontali.

Autorità Piombino smentisce IL TEMPO di Roma

Smentisco categoricamente quanto scorrettamente riportato dall’articolo da “Il Tempo di Roma” in data 26 settembre 2013 pag.9. Al giornalista ho detto che non intendevo entrare nel merito delle proposte del Sindaco di Civitavecchia e che, nel caso, avrebbe potuto rivolgersi per un commento al Sindaco di Piombino o al Presidente della Regione Toscana. Ho aggiunto che i lavori del porto di Piombino sono lavori del nuovo PRP realizzati indipendentemente dalla Concordia anche se idonei allo scopo. Mai ho pronunciato parole come “E’ già tutto deciso. Si mettano l’anima in pace” o che “quella di Civitavecchia è solo un’operazione politica”. Politica era la risposta che il giornalista cercava, rispetto alla quale io ho risposto solo nel senso sopra indicato. Mi sembra evidente il tentativo di strumentalizzazione”.
Autorità portuale di Piombino
Il Commissario Straordinario
Dott. Luciano Guerrieri

Arrivano i Templari a Villa Castelbarco

I Cavalieri templari, soldati di uno dei più noti ordini religioso-cavallereschi della cristianità medioevale. Uomini che attraversavano tutta l’Europa per raggiungere la Terra Santa e difenderne i luoghi più sacri e i pellegrini viandanti. Un mito, quello dei Cavalieri Templari, in cui storia e leggenda si fondono nei segreti di un Ordine di Cavalieri dagli ideali incorruttibili e dal triste destino. Questa la premessa per l’affascinante
esposizione dal titolo “I Templari, dalla Sicilia alla Lombardia” che accoglierà i visitatori della prestigiosa rassegna Antiquariato Nazionale, dal 19 al 27 ottobre in Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda (MI).

Oltre sessanta preziosi oggetti appartenuti ai Cavalieri Templari dell'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo, che fu violentemente represso nel 1314 da Filippo il Bello, re di Francia. La collezione, selezionata in più di trent’anni di ricerche dall’Associazione Culturale Terza Esperide di Palermo, con la consulenza dell’antiquario e curatore dell’esposizione Giulio Torta, è parte del più ampio progetto museale “Federico II e il Medioevo” di Palermo e sarà eccezionalmente esposta a Vaprio d'Adda.

Amuleti, bracciali, anelli, medaglioni e altri oggetti, a cui si attribuivano forze sovrannaturali, erano fedeli compagni dei Templari che in occasione dei loro viaggi hanno spesso lasciato, donato o dimenticato. Sono queste le rilevanti tracce della loro presenza e del passaggio in Sicilia.

Pezzi di straordinario valore documentale - attribuibili al periodo tra il 1118 ed il 1314 - che, riuniti per la prima volta nella loro completezza, illustrano storie, tradizioni e superstizioni degli uomini protagonisti del Medioevo europeo.

Move.App – Adesione del Presidente della Repubblica

Move.App Expo 2013 ha ricevuto il conferimento dell’Adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e sua Medaglia di Rappresentanza sulla base dell’alto valore scientifico e culturale riconosciuto alla manifestazione. Si aggiunge alle numerose importanti
entità che sostengono MoveAppExpo. Nel corso delle sessioni programmate interverrà anche Carlo Tosti, Direttore dell’Osservatorio EURISPES sulla Mobilità e i Trasporti, sul tema del trasporto di merci e persone nelle aree metropolitane.

A Milano saranno esposti i veicoli, tra le eccellenze del settore TPL su gomma, l’autobus ad idrogeno 13,5 metri Riviera Trasporti Van Hool A330FC proveniente dal Belgio, già nella livrea sociale dell’azienda italiana che lo manderà in esercizio, il filobus innovativo da 18 metri “tram look” Exqui.City TEP Parma, un autobus GTT Torino con alimentazione dei servizi ausiliari mediante pannelli fotovoltaici e un autobus elettrico Alé Rampini da 8 metri Tempi Piacenza, simile a quelli che hanno vinto la gara di Vienna.

Tra i numerosi patrocini associativi si registra anche quello di ASSTRA, Associazione Trasporti, le Aziende TPL (trasporto pubblico locale) pubbliche e private, urbane ed extraurbane, autobus, filovie, tram, metro, impianti a fune, ferrovie locali, navigazione lagunare e lacuale. Il Presidente ASSTRA Prof. Marcello Panettoni sarà al dibattito della sessione istituzionale di apertura del 7 ottobre “Le eccellenze del Sistema Italia: i trasporti e la mobilità come leva per lo sviluppo” e per la quale sarà realizzata una diretta televisiva.

Il Comitato Promotore della manifestazione è costituito da Ferrovie dello Stato Italiane, Trenord, Metropolitana Milanese, Assifer, ASSTRA, ATM Spa, ANFIA, CIRT (Centro di Ricerca Trasporti – Università degli Studi di Genova) e CEI-CIVES, ed ha già ottenuto inoltre il Patrocinio di Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Ambiente, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Expo Milano 2015, Assotrasporti, ASSTRA, ANFIA e Fercargo.

Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI)

Dal 1° ottobre 2013 diventa operativo il sistema SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) a cui dovranno obbligatoriamente aderire i produttori iniziali di rifiuti pericolosi e gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale, o che
effettuano operazioni di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti pericolosi, inclusi i nuovi produttori.  

Per i produttori iniziali di rifiuti pericolosi, nonché per i comuni e le imprese di trasporto dei rifiuti urbani del territorio della regione Campania, il termine iniziale di operatività è fissato al 3 marzo 2014. Tale data potrà essere differita, per non oltre sei mesi, con decreto del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare qualora ciò si rendesse necessario al fine di rendere operative le semplificazioni introdotte.   

Il Ministero dell’Ambiente, sul proprio sito web, ha reso disponibile il manuale operativo e ha attivato un servizio per tutte le necessità di supporto ed assistenza: Contact Center SISTRI al numero verde 800 00 38 36 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle 17.30 e il sabato dalle 08.30 alle 12.30 o via email all’indirizzo supporto tecnico@sistri.it.

ROMEO hotel inaugura la Skyline Suite


All’ottavo piano di ROMEO hotel, con una vista strepitosa sulla baia di Napoli, la SKYLINE SUITE è la nuova e più esclusiva suite dell’hotel partenopeo. Progettata dalla Romeo Design e completata ad agosto
2013, ha dimensioni extra confort (165 mq), arredi e finiture di lusso e preziose opere d’arte tra cui un’acquaforte di Renato Guttuso ed un olio su tela di Elio Washimps del 1962.
Pensata per ospiti speciali che ricercano esclusività, spazio e special amenities, la Skyline Suite ha pareti di cristallo a tutt’altezza che dilatano la luce e il panorama e che all’occorrenza possono essere interamente schermate. È composta da un ampio salone living (110 mq) con camino; angolo studio; zona pranzo con tavolo d’arte di Anacleto Spazzapan per 10 persone; camera da letto con King bed con lenzuola in seta e collezione di cuscini, due bagni di cui una lussuosa sala in nero assoluto e calacatta macchia orocon sauna Starpool, bagno turco Spa Starpool, vasca Jacuzzi e doccia emozionale.
La Suite può ospitare fino a 4 persone. A renderla unica è la cura maniacale di arredi e dettagli. Pezzi unici di modernariato, opere d’arte contemporanea, elementi di design, come le luci firmate FontanArte, compongono un insieme di raffinata eleganza. L’ebano Macassar, il marmo, la pelle, il teak e il palissandro, il granito nero assoluto, la seta sono i materiali d’elezione. Predominano le tinte scure in un melange armonico di neri, gradazioni di marroni e tonalità più chiare.
Nel salone campeggia il camino antico in marmo nero Belgio e rosso di Francia con ampi divani B&B Italia rivestiti di tessuti preziosi e una collezione di arredi vintage come la scrivania in ebano e pergamena degli Anni Trenta con sedia Mario Botta e la coppia di poltrone in pelle e acciaio cromato degli anni Quaranta.
Con la realizzazione di questa Penthouse, ROMEO hotel, cinque stelle L ed unico Design hotel di Napoli, aggiunge un altro importante tassello alla propria struttura, rafforzandone l’identità di hotel di lusso e in continuo aggiornamento. La collezione d’arte e antiquariato della Suite si allinea con il concept di tutto l’albergo che al suo interno custodisce importanti sculture, dipinti, fotografie d’autore e installazioni site-specific di artisti campani e internazionali come Francesco Clemente, Sergio Fermariello, Mimmo Iodice, Lello Esposito, Mimmo Paladino.

Moda e Ricerca un connubio sempre vincente

Dopo le edizioni di Firenze e Milano, la Vogue Fashion’s Night Out continua a La Reggia Designer Outlet. Il Centro McArthurGlen di Marcianise regala ai suoi visitatori due esclusive notti bianche dedicate allo shopping, in collaborazione con Vogue Italia. Il centro ospiterà
un’edizione speciale delle VFNO 2013 sabato 28 e domenica 29 settembre: come a Milano, Londra, New York e Parigi, anche a La Reggia Designer Outlet gli oltre 130 negozi del Centro resteranno eccezionalmente aperti fino alle 23 per accogliere i visitatori con allestimenti e vetrine dedicate, cocktail, spettacoli e musica.

 Le vie e le piazze del centro McArthurGlen si animeranno con performance live di artisti di strada e street dancer; i più piccoli potranno divertirsi con le esibizioni di giocolieri del circo mentre dei make up artist saranno a disposizione delle clienti per sessioni di trucco gratuito e personalizzato. E ancora show-cooking, fashion stylist, e prelibate degustazioni eno-gastronomiche. Sarà un’occasione davvero unica per scoprire le nuove collezioni autunno/inverno 2013, a prezzi come sempre ridotti dal 35% al 70% e per dare la caccia ai prodotti in edizione limitata realizzati dai brand per l’evento di Vogue.

Una grande festa fashion con gadget, omaggi, dj set e, per tutti i fashion-addict, solo il 28 e il 29 settembre saranno in vendita le t-shirt ufficiali da collezione della “VFNO 2013”, che si potranno acquistare a un prezzo speciale in esclusiva nel centro di La Reggia Designer Outlet e negli altri 4 centri italiani McArthurGlen a 16 euro anzicchè 25. Come per le iniziative delle VFNO di Milano e Firenze, all’IEO Istituto Europeo Oncologico Veronesi per la ricerca alla cura del tumore mammario, e a supporto dei progetti charity sostenuti da Vogue Italia.
Lidia Scarpelli

SRM – Logistica e Sviluppo Economico

Il 15 ottobre prossimo alle ore 9,30 a Napoli presso il salone delle Assemblee del Banco di Napoli avrà luogo l’evento di presentazione della Ricerca di SRM dal titolo “LOGISTICA E SVILUPPO ECONOMICO”. Giungere alla definizione dei quattro “pilastri” per lo
sviluppo della logistica: è stato questo l’obiettivo che ha animato SRM nel realizzare questo nuovo lavoro sul settore. Individuare cioè quattro elementi di partenza che potessero fornire basi solide da cui muoversi per far decollare questo grande comparto nel nostro Paese.

Ne discuteranno esponenti del mondo portuale, armatoriale, intermodale, accademico e della finanza. Il programma definitivo sarà disponibile a breve sul sito www.sr-m.it
Il VOLUME sarà distribuito gratuitamente solo ai partecipanti all’evento. Dato il limitato numero di posti è obbligatoria l’adesione entro il 13 ottobre sulla mail: comunicazione@sr-m.it

No al Sistri: Trasportounito chiede il risarcimento

Richiesta cancellazione definitiva del fallimentare sistema di tracciamento dei rifiuti e il rimborso alle imprese di contributi e danni subiti. Trasportounito denuncia: Sistri una truffa italiana e avvia una raccolta di firme per la cancellazione totale del sistema, mai entrato in funzione, di
tracciamento dei trasporti di rifiuti sul territorio nazionale, nonché per il rimborso e il risarcimento danni relativi contributi “estorti” e imposti agli autotrasportatori, obbligati a dotare i loro mezzi di strumenti rivelatisi del tutto inutili.

Circa 350.000 imprenditori – sottolinea Trasportounito - sono stati obbligati, nel triennio 2010-2012, a versare complessivamente 500 milioni di euro di contributi per adeguarsi alle regole del SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – si veda www.sistri.it) acquistando gli appositi dispositivi black box: soldi buttati via, visto che il sistema di tracciabilità dei rifiuti non ha mai funzionato.

L’unica cosa che ha funzionato per Trasportounito – è stata invece la macchina degli scandali con un principale indiziato: lo Stato.
Tempo perso e denaro sprecato, con pesanti incidenze su bilanci di imprese già quotidianamente costrette a fare i conti con problemi di sopravvivenza e ora il Governo ha deciso di reiterare gli errori del passato: a partire dal 1 ottobre le prime 70.000 imprese torneranno sotto la “tortura improduttiva” del SISTRI.

 Per contro le imprese straniere che trasportano rifiuti in Italia saranno invece assurdamente esentate.
Trasportounito, verificato il risultato assolutamente fallimentare del SISTRI, invita pubblicamente le Imprese ad una raccolta di firme per chiedere al Governo:
-          l’eliminazione totale e definitiva del SISTRI;
-          la compensazione dalle imposte dei contributi versati e il risarcimento dei danni subiti dalle imprese.
La raccolta delle firme inizierà il prossimo 27 settembre dinanzi alle Camere di Commercio oppure nelle sedi delle Associazioni territoriali di Trasportounito.

RURALBUS: un autobus per lo sviluppo rurale della Sardegna

Giovedì 26 settembre alle ore 10.30 parte da Piazza dei Centomila a Cagliari il tour del RURALBUS. Un’iniziativa dell’Assessorato dell’Agricoltura e della Riforma Agropastorale della Regione Sardegna che prevede un itinerario in 80 giornate che coinvolgerà 100
Comuni della Sardegna. Un viaggio da Sud a Nord dell’isola durante il quale verranno organizzati iniziative ed eventi per far conoscere alla popolazione i vantaggi e i risultati ottenuticon i fondi europei del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, attraverso un autobus itinerante opportunamente personalizzato e allestito. Durante la prima giornata di attività, in Piazza dei Centomila, a Cagliari,  si terrà nei gazebo allestiti di fronte al RURALBUS la conferenza stampa di presentazione del progetto.

Interverranno: l’Assessore dell’Agricoltura e della Riforma agropastorale Oscar Cherchi, il Direttore generale Roberta Sanna e il dirigente responsabile del progetto Maria Giuseppina Cireddu. La campagna itinerante prevede il coinvolgimento dei cittadini nelle principali piazze sarde, degli studenti delle scuole secondarie di I grado e degli Istituti Tecnici Agrari. All’interno del RURALBUS sarà allestito un URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), grazie al quale gli utenti potranno comunicare direttamente con gli uffici dell’assessorato ed avere informazioni e dati relativi al PSR.

Un occhio di riguardo sarà riservato alle scuole, attraverso lezioni e attività di animazione finalizzate alla sensibilizzazione dei più giovani ai temi della tutela ambientale, del risparmio idrico ed energetico, dei cambiamenti climatici e delle importanti interazioni tra questi e l’agricoltura. Il progetto rientra nelle attività di comunicazione previste dai fondi europei (FEASR) per far conoscere ai cittadini e alle imprese le politiche comunitarie per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

 Al contempo, intende promuovere una riflessione sui temi della qualità e della sicurezza alimentare, dell’ambiente e del territorio rurale, del patrimonio culturale del mondo agricolo e dei rischi di spopolamento che interessano le comunità rurali, oggetto delle politiche messe in campo dal PSR Sardegna 2007-2013 nell’ambito dalla PAC (Politica Agricola Comune).

Top