ads

------------------------------------------------------------------------------------------------

Translate

Slider[Style1]

Style3(OneLeft)

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Vinitaly: ancora una volta la parola alle donne


Vinitaly International continua ad accompagnare il settore enoico nel decisivo percorso di innovazione, che vede ancora una volta le donne che animano il comparto schierate in prima fila ad affrontare la sfida più
attuale: lo sviluppo delle potenzialità del mondo digitale, a servizio di aziende e consumatori, confermando ancora una volta la loro costante curiosità e tensione verso l’innovazione.

 Saranno infatti Marilisa Allegrini, responsabile marketing di Allegrini Estates, una delle aziende vinicole italiane più premiate e riconosciute al mondo e leader nella produzione del Valpolicella Classico; Camilla Lunelli, responsabile comunicazione del gruppo Lunelli, dell’omonima famiglia che da tre generazioni è a capo delle Cantine Ferrari, e Stevie Kim, Managing Director di Vinitaly International, a guidare H-ACK WINE, il primo hackathon dedicato esclusivamente al mondo del vino, dando le indicazioni per lo sviluppo dei progetti ai partecipanti. H-ACK WINE, realizzato in collaborazione con H-Farm Ventures, la principale piattaforma digitale e incubatore di aziende tecnologiche italiane, si terrà l’1-2 marzo a Roncade (TV) presso la sede di H-FARM Ventures e radunerà i migliori giovani sviluppatori, specialisti della comunicazione e designer che avranno l’opportunità di mettere in pratica le proprie abilità nella progettazione di nuove soluzioni digital, seguendo le istruzioni delle prestigiose aziende lì rappresentate.

 L’esperienza e il carisma delle “Signore del vino” accompagneranno gli oltre 400 iscritti all’H-ACK WINE, che si dedicheranno per 24 ore non stop alla formulazione di nuove idee e soluzioni per superare i vincoli del business tradizionale, creando nuove opportunità di espansione per il mondo vinicolo.

L’Italia a Melbourne per Food & Wine Festival

Apre i battenti oggi l’edizione 2014 di Food & Wine Festival di Melbourne in Australia, che vede il nostro Bel Paese protagonista con le nostre eccellenze enogastronomiche proposte da due rinomati chef, Luigi Taglienti e Mauro Uliassi. La manifestazione andrà avanti fino al 16
marzo in diverse location che offriranno appuntamenti con lezioni di cucina, degustazioni, esibizioni e dimostrazioni di maestri provenienti da tutto il mondo; come detto si aprirà oggi con il tradizionale “pranzo più lungo del mondo” che vedrà la partecipazione di 1500 commensali radunati all’Alexandra Park sulle sponde dal fiume Yarra.

 L’italian taste sarà protagonista a vari eventi come ad esempio la Coastal Sicilian Adventure con le prelibatezze siciliane che celebreranno il nostro Mediterraneo con pesce grigliato, calamari, sardine e arancine. L’edizione di questo anno di Food & Wine Festival si distingue anche per gli eventi pensati ad hoc per le famiglie, come quello predisposto per i più piccoli o come il Regional Weekend che a metà marzo proporrà oltre 20 pranzi regionali sparsi nella regione del Victoria.

Matera, 6^ edizione Premio Moda “Città dei Sassi”


Domenica 15 giugno 2014 è in programma il Premio Moda “Città dei Sassi”, concorso internazionale per stilisti giunto alla sesta edizione e che quest’anno celebra l’evento attraverso il tema “moda, eleganza e
creatività”. Il premio è una competizione di stilisti di alta moda istituito per promuovere artigiani/creativi della moda in total look femminile provenienti da ogni parte del mondo che partecipano all’evento per mettere in luce le proprie capacità artistiche e farsi conoscere attraverso i media ad un pubblico internazionale grazie alla presenza di esponenti della moda, degli organi di stampa, delle reti televisive e del pubblico.

 Il concorso ha lo scopo di selezionare e premiare creatori e fashion designers per promuovere e valorizzare il talento attraverso la presentazione in passerella di originali creazioni d’alta moda nella città di Matera, patrimonio Unesco dal 1993 e candidata a capitale europea della cultura nel 2019. Sono ammessi: diplomati di Accademie, Università e/o scuole statali e private, professionisti disegnatori, stilisti di moda, modellisti, operatori moda e autodidatti. Saranno attribuiti i premi: Premio Moda “Città dei Sassi” - Premio Moda al Cinema - Premio della Critica - Premio della Giuria Giornalistica.

 Successivamente, a chiusura dei termini di iscrizione (18 marzo 2014), una giuria tecnica, appositamente nominata, decreterà gli otto stilisti finalisti che avranno la possibilità di presentare una collezione di creazioni di moda, nello specifico di Alta Moda Donna, sezioni Abbigliamento e Accessori.

d’Amico International Ship. approva il progetto di bilancio 2013

Il Consiglio di Amministrazione di d’Amico International Shipping S.A. (Borsa Italiana: DIS), società leader nel trasporto marittimo su scala internazionale, specializzata nel settore delle navi cisterna, ha approvato ieri il progetto di bilancio al 31 dicembre 2013. Marco Fiori,
Amministratore Delegato di d’Amico International Shipping ha dichiarato: “Il 2013 è stato un anno molto competitivo per il mercato delle navi cisterna, che ha mostrato chiari segni di miglioramento già dalla fine del 2012.

 Lo scenario macro-economico ha finalmente mostrato un’inversione di tendenza nella prima parte dell’anno, rendendo il 2013 l’anno più importante in termini di performance finanziaria dal 2008. Come risultato, i ricavi medi giornalieri “spot” sono cresciuti del 18% rispetto al 2012, permettendoci di distribuire un dividendo importante. Questo scenario più positivo ci ha permesso di innalzare le nostre aspettative di medio/lungo termine". Giovanni Barberis, Direttore Finanziario di d'Amico International Shipping e del Gruppo d’Amico, ha dichiarato:
“Siamo molto soddisfatti dei risultati finanziari ottenuti nel 2013, dal momento che abbiamo raddoppiato il nostro EBITDA sul TCE e prodotto un Cash Flow operativo pari a circa US$39.0 milioni e tutti i principali coefficienti finanziari si sono positivamente consolidati. Nel 2013 abbiamo prodotto valore per la società e i suoi azionisti, raddoppiando la capitalizzazione di mercato della Società, dall'aumento di capitale lanciato alla fine del 2012. Siamo orgogliosi di affermare che la comunità finanziaria ci ha considerevolmente sostenuto in quest’anno di transizione".

Eurispes presenta il Libro Bianco sulla mobilità e i trasporti

Il prossimo 10 giugno l’Eurispes presenterà il Libro Bianco sulla Mobilità e i Trasporti realizzato dall’Osservatorio sulla Mobilità e i Trasporti. L’evento si svolgerà all’interno della manifestazione Citytech
(10-11 giugno) che quest’anno per la prima volta farà tappa anche a Roma. A fare da cornice alla presentazione del Libro Bianco e a Citytech l’Aranciera del Semenzaio di San Sisto, messa a disposizione da Roma Capitale promotrice della manifestazione.

 Il Libro Bianco dell’Eurispes offrirà una fotografia dettagliata della Mobilità e del Trasporto, con focus su: Il trasporto di persone e merci nelle grandi aree metropolitane; Urbanizzazione e accesso ai servizi di trasporto; La mobilità e le persone: clienti e cittadini, e scelte modali; La bolletta energetica e i costi sociali e ambientali; Politiche di City Logistics urbana e impatto sula mobilità.
 «Obiettivo del Libro Bianco – spiega il Direttore dell’Osservatorio Eurispes, Carlo Tosti – è quello di avere un approccio pragmatico in modo da poter essere un punto di riferimento anche per le Istituzioni e per tutti gli operatori che si occupano di trasporti. È impensabile ad esempio che non esista un’uniformità di modelli. Una regolamentazione a livello nazionale andrebbe incontro alle aziende, che in questo modo non sarebbero costrette ad adeguare la tecnologia a seconda delle diverse città che applicano le stesse direttive trasportistiche con evidente risparmi anche economici, e di conseguenza alle stesse casse dei comuni».

L'islam contro l'Islam


Le origini storiche e teologiche di una guerra di religione che ancora oggi fa sentire i suoi effetti devastanti e che affonda le sue radici nell’antagonismo fra Sunniti e Sciiti. Uno studio essenziale per capire l’attuale
evoluzione geopolitica del mondo islamico, insignito del Prix du Livre 2013 in Francia. Decrittare i tumulti che scuotono il mondo arabo solo in chiave di opposizione fra democrazia e dittatura significa non tenere conto di una costante fondamentale del mondo Islamico: l’antagonismo di antichissima memoria fra Sunniti e Sciiti. In L’Islam contro l’Islam Antoine Sfeir ricostruisce le origini storiche e teologiche di una guerra di religione oggi operante con effetti devastanti.

 Dalla scomparsa del profeta Maometto alle lotte per la sua successione, in uno scenario che va dall’Iran all’Egitto, dal Qatar alla Siria, dal Maghreb all’Oriente, un affresco magistralmente consapevole della realtà del mondo arabo, delle sue primavere e dei suoi possibili autunni. Un’indagine minuziosa che abbraccia un grande passato e illumina il presente dell’universo Islam. L’Autore Antoine Sfeir, politologo franco-libanese, è fondatore dei “Cahiers de l’Orient”. Autore di numerosi saggi, ha pubblicato per Grasset “L’Oriente complicato ”(2008).

Per i solitari corso obbligatorio di "Gestione del Sonno"


Parte oggi, venerdì 28 febbraio nei locali dello Sporting Club Riva di Traiano, il primo corso di “Gestione del Sonno”, obbligatorio per tutti i solitari iscritti alla Roma per 1. Il corso, che inizierà alle ore 9:00 e terminerà
alle ore 18:00, verrà tenuto dal dottor Claudio Stampi, medico bolognese dapprima specializzatosi in ingegneria biometrica, poi in neurologia ed infine, spinto dai suoi interessi per i ritmi biologici del sonno, fondatore, negli USA, del Chronobiology Research Institute.

 Per un velista in solitario o per chi ha la responsabilità di una barca anche in equipaggio, poter controllare il sonno e riuscire ad aumentare le ore di veglia mantenendo un’attenzione ottimale, è un requisito fondamentale sia per la sicurezza sia per il successo della performance sportiva. “Doctor Sleep”, questo il nickname di Stampi negli States, è famoso in tutto il mondo e presta consulenza non solo ai velisti più famosi che si sono avventurati in solitario in Oceano, a cominciare da Ellen MacArthur, ma anche a professionisti di ogni genere e perfino agli astronauti. Tutto parte comunque dalla vela e proprio
 “lavorando con i velisti impegnati a competere in solitario su lunghe distanze – rivela Stampi – abbiamo scoperto che i migliori risultati in termini di concentrazione e qualità della vita, si ottengono dormendo circa 4 ore al giorno, con 4 ore di veglia intervallate da sonnellini che possono variare dai 30 ai 60 minuti”.

Rilanciare gli investimenti per le strutture alberghiere

In occasione dell'evento "Verso Expo 2015: design italiano e industria alberghiera", svolto ieri presso Palazzo Lombardia, le due associazioni FederlegnoArredo e Associazione Italiana Confindustria Alberghi (A.I.C.A.), scendono in campo con l'obiettivo comune di accendere i riflettori sullo status del turismo italiano e in particolare sulla situazione
del patrimonio alberghiero nostrano, che con il grande evento di Expo del prossimo anno, rappresenta una scommessa prioritaria con cui qualunque agenda politica è tenuta a fare i conti.

 Nel 2012 il contributo del turismo al PIL italiano è stato di 161 miliardi di euro (11%) occupando circa 2 milioni 700 mila addetti, un contributo essenziale per l'economia italiana. Secondo l’ISTAT, solo nel 2012, gli arrivi in Italia sono stati circa 104 milioni, di cui il 79,7% negli esercizi alberghieri.
 Stando alle previsioni UNWTO, i flussi turistici internazionali cresceranno mediamente da qui fino al 2030 di circa 43 milioni all'anno e la destinazione Italia è al primo posto tra i desideri dei viaggiatori nei nuovi paesi di provenienza del turismo internazionale.
 “L’industria alberghiera italiana, forte dell’inversione di tendenza registrata nel 2013 ma ancora ben lontana dai livelli pre-crisi, riveste un ruolo cardine per il settore turistico – dichiara Giorgio Palmucci, Presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi - Il nostro comparto sta attraversando un momento molto delicato, schiacciato da un carico fiscale insostenibile – in particolar modo per l’imposizione collegata agli immobili – e margini ridotti a fronte degli investimenti necessari a intercettare i nuovi flussi turistici composti da una clientela sempre più esigente. L’Expo è una grande opportunità e dobbiamo arrivare all’appuntamento preparati”.

La Ginnastica Mentale® a Rai Uno Mattina

Alzi la mano chi alle ore sei di mattina è fresco, pimpante e soprattutto lucido. All’alba, dopo un sonno profondo, il cervello di qualsiasi persona ha bisogno di stimoli per rimettersi in moto: ma a risvegliare gli italiani mattinieri, venerdì 28 febbraio p.v., non sarà il classico “espresso” bensì il professor Giuseppe
Alfredo Iannoccari, presidente di Assomensana, Associazione non-profit di neuropsicologi, che dal video di RAI 1 dispenserà consigli per allenare e potenziare le facoltà intellettive.

Dalle ore 6,10 alle 6,30 lo specialista parteciperà alla trasmissione Uno Mattina Caffè, condotta da Guido Barlozzetti e Cinzia Tani, per illustrare alcuni esercizi di Ginnastica Mentale® che Assomensana ha messo a punto per “irrobustire” la mente di tutti, in particolare di chi ha un’età dagli “enta” in su. Infatti è proprio a 30 anni che l’essere umano inizia a invecchiare, cervello compreso che perde, dall’età fatidica, circa 100.000 neuroni al giorno di quei 100 miliardi avuti in dote alla nascita.

 Per rallentare o arginare la perdita, bisogna intervenire sottoponendo l’organo del pensiero a una sana e regolare Ginnastica Mentale® che aiuta a stimolare le diverse aree cerebrali e mantiene agile e flessibile l’intelletto. Ma quali sono i segnali d’allarme che mettono sull’avviso riguardo all’usura della mente e permettono di correre ai ripari?

 Venerdì prossimo, in televisione, Iannoccari spiegherà cause e sintomi dell’invecchiamento mentale, e, per il momento, anticipa uno dei tanti esercizi di allenamento proposti da Assomensana: * Apprendere una notizia al giorno e ripeterla ad almeno tre persone diverse: l’operazione mentale stimola l’apprendimento, la memoria verbale, il linguaggio e la memoria a lungo termine.

Autism on the seas™ - prima certificazione per l’industria crocieristica

Autism on the Seas™ (AotS), principale organizzazione turistica al servizio di persone affette da autismo e da disabilità dello sviluppo, ha annunciato l’introduzione dell’Autism Friendly, uno standard di certificazione e un programma di formazione per l’industria crocieristica, primo del suo genere nell’industria del turismo. Royal Caribbean
International è la prima compagnia crocieristica ad essere certificata dall’ente Autism on the Seas, per la sua capacità di accogliere e coinvolgere nella vita di bordo ospiti con autismo e disabilità dello sviluppo. Con effetto immediato, l’intera flotta di Royal Caribbean è stata certificata al Livello Bronzo di Autism Friendly.

La certificazione al Livello Argento è prevista per la fine del 2014.
 "Siamo onorati di essere la prima compagnia crocieristica ad ottenere la certificazione Autism Friendly – ha affermato Lisa Lutoff-Perlo, executive vice president of Operations di Royal Caribbean International - Royal Caribbean vuole anche dimostrare il proprio impegno per soddisfare ospiti con qualsiasi tipo di abilità. Abbiamo lavorato con Autism on the Seas per più di sette anni per migliorare le nostre proposte volte agli ospiti e alle famiglie con problemi di autismo”.

Porto di Cagliari, offerte per gestione Molo Ichnusa

Da vecchio terminal crociere a polo di attrazione e servizi per i maxi yacht: è questo il destino del Molo Ichnusa del porto di Cagliari che lunedì 3 marzo vivrà il suo momento della verità con la scadenza dell’ultima proroga per la presentazione delle offerte per la gestione della struttura. Alcune società hanno manifestato interesse recentemente, con
acquisizione di documentazione e con sopralluoghi in loco constatando la possibilità di poter ospitare maxi yacht (navi?) fin oltre i 170 metri di lunghezza lungo la banchina Ichnusa, lunga 247 metri.

L’infrastruttura è completata da 2100 mq coperti all’interno del terminal, circa 5000 mq di pertinenza, un’area adibita a parcheggi e 35mila mq di specchi d’acqua, il tutto per una concessione venticinquennale.

Confitarma, iniziati gli incontri per il contratto marittimi


Si sono tenuti nei giorni scorsi due incontri presso la Confitarma, Confederazione Italiana Armatori, tra la Confitarma stessa, Federlinea e Fit-Cisl. Fit-Cigl e UilTrasporti per il rinnovo del contratto nazionale del
settore. Durante il primo incontro si è discusso sul contratto da applicare al naviglio impegnato sulle tratte internazionali, mentre il secondo meeting è stato dedicato al contratto collettivo nazionale integrato dalla indicazioni della Maritime Labour Convention Mlc 2006.

Si è discusso inoltre di possibili facilitazioni circa l’imbarco di allievi ufficiali e sottufficiali e del Fondo bilaterale di solidarietà, come previsto dalla riforma Fornero, per permettere anche ai lavoratori marittimi di usufruire della cassa integrazione in caso di fallimento aziendale.

 Dei marittimi impegnati sugli hsc – High speed craft, rimorchiatori e altre specificità si parlerà il prossimo 12 marzo.

La formazione viaggia in acque sicure con ABB Marine Academy


In un mondo in continua evoluzione come quello dello shipping, tecnologie sempre più avanzate richiedono una formazione del personale di bordo altamente specialistica, e un aggiornamento costante delle competenze... Marine Academy è la risposta formativa ABB per il settore navale: un'offerta completa di
training, destinata a tutti gli operatori e personale tecnico di bordo, operante su diverse tipologie di navi. In classe…con classe! Oltre alle lezioni in aula presso gli ABB Training Centers, buona parte del programma di studio prevede sessioni formative a bordo.

Il concetto innovativo di Training per la Marine Academy include l’insegnamento mediante nuove tecniche di apprendimento interattivo del personale di bordo come ABB eMST ® (Maintenance Support Tool), tecniche di insegnamento consolidate nelle High School e Università americane basate su OBE (Outcome-Based Education) e adeguamento delle competenze degli insegnanti al protocollo STCW95.

 Nata a Helsinki, la Marine Academy dispone di sette Training Centers dedicati; uno dei quali presso la sede di Genova Molo Giano, centro di eccellenza per l’Italia e regione mediterranea. Poi, altri 3 centri - Helsinki (Finlandia), Rotterdam (Paesi Bassi), e Ulstelnvik (Norvegia) - due in Asia - Singapore e Beijing(Cina) – e uno negli Stati Uniti a Houston, e di prossima apertura il nuovo polo di formazione in Brasile.

 Le tematiche dei corsi riguardano i sistemi di generazione e distribuzione elettrica MV e LV, i drives, i sistemi di manovra, i sistemi di propulsione Large e Compact Azipod ®, oltre ai sistemi di automazione navale e Power Management. Ad arricchire ulteriormente l’offerta formativa ci sono poi i nuovi corsi per i Turbochargers, per le applicazioni marine O&G (Drilling, Jack-ups) e per l’Energy Efficiency. La durata varia a seconda degli argomenti da due a cinque giorni e al termine di ogni ciclo viene rilasciato ai partecipanti l’attestato di fine corso.

Regione Campania, investimenti nel settore dei trasporti e della mobilità.

La Giunta Regionale della Regione Campania ha approvato l'aggiornamento del Programma Generale degli investimenti nel settore dei trasporti e della mobilità. Il Programma delinea in modo organico il quadro di tutti gli interventi infrastrutturali, con le relative risorse, stabilendone le priorità di intervento.
 "Quello di oggi - ha sottolineato l'Assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella - rappresenta un
obiettivo che la Giunta raggiunge al termine di un lungo e difficile percorso di riprogrammazione avviato circa quattro anni fa rispettando la grave esigenza di tenere il debito finalmente sotto controllo a valle della violazione del patto di stabilità avvenuta nel 2009 ad opera della Giunta all’epoca in carica. Gli sforzi compiuti ci consentono oggi di avviare le azioni necessarie a rilanciare le infrastrutture per i trasporti e la mobilità, ponendo ottime prospettive per le tante famiglie di lavoratori della Campania".
 Il Programma prevede investimenti per un totale di circa otto miliardi, di cui circa tre miliardi già impegnati e la rimanente parte programmata con certezza delle fonti di finanziamento.
 "Voglio evidenziare - ha aggiunto l'assessore - che i fondi programmati tengono comunque conto di fonti di finanziamento effettivamente certe e disponibili, eliminando quindi ogni sorta di incertezza circa la futura copertura finanziaria degli interventi previsti. Ciò in coerenza con una politica da me sempre propugnata, volta a non gravare sulle spalle dei cittadini campani con impegni che non potranno poi essere mantenuti, come invece accadeva con i passati governi regionali con la creazione di ulteriori debiti per i cittadini. Sottolineo, tra i tanti interventi previsti, quello per la messa in sicurezza, anche attraverso interventi di tipo tecnologici, della strada statale 268 del Vesuvio".
 Alcuni tra gli altri interventi approvati, che ripartiranno grazie al Programma approvato, sono: la riqualificazione delle stazioni Madonnelle e Bartolo Longo; il completamento della stazione di Baia; il nuovo terminal di Grottaminarda; la Funicolare di Montevergine; la Funivia del Faito; il collegamento viario con la nuova base Nato di Giugliano.

Il Sud Italia nei mercati dell’area Mediterranea

Rilanciare l'azione della Camera di Commercio Italo-Araba dopo anni difficili e di lenta decadenza è l'obiettivo che si prefigge il Parlamento per la Pace e la Coesione dei Popoli del Mediterraneo, presieduto da Aurelio Punzo, attraverso una Tavola Rotonda alla quale hanno preso parte personalità del mondo finanziario, imprenditoriale e diplomatico. L'evento, ospitato dal Banco
di Napoli e SRM (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - Gruppo Intesa Sanpaolo), si è tenuto presso la sede storica dell'istituto di credito di via Toledo.

 Il tema “Prospettive di una rafforzata presenza economica del Mezzogiorno d’Italia nei mercati dell’area Mediterranea” ha visto la presenza anche di una delegazione del Governo Somalo presieduta da Mohamed NurSheikh Ahmed, Consigliere del Primo Ministro della Somalia e AbdiweliSheikh Ahmed. Ad aprire i lavori, dopo il saluto di Maurizio Barracco, Presidente del Banco di Napoli, Attilio Funaro, Vice Presidente Vicario Parlamento del Mediterraneo, e Massimo Deandreis, Direttore Generale SRM, è stato Enrico Martusciello, Presidente della Commissione Commercio Estero del Parlamento del Mediterraneo.

 Ad Antonio Badini, docente di Politiche della Globalizzazione alla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma, già Direttore Generale per l’area del Mediterraneo e Medioriente al Ministero per gli Affari Esteri e Ambasciatore d'Italia in Algeria ed Egitto, il compito di illustrare la road map per arrivare alla realizzazione di una rete che permetta di avvicinare le istituzioni dell'area mediterranea e mediorientale alle imprese del Mezzogiorno.

 Nel corso dell'incontro anche un collegamento in videoconferenza con l'ambasciatore italiano al Cairo Maurizio Massari che ha illustrato l'attuale situazione politico-economica dell'Egitto e delle possibilità future che si prospettano. E’ seguita una tavola rotonda moderata da Gerardo Pelosi de Il Sole 24 Ore.

Il Segretario Generale dell’IMO alla Naples Shipping Week

Koji Sekimizu
Il Segretario Generale dell’IMO (International Maritime Organization), Koji Sekimizu, sarà il keynote speaker della sessione istituzionale di Port&ShippingTech prevista per la mattina di venerdì 27 giugno a Napoli. Con questa importante adesione prende forma una Naples Shipping Week sempre più
qualificata e internazionale. Prima di Koji Sekimizu, un’altra eccellente personalità dello shipping italiano, Giuseppe D’Amato, ha accettato l’incarico di presidente della manifestazione che, dal 23 al 28 giungo 2014, trasformerà il capoluogo campano nella capitale europea e mondiale dello shipping internazionale.
 “La presenza di Sekimizu in Italia in occasione del Consiglio dell’IACS (International Association of Classification Societies) del prossimo mese di giugno e la sua partecipazione alla settimana dedicata al mondo marittimo a Napoli sono motivo di grande orgoglio e lustro per l’Italia” ha detto Umberto Masucci, presidente dell’International Propeller Club di Napoli. Masucci ha poi aggiunto: “L’Italia ha sempre avuto un ruolo molto influente nello sviluppo di normative internazionali sulla sicurezza della vita umana in mare e la protezione dell’ambiente”. 
Nata nel 1948, l’IMO (International Maritime Organization) è l’agenzia delle Nazioni Unite responsabile dello sviluppo della regolamentazione internazionale applicata da tutte le amministrazioni di bandiera interessate al mondo marittimo. Nel corso dei decenni l’IMO ha sviluppato oltre cinquanta trattati e convenzioni, quali quelle sulla sicurezza in mare (SOLAS), sul bordo libero (Load Line), sulla protezione dell'ambiente marino (MARPOL) e sui requisiti di addestramento e qualificazione degli equipaggi (STCW). Composta da 170 stati membri, tra cui l’Italia, e 3 membri associati, l’organizzazione si riunisce periodicamente nella sua sede di Londra.

Loano, centro federale di alta specializzazione per la vela


Nuovo fiore all’occhiello per Loano: la località turistica della Riviera Ligure di ponente è stata scelta dalla Federazione Italiana Vela come sede di un nuovo Centro Federale di Alta Specializzazione per la Vela. Grazie alla collaborazione tra il Comune di Loano, la Federazione Italiana Vela e Marina di Loano, società di
proprietà del Gruppo Unipol, si rafforza quindi lo spazio dedicato alla vela. La firma della convenzione consentirà di dar vita ad un’area sportiva permanente adatta ad ospitare raduni collegiali e regate di livello nazionale ed internazionale.

 Un grande riconoscimento, che arriva dopo la buona riuscita dei raduni collegiali del progetto "…verso Rio 2016” riservato ai velisti Under 19 e dopo aver ospitato in questi mesi gli intensi allenamenti degli atleti olimpici della vela italiana, con la presenza a Loano di Michele Marchesini, Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali, e di Alessandra Sensini, in qualità di Direttrice Tecnica Giovanile della Federazione Vela.

Il nuovo Centro Federale di Alta Specializzazione per la Vela nasce come base logistica per lo svolgimento degli allenamenti in vista dei prossimi importanti eventi internazionali, primo fra tutti i Giochi Olimpici di Rio 2016. Questo progetto rafforza il legame tra Marina di Loano e il mondo della vela e rappresenta un importante volano anche in ambito turistico e per la promozione del territorio.

La prima conferma in questo senso arriva proprio da due manifestazioni che si svolgeranno alla Marina di Loano per il 2014: il Campionato Assoluto di Vela d’Altura (9-13 luglio) e il Campionato Italiano delle Classi Olimpiche (9-12 ottobre), organizzato dal Circolo Nautico Loano con la collaborazione dello Yacht Club Marina di Loano.

Nasce a Battipaglia un incubatore d’impresa


Creare un incubatore d’impresa che favorirà, direttamente sul campo, il completamento della formazione tecnico professionale dei giovani, fornendo loro i servizi di assistenza e di consulenza necessari a sviluppare il
loro business. Questo l’impegno che l’I.S.S. “Enzo Ferrari” di Battipaglia e Polaris, l’azienda speciale per la cultura d’impresa della Camera di Commercio di Salerno hanno assunto con la stipula di un protocollo d’intesa sottoscritto dalla preside dell’istituto Daniela Palma e dal consigliere Polaris delegato all’asset “Camera per l’Impresa” Gianfranco Ferrigno, alla presenza del presidente della Camera di Commercio di Salerno Guido Arzano, del presidente di Polaris Demetrio Cuzzola e del presidente di Intertrade Vincenzo Galiano.

Il protocollo d’intesa è il punto d’incontro “naturale” tra i medesimi obiettivi che ispirano, da due fronti diversi, la Camera di Commercio di Salerno, attraverso l'asset strategico “Camera per l’Impresa” di Polaris e l’I.S.S. “Enzo Ferrari” di Battipaglia: creare i presupposti affinché si possa promuovere la crescita del tessuto imprenditoriale del salernitano e, quindi, aumentarne i livelli occupazionali. Compito di Polaris sarà assistere l’aspirante imprenditore in ogni passo del suo iter: dalla nascita e maturazione dell’idea di impresa, alla decisione circa la sua localizzazione, dall’assetto organizzativo aziendale di cui dotarsi, all’individuazione della potenziale clientela, dallo sviluppo delle ipotesi di bilancio, all’informazione circa le varie forme di finanziamento esistenti. L’I.I.S.

“E. Ferrari” metterà a disposizione una struttura open space presente presso la sede dell’istituto – Battipaglia, via Rosa Jemma - adeguata a diventare un incubatore d’impresa, in quanto particolarmente idonea ad essere allestita per ospitare le nascenti imprese, coerentemente con gli indirizzi professionali della scuola ossia: alberghiero-ristorazione, elettrotecnico-meccanico e moda.

Napa: a breve l’ingresso dei porti di Monfalcone e Chioggia

Il Napa cresce. Nell’incontro odierno a Trieste si è chiuso il semestre di presidenza di Venezia dell'associazione che comprende i porti dell’Alto Adriatico e ora la presidenza passa a Rijeka, ma con una importante novità strutturale, ovvero integrando altri scali che fanno parte dell'arco
di costa che va dalla Croazia al Veneto.
 “L’Unione Europea - conferma Paolo Costa, presidente dell'Autorità portuale di Venezia - nell'Alto Adriatico oltre ai porti di primo livello quali Venezia, Trieste, Koper, Rijeka e Ravenna (quest’ultimo al di fuori del Napa), ha identificato un secondo livello di scali della Rete globale. Due di questi porti, Monfalcone e Chioggia, hanno chiesto di intervenire nel Napa e stiamo modificando lo Statuto per farli entrare per una completa integrazione dei porti dell'Alto Adriatico e un'offerta sempre più competitiva”.
“Il Napa si amplia in un momento di crescita del cluster portuale dell'Alto Adriatico - afferma la presidente dell'Autorità Portuale di Trieste, Marina Monassi – e si conferma una soluzione di enorme vantaggio quale punto più a Nord del Mediterraneo e più vicino ai mercati di oggi e di domani”. 
Il vantaggio economico dei porti dell'Alto Adriatico è quello di offrire un arco di copertura di quasi 300 gradi, per far trasferire le merci da un lato verso l'Italia e la Francia, dall'altro verso la Bosnia e i Paesi dell'Est più in generale e ancora l'Austria, la Germania, la Repubblica Ceca, l'Ungheria e oltre. Un'opportunità unica.

Frozen Stories. Reperti e storie dai ghiacciai alpini


Archeologia dei ghiacciai: è un nuovo filone dell’indagine storica che si sta rivelando ricco di sorprese e di prospettive. Il ghiaccio è un ottimo “conservatore” che custodisce molti resti, oggetti e reperti grazie
all’assenza di luce ed aria: la scoperta più eclatante è stata quella di Oetzi, nostro avo mummificato per millenni nel ghiaccio e giunto a noi con un carico di informazioni eccezionale e unico.

Ma non c’è solo il nostro cacciatore alpino ed infatti il Museo Archeologico dell’Alto Adige di Bolzano ha inaugurato la mostra “Frozen Stories. Reperti e storie dai ghiacciai alpini” che resterà aperta fino a febbraio 2015: oltre trenta reperti, alcuni dei quali scoperti recentemente, altri esposti per la prima volta, rinvenuti sui versanti meridionali dei ghiacciai alpini e nelle regioni limitrofe, formeranno un percorso multimediale su una superficie di 300 mq raccontando storie del passato e proponendo una domanda ancora senza risposta, cosa ha indotto l’essere umano a frequentare un ambiente così ostile come i ghiacciai alpini.

Nel Regno di Napoli il primo regolamento antisismico


Ancora un primato, un altro tassello alla già lunga lista dei primati italiani e mondiali che il Regno delle due Sicilie collezionò nella sua non lunga storia; questa volta a certificarlo sono Filippo Bernardini e Carlo Meletti
dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che hanno ricostruito la storia di un terribile terremoto e della ricostruzione edilizia che ne seguì. Il sisma in questione e quello che il 5 febbraio e il 28 marzo 1783 colpì la Calabria e la zona dello Stretto mentre il primato che ne seguì fu quello di aver redatto, da parte dei Borbone, il primo regolamento antisismico d’Europa.

La sequenza del terribile sisma durò molti mesi e insieme allo tsunami che ne fu generato causò oltre trentamila morti: i piani di ricostruzione elaborati dal Regno napoletano furono pensati, secondo Bernardini e Meletti, seguendo regole e piani urbanistici totalmente nuovi, quindi case non più alte di due piani, prive di segmenti sporgenti, strade larghe almeno quanto alti gli edifici progettati, incatenamento di travi e solai alle mura di questi, ed altri elementi di edilizia antisismica, il tutto pensato per ridurre il più possibile il rischio sismico.

Tutto questo lavoro frutto di un gruppo di studiosi inviati dal Re Ferdinando IV in Calabria per la ricostruzione di oltre 180 paesi completamente distrutti, gettò le basi per quello che secondo il CNR è stato il primo regolamento antisismico di cui si abbia notizia.

Drastica flessione dei consumi energetici Ue

Secondo i dati Eurostat circa i consumi energetici nell’area dei 28 paesi UE, l’Italia fornisce un quadro abbastanza sconcertante: sebbene sia quarta tra i paesi maggiori consumatori, dietro a Germania, Francia e Gran Bretagna, risulta essere prima per dipendenza energetica con oltre
l’80%, a fronte di un tasso di dipendenza energetica medio del 53%. Considerando il mercato interno, i consumi energetici italiani sono crollati del 12% tra il 2006 e il 2012, contro una media dei 28 Ue dell’8%; un poco meglio andiamo nel settore delle energie rinnovabili, siamo il quarto paese Ue produttore con una quota del 10% dietro a Germania, Francia, e Svezia. Sempre tra il 2006 e il 2012 i consumi energetici si sono ridotti in 24 paesi su 28, con la maglia nera Lituania che ha visto un calo del 17,5%, seguita da Portogallo (-15%), Grecia (-14,4%), Ungheria (-14%).

Wine&Thecity – A Napoli l’edizione n°7

Da sette anni il maggio napoletano porta con sé il profumo e i colori del vino, l’ebbrezza della socialità, la creatività. Da sette anni si rinnova a Napoli Wine&Thecity, il fuori salone del vino: il grande evento diffuso
che coinvolge due interi quartieri della città, oltre 100 location e circa 70 aziende vitivinicole, in una staffetta di aperitivi che combinano moda, design, cultura, arte, musica e vino. Una grande festa mobile all’insegna del nomadismo e della contaminazione, a cui partecipano boutique, grandi alberghi, ristoranti, gioiellerie, gallerie d’arte e design, palazzi storici, chiese sconsacrate e atelier del gusto in un tam tam di appuntamenti, mostre e performance d’arte, degustazioni, feste, dj set, aperi-shopping e tanto altro.

 Il 20 maggio il Pan, il Palazzo delle Arti di Napoli, inaugura come da tradizione Wine&Thecity con un party aperto alla città, un aperitivo social che coniuga arte e vino e che ogni anno riserva ai partecipanti una performance d’arte inedita a cura di Simona Perchiazzi. Si prosegue nei successivi 4 giorni nelle strade della città: dalle vie eleganti di Chiaia ai vicoli e alle piazze del centro antico. Al suo settimo anno, Wine&Thecity coinvolge un numero crescente di associazioni e operatori culturali, designer, fotografi, artisti, video maker. Precedono e seguono Wine&Thecity una serie di eventi satellite, gli appuntamenti Off: le degustazioni nomadi in case private d’autore a cura di Datè; le escursioni in kayac con degustazione di vino sul mare; i Vespa wine tour in sella a Vespe d’epoca alla scoperta delle vigne metropolitane a cura di NapolinVespaTour.

Walking Dead, a Salerno il primo laboratorio universitario


Dopo gli Stati Uniti, anche il mondo accademico italiano accende i riflettori su The Walking Dead, la serie cult a fumetti sull'immaginario zombie, creata da Robert Kirkman, Charlie Adlard e Tony Moore, poi
approdata, grazie all'AMC e al regista Frank Darabont, sul piccolo schermo. Presso l'Università di Salerno, infatti, inizierà oggi, martedì 25 febbraio, il Laboratorio di Analisi degli Audiovisivi a cura del prof. Luigi Frezza, ordinario di Sociologia dei processi culturali, il cui tema sarà quest'anno “The Walking Dead. Analisi di una serie transmediale”.

Il Laboratorio, destinato a 35 studenti dei Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione, Comunicazione d'Impresa e Comunicazione Pubblica, Teoria dei Linguaggi e della Comunicazione Audiovisiva, si articola in sette lezioni a cura dei docenti e ricercatori dell'Ateneo salernitano, in programma ogni martedì dalle 12.30 alle 14.30 presso la Biblioteca “A. Santucci”.

Si inizia con il primo incontro che verterà sul passaggio “Dal fumetto alla serie tv”, a cura di Felice Addeo, docente di Metodologia e tecnica della ricerca sociale, e di Mario Tirino, dottorando di ricerca in Scienze della Comunicazione. Addeo e Tirino si occuperanno anche dei transiti mediali della serie, nella seconda lezione il cui titolo è “Walking Dead attraverso i media (letteratura, web series, videogames)” (martedì 4 marzo).

Antigua Sailing Week - l’evento più “in” di Antigua


L’Antigua Sailing Week è uno degli appuntamenti velistici più importanti al mondo che si disputa proprio nell’isola di Antigua. Dal 26 aprile al 6 maggio 2014, l'isola ospiterà l’evento premier della vela al mondo,
composto da cinque giorni di gare mozzafiato. Alla quale si potrà prender parte come attori o come pubblico. L’evento collaterale, molto amato dai velisti è l'Antigua Classic Yacht Regatta, ancora più pregiato come regata perché non si tratta di una competizione ma della sfilata degli antichi velieri provenienti da tutto il mondo.

 L’Antigua Classic Regatta si terrà dal 17 al 22 aprile 2014. Nessun posto è più indicato dell’isola di Antigua per imparare e/o migliorare le proprie capacità di nautica, l’isola è ritenuta the Capital of Caribbean Yachting, per le condizioni climatiche estremamente favorevoli e per i grandi eventi di vela che si tengono da fine aprile a inizio maggio.

 Tutto questo si può vivere con il pacchetto proposto dal barefoot luxury hotel di Antigua, il Carlisle Bay. Il pacchetto nello specifico è Come and Sail Away e consiste in tre notti presso l’hotel e 3 giorni di corso Royal Yachting Association Start Yachting tenuto dalla scuola Onedeck, rinomata scuola di sailing dell’isola.

 Gli ospiti possono imparare a navigare o migliorare le proprie competenze a bordo di una chiglia 40ft. In tre giorni il corso Royal Yachting Association offerto dalla scuola Ondeck darà un iniziazione alla vela e alla navigazione. Gli istruttori Onedeck sono preparati all’insegnamento della nautica a principianti e non.

Concorso Sol d’Oro, Italia batte Spagna 10 medaglie a 5

Un derby latino vinto dall’Italia 10 a 5 contro la Spagna. È la sintesi della 12ª edizione del Concorso Internazionale Sol d’Oro, vera e propria “Olimpiade” dell’olio extravergine d’oliva, che ha visto in competizione a Veronafiere dieci Paesi per 250 campioni di olio extra vergine d’oliva
partecipanti (+25% sul 2013) da Italia, Cile, Uruguay, Libano, Portogallo, Spagna, Slovenia, Croazia, Turchia e Grecia. Le Gran Menzioni sono state assegnate ad oli extravergine provenienti, oltre che da Italia e Spagna, anche da Slovenia, Cile e Croazia. Una settimana di degustazioni alla “cieca” – da domenica 16 a sabato 22 febbraio – da parte di un qualificato panel di 13 giudici internazionali provenienti da Italia, Cile, Grecia, Slovenia e Spagna ha decretato i migliori oli extravergine d’oliva, suddivisi in cinque categorie: fruttato leggero, medio, intenso, monovarietale e biologico.

 Il concorso oleario internazionale più importante al mondo, organizzato da Veronafiere come anteprima di Sol&Agrifood (6-9 aprile 2014, www.solagrifood.com), promuove per i vincitori numerose iniziative tra le quali la possibilità di fregiarsi di un bollino indicante sulla bottiglia il premio ricevuto e di incontrare in via esclusiva i buyer esteri in aprile nel corso del walk around tasting in programma durante la rassegna internazionale dell'agroalimentare di qualità, che si svolge in contemporanea con Vinitaly.

Fipe: crisi nera nel turismo estivo


Il turismo estivo non fa eccezione alla situazione di crisi della domanda interna. Rispetto a cinque anni fa, oltre cinque milioni di italiani hanno smesso di andare in vacanza tra luglio e settembre. È quanto dimostrato
dal Centro Studi Fipe-Confcommercio in occasione di Balnearia, la Fiera per il mercato della balneazione in corso a Carrara fino al 27 febbraio.
 «Le difficoltà del turismo estivo – ha commentato il vicepresidente vicario Fipe, Aldo Cursano - stanno assumendo dimensioni allarmanti con un impatto preoccupante sulla tenuta del sistema imprenditoriale e dei livelli occupazionali». «Più del calo delle presenze – fa eco Riccardo Borgo, presidente Sib, il sindacato dei balneari aderente a Fipe – ci preoccupa la riduzione della capacità di spesa dei clienti. Prima si usufruiva del ristorante e della tavola calda all’interno dello stabilimento; adesso i clienti tendono a utilizzare solo i servizi gratuiti e riducono il periodo di vacanza»
Secondo i dati forniti, nel 2013 gli italiani hanno effettuato più di 63 milioni di viaggi con almeno un pernottamento a fronte dei 78.703.000 dell’anno precedente, facendo registrare una contrazione robusta che sfiora il 19%. Meno pesante è stata invece la riduzione (10%) dei viaggi nel periodo fra luglio e settembre che sono passati da 31.458.000 a 28.274.000. Il trend negativo dei viaggi per vacanza degli italiani iniziato nel 2010 è peggiorato nel corso degli anni fino ad arrivare, con riferimento al solo periodo estivo, a -35,4% del 2013. L’impatto sulle presenze è forte. Solo nell’ultima estate il calo è stato di 21 milioni di unità (da 309 milioni a 288 milioni). In termini cumulati la riduzione nel periodo 2013/2008 è stata del 28,3% pari a 114 milioni di presenze. Senza un leggero allungamento della permanenza media (rispetto al 2008 è cresciuta dell’11%, da 9,2 a 10,2 giorni), la situazione sarebbe stata ancora più critica.

Information Technology Forum 2014


L’Eurispes sarà presente all’Information Technology Forum 2014, l’evento di riferimento dell’Information Technology in Italia, organizzato dall'Istituto Internazionale di Ricerca – IIR, che dopo il successo della prima
edizione del 2013 (oltre 400 presenze) torna nel 2014 ancora più ricco di appuntamenti e tematiche, seguendo il tema: “Come muoversi nel Mercato IT e TLC per non perdere competitività e ottimizzare i costi: le decisioni dei CIO delle principali aziende italiane e degli AD delle società tecnologiche”. L’evento si svolge oggi, 25 febbraio, a Milano presso il Mercedes Benz Center. Il Direttore scientifico degli Osservatori Eurispes sulla Mobilità e i Trasporti e It e Sicurezza, Luca Masciola, coordinerà una delle tavole rotonde dedicata a “i sistemi informativi come leva della redditività e dell’economicità nei sistemi di trasporto”.

Tra gli argomenti trattati il servizio fornito al cliente tramite la tecnologia mobile, i sistemi quale leva abilitante per ridurre i costi e aumentare l’efficienza, le prospettive Big Data nel settore trasporti, la frontiera del Mobile Ticketing. A discutere dei temi cardine del settore sono stati chiamati i protagonisti delle più importanti aziende italiane, per un dibattito che si snoderà attraverso le opportunità che l’economia del nostro Paese può cogliere grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie.

 Nell’ambito della prima sessione di lavori, l’area Software sarà approfondita da due tavole rotonde, la prima dal titolo “Le tecnologie 2014 a supporto del Sistema Italia”, cui parteciperanno tra gli altri Bruna Bottesi di Netapp e Marco Icardi di Sas, e la seconda, dedicata ad innovazione e crescita, cui prenderà parte Simonetta Moreschini, Direttore Software Originale di Microsoft Italia.

 L’area Tlc&Network invece verrà sviluppata attraverso le testimonianze delle principali aziende operanti nel settore telecomunicazioni, mentre il settore Hardware, per la prima volta all’It Forum, vedrà i big dell’informatica mondiale dibattere sulla crescita del mercato di smartphone e tablet (Lenovo, Dell e Intel). La seconda sessione approfondirà lo sviluppo tecnologico dei settori Assicurativo, Banca e Finanza, Lusso e Moda, Retail e Grande Distribuzione, e infine la terza sessione si concentrerà sui settori Industria, Energia, Trasporti e Sanità.

Lupi, dopo la riconferma l’emergenza pedaggi e cabotaggio

Maurizio Lupi
Apprezzabile per CNA-Fita la riconferma di Maurizio Lupi al Ministero dei Trasporti che ottiene almeno un primo risultato ovvero la continuità nella gestione politica del dicastero. L’autotrasporto artigiano si aspetta adesso però una discontinuità reale per quanto riguarda le soluzioni alle
questioni aperte su cui lo stesso Lupi ha più volte rassicurato la categoria. Si parta dai pedaggi e si affronti subito anche la questione del cabotaggio. Per il primo punto attendiamo ancora gli sconti, promessi dal Ministro, che si chiede vengano concessi per recuperare i vergognosi aumenti subiti a partire dal primo gennaio scorso, con il telepass e direttamente al casello.

Per il secondo punto invece il Ministro si attivi subito in Europa affinché si possa mettere in azione quanto prima la clausola di salvaguardia per contrastare il cabotaggio estero che ha raggiunto livelli legali e non, insopportabili. Per tutto ciò non c’è più tempo e le decisioni devono arrivare puntuali nel breve periodo dimostrando che la politica di questo nuovo Governo sta realmente cambiando verso le emergenze più pressanti.

Nordafrica opportunità strategica per lo shipping italiano

Umberto Masucci
A margine dell’Africa Summit Milano, organizzato da Promos, MF e DLA Piper, Umberto Masucci, Presidente The International Propeller Clubs e International Propeller Club - Port of Naples ha dichiarato: “Come emerso oggi durante l'Africa Summit Milano organizzato da Promos, MF e DLA Piper a Milano, i paesi rivieraschi del Nord Africa rappresentano "la Cina d'Europa": più di 170 milioni di abitanti ed un Pil di oltre un trilione di dollari possono
trasformare quest'area nella vera locomotiva del Mediterraneo. In questo contesto le attività marittime sono strategiche visto che nell'area transita oltre il 30% del petrolio mondiale e visto che i Paesi dell’area basano il loro commercio sul trasporto marittimo per una quota che va dall’85 al 92%. Oltre il 70% del commercio fra Italia e Mediterraneo (per un valore superiore ai 40 miliardi di euro) è collegato ai traffici marittimi e si prevede un ulteriore sviluppo delle attività marittime in tutta l’area”.

 Per approfondire questi temi abbiamo organizzato all’interno della Naples Shipping Week che si terrà dal 23 giugno a Napoli una sessione specifica su “Campania e l’Italia come un ponte sul Mediterraneo, Aree di cooperazione per il cluster marittimo e industriale: focus su Nord Africa - lo sviluppo della Autostrade del Mare".

Presentato a Caserta Traspo Day 2014

Da destra l'Assessore Sergio Vetrella
ea Antonio Caturano
«Sono convinto che con Traspo Day 2014 abbiamo la grande occasione di valorizzare e di rilanciare regioni come il Lazio, la Campania, la Puglia e la Sicilia che sono di straordinaria importanza per l’economia italiana, aree che esprimono realtà rilevanti nel trasporto, hub fondamentali per la movimentazione nazionale e internazionale delle merci, porti e interporti che sempre più spesso vengono
inseriti nei flussi e nei corridoi dei traffici». Così ha concluso ieri Antimo Caturano, presidente del polo fieristico A1 Expo, alla conferenza stampa di presentazione di TRASPO DAY 2014, la fiera del trasporto e della logistica che si terrà dal 6 al 9 marzo nella struttura fieristica nelle immediate vicinanze del casello autostradale di Capua (Caserta). Alla conferenza stampa, che si è tenuta alla Camera di Commercio di Caserta, hanno partecipato il Presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone; l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella; l’assessore provinciale Pietro Riello, che ha portato i saluti del presidente Domenico Zinzi, impossibilitato a essere presente; il sindaco di Pastorano, Giovanni Diana; il segretario provinciale della CNA, Francesco Geremia e il segretario nazionale di Trasportounito, Maurizio Longo.

L’assessore Vetrella, da sempre in prima linea nella battaglia per la sicurezza stradale, ha ricordato come solo attraverso un impiego delle ultime tecnologie si possa far fronte a quella che oggi è una vera piaga sociale, gli incidenti stradali. Il suo obiettivo, ambizioso ma possibile, è quello di arrivare a dimezzare entro il 2020 il tasso di incidentalità del 50%. A Traspo Day, venerdì 7 marzo, l’assessore parteciperà a un convegno proprio sulla sicurezza stradale, in particolare sui problemi legati ai trasporti di merci pericolose.

Antimo Caturano ha voluto sottolineare quanto il successo, per certi versi inaspettato, dell’edizione 2012, che era anche la manifestazione d’esordio del Polo Fieristico, abbia influito sul numero e sulla qualità delle adesioni di quest’anno, come, per esempio, la presenza contemporanea – non succedeva da anni – delle “sette Sorelle”, i grandi costruttori europei di veicoli pesanti.

Verso Expo 2015: Design Italiano e Industria Alberghiera


Domani 26 febbraio a Milano, presso Palazzo Lombardia (Piazza Città di Lombardia, 1) si terrà il convegno “Verso Expo 2015: Design Italiano e Industria Alberghiera – Riqualificazione e ristrutturazioni. L’esperienza
della Regione Lombardia e l’Accordo Associazione Italiana Confindustria Alberghi – UniCredit”. La giornata, organizzata con la collaborazione di FederlegnoArredo, sarà introdotta da: Roberto Snaidero, Presidente FederlegnoArredo e da Roberto Maroni, Governatore Regione Lombardia. A seguire la tavola rotonda “Verso Expo 2015: Design italiano e industria alberghiera. Riqualificazioni e ristrutturazioni. L'esperienza della Regione Lombardia e l'accordo Confindustria Alberghi-UniCredit”, moderata da Paolo Foschini, Giornalista de Il Corriere della Sera, sarà a cura di: Alberto Cavalli, Assessore al Commercio, Turismo e Terziario; Gabriele Piccini, Country Chairman UniCredit Italia; Piero Galli, Direttore Generale Divisione Gestione Evento Expo 2015; Francesco Brunett¬i, Presidente Gruppo Turismo in Assolombarda Confindustria e Presidente di Confindustria Lombardia Turismo; Maria Carmela Colaiacovo, Vicepresidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi; Giovanni Anzani, Presidente Assarredo, Vicepresidente Vicario FederlegnoArredo. Chiuderà i lavori Giorgio Palmucci, Presidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi

Pubblicati online i dati dell’Autorità Portuale di Civitavecchia

Sede dell'Autorità Portuale di Civitavecchia
“Siamo una delle amministrazioni più trasparenti”, ha dichiarato Pasqualino Monti presidente dell’AP Civitavecchia, dopo la pubblicazione online dei dati su affidamenti e personale dell’Autorità Portuale di
Civitavecchia. L’Autorità Portuale ha pubblicato, nei termini previsti dalla normativa sulla trasparenza (che scadevano lo scorso 31 gennaio) i dati relativi al proprio organigramma, ai dirigenti, consulenti e collaboratori, nonché agli appalti ed agli affidamenti diretti. Molo Vespucci ha nel contempo risposto nei termini di legge alla richiesta di accesso civico presentata a gennaio dall’onorevole Marietta Tidei.
 «La mole di dati pubblicata è notevole - commenta il presidente dell’Authority Pasqualino Monti - e credo di poter affermare che la nostra sia una delle amministrazioni più trasparenti in assoluto. Le polemiche sulla presunta carenza di dati sul sito internet erano strumentali, in quanto i termini di pubblicazione scadevano a fine gennaio ed il lavoro, avviato già dalla fine dello scorso anno, è ‘‘in progress’’ con i vari uffici che hanno raccolto tutti i dati del 2013, relativi a centinaia di procedimenti amministrativi».

Campania Comunità Montane, Pietro Foglia (NCD):"Affrontare questione in Aula"


Stupore e meraviglia per il Presidente dell’VIII Commissione del Consiglio Regionale on. Pietro Foglia (NCD), per la soppressione delle Comunità Montane prevista da una norma del disegno di legge,
predisposto dalla giunta Caldoro collegato alla “legge di stabilità regionale 2014”. “Tale proposta sopraggiunge in modo insolito ed inatteso - spiega Foglia - a fronte delle decisioni assunte in sede di verifica preliminare del collegato nel corso del quale, avevo invitato a soprasedere a tale disposizione. Tale posizione, per altro, risulta nota anche in occasione di incontri svoltisi con le organizzazioni sindacali e con l’Uncem relativamente alle problematiche degli operai idraulico-forestali e delle spettanze economiche ad essi dovute.

Un cambio di prospettiva come quello previsto dalla giunta avrebbe quanto meno richiesto – ribadisce il Presidente dell’Ottava Commissione Consiliare - una preliminare analisi d’impatto, anche per i profili finanziari connessi all’ipotizzato trasferimento del personale delle comunità montane, che invece è mancata. Inoltre, si rilevano significativi elementi d’incertezza per la totale assenza di disposizioni volte a garantire la transizione, per altro, in contrasto con la perdurante vigenza di disposizioni statali, oltre che dello statuto regionale, che continuano a fare riferimento alla Comunità Montane quali soggetti destinatari di funzioni amministrative.

Monitoraggio rifiuti galleggianti nelle Bocche di Bonifacio


I risultati preliminari della campagna di monitoraggio invernale dei rifiuti galleggianti nella Regione transfrontaliera delle Bocche di Bonifacio, tra Italia e Francia, mostrano valori bassi rispetto ad altre aree
costiere nel Tirreno. I rifiuti marini stanno diventando un vero problema per la salute del mare. Grandi quantitativi di rifiuti giungono da terra e, soprattutto le plastiche, che non riescono a degradarsi possono essere ingeriti da tartarughe, cetacei ed uccelli. La plastica può frammentarsi in particelle più piccole che vengono ingerite dai pesci entrando così a far parte anche della catena alimentare dell’uomo.

Per poter valutare i quantitativi di plastica in mare, l’associazione onlus Accademia del Leviatano sta monitorando, in specifiche aree di valutazione nel Tirreno, la distribuzione e l’abbondanza di plastiche galleggianti più grandi di 25 cm. Per raccogliere i dati i ricercatori utilizzano un metodo sperimentale già utilizzato in altre parti del mondo ed adattato da ISPRA ed Università di Pisa per la situazione mediterranea. Il metodo utilizza per il monitoraggio i traghetti di linea come piattaforme di osservazione, permettendo così sia di poter monitorare aree di mare alto, sia di poter ripetere le osservazioni lungo la stessa rotta. I dati raccolti sembrano positivi: è stato infatti censito, nella regione delle Bocche di Bonifacio, dopo più 1100 km percorsi, circa un oggetto per km quadro.

 Questo valore aumenta del 50% proprio nell’area dello Stretto. Rispetto alle altre aree monitorate, l’arcipelago Toscano e le coste Laziali, il quantitativo di rifiuti censito è di circa la meta. I ricercatori coinvolti sottolineano, però, che il dato è preliminare e che riguarda solo il periodo invernale. Il turismo estivo, infatti, potrebbe apportare nell’area un maggior quantitativo di rifiuti.

Uscire dalla crisi si può con la separazione bancaria

L'aggravarsi della crisi finanziaria porterà presto alla confisca dei depositi bancari di cittadini ed imprese con la vana speranza di "salvare" le banche fallite piene di cartastraccia speculativa. Per evitare tutto ciò e terminare la crisi sistemica in atto, è necessario tornare a dividere le
banche commerciali (depositi e prestiti) da quelle d'affari (speculazioni e giochi da casinò) con il ripristino della legge Glass-Steagall, unico modo per salvare la civiltà e i diritti della popolazione.

 Sabato 1 marzo 2014, dalle ore, presso il Centro Congressi Ramada in Via Galileo Ferraris n.40 – Napoli, si svolgerà una conferenza-dibattito dal tema “Uscire dalla crisi : si può con la separazione tra banche ordinarie e banche d’affari–speculative. Una nuova legge Glass – Steagall”.

 La crisi che viviamo oggi è frutto di un processo lungo decenni, in cui si sono tolti i limiti ai mercati finanziari, fino alla abrogazione formale, in Europa come negli Stati Uniti, della regolamentazione che imponeva una separazione assoluta tra banche commerciali (depositi e prestiti) e banche d’affari-speculative secondo gli standards della legge Glass-Steagall, introdotta negli Stati Uniti da F.D. Roosevelt nel 1933 in risposta ai disastri finanziari che portarono alla Grande Depressione. Agli speculatori, quindi, è stata data la possibilità di agire con impunità, salvo poi chiedere agli Stati di salvarli quando falliscono.

L’assessore Vetrella a Caserta per presentazione Traspo Day 2014


Oggi, Lunedì 24 alle 11,30, presso la Camera di Commercio di Caserta, l’assessore ai Trasporti e alla Viabilità della Regione Campania Sergio Vetrella parteciperà alla conferenza stampa di presentazione di
Traspo day 2014, seconda edizione della Fiera del Trasporto e della Logistica, che si terrà dal 6 al 9 marzo prossimi nel nuovo Polo Fieristico A1 di Pastorano (Caserta). Alla conferenza interverranno il presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi, il sindaco di Pastorano Giovanni Diana, il presidente di A1 Expo Antimo Caturano, il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, il segretario nazionale di TrasportoUnito Maurizio Longo, il segretario provinciale della Cna Francesco Geremia.

Bollino di qualità per le scuole di vela Fiv


A partire da quest'anno, le Scuole Vela FIV possono ottenere un bollino di qualità, assegnato dalla FIV. La FIV prevede tre livelli di bollino, di seguito elencati dal più alto al più basso: - Scuola Vela FIV NODO
PIANO (***) - Scuola Vela FIV NODO PARLATO (**) - Scuola Vela FIV NODO BANDIERA (*) Come funziona il meccanismo di attribuzione del Bollino di Qualità? L'assegnazione dei bollini potrà avvenire unicamente per i circoli che ne faranno esplicita richiesta solo dopo aver attivato la domanda di scuola vela e attraverso il seguente iter: - Il Circolo invia una email di richiesta, su carta intestata, al proprio Comitato di Zona. N.B. nella richiesta dovranno essere indicati data di inizio della attività di Scuola Vela e contatti (email e cellulare) di un responsabile dei corsi, al fine di permettere al Comitato di Zona, eventualmente, di svolgere dei controlli; - Il Comitato di Zona comunicherà alla FIV il proprio parere, per consentire l'avvio della procedura di assegnazione dei bollini di qualità. - La FIV invierà un diploma relativo al conferimento del BollinodiQualità ai circoli ritenuti meritevoli.

Il Comitato di Zona, per l'assegnazione di uno dei tre bollini di qualità, farà esclusivamente riferimento ai parametri elencati di seguito e che saranno estrapolati automaticamente dalla reportistica del nuovo sistema di domanda di scuola vela. Pertanto, la titolarità ad ottenere il bollino prescinde da ogni discrezionalità, salvo la constatazione, da parte del Comitato di Zona, che le autocertificazioni siano rispondenti al vero.

Progetto Ue per l’uso marittimo del gas naturale liquefatto

Diffondere il gas naturale liquefatto per abbassare le emissioni inquinanti generate dal trasporto marittimo: è la mission del progetto “Costa”, che ha nella Regione Liguria uno dei principali soggetti coinvolti, cofinanziato dalla Comunità Europea per il 50%, per diffondere nel Mare Nostrum l’uso del Gnl quale combustibile alternativo ai derivati del petrolio. Partito due anni fa il progetto vede coinvolti quattro paesi membri Ue, Italia, Spagna, Portogallo e Grecia; per l’Italia il coordinamento è affidato alla direzione generale per il trasporto marittimo del Ministero Italiano delle Infrastrutture ed ora “Costa” è entrato nella fase finale che consiste nell’elaborazione di un piano per la costruzione di una rete di rigassificatori al servizio del trasporto marittimo SSS (short sea shipping – collegamenti corto raggio) nelle aree del Mar Mediterraneo, del Nord Atlantico e dell’Arcipelago delle Azzorre e Madeira. Per quanto riguarda l’Italia è previsto il coinvolgimento delle regioni costiere interessate ai collegamenti marittimi di corto raggio come la Toscana, la Campania, il Lazio, la Sicilia ed altre. La creazione in queste aree di un mercato del gnl stabile e diffuso svilupperà le grandi potenzialità delle Autostrade del Mare e la loro capacità di contribuire alla riduzione di emissioni inquinanti.

Governo: Confetra apprezza la conferma di Lupi alle Infrastrutture.

Nel rinnovamento della compagine governativa, la continuità garantita da Maurizio Lupi alla politica delle Infrastrutture e dei Trasporti riscuote l'apprezzamento del mondo della logistica rappresentato dalla Confetra, la Confederazione generale dei trasporti. "Oltre al tema dei lavori
pubblici, indiscutibile volano per la ripartenza economica, particolare attenzione dovrà essere dedicata alle riforme istituzionali (portuale, aeroportuale, ferroviaria e stradale), indispensabili per ridare slancio al nostro sistema logistico" afferma il Presidente Confetra Nereo Marcucci. Anche la scelta dei Sottosegretari, tra i quali Confetra segnala la candidatura dell'on. Oliaro, dovrà essere coerente con questo indirizzo.

La Spezia, accordi con l’autotrasporto per decongestionare il porto


Si chiama “corridoio controllato” ed è la procedura sperimentata a La spezia per consentire ai containers sbarcati nel porto di poter essere immediatamente instradati nel retro porto di Santo Stefano Magra dove
verranno espletate le operazioni doganali relative alla merce. Questa procedura consentirà di velocizzare le operazioni di sbarco liberando subito le banchine del porto che così potranno aumentare la ricettività eliminando i tempi burocratici per i controlli che così verranno effettuati a Santo Stefano Magra. Si spera che la sperimentazione del corridoi controllato (che vede coinvolti Agenzia delle Dogane, AP di La Spezia e Capitaneria di Porto) abbia successo in modo che possa essere estesa a tutti i porti d’Italia che siano nelle medesime condizioni operative.

Contestualmente l’Autorità portuale ha chiuso un accordo tra le associazione di autotrasporto Fita Cna, Confartigianato trasporti, Trasportounito, Anita e i terminalisti portuali per rendere più fluida questa sperimentazione in attesa che si completi il progetto della piattaforma Ap Net per creare un'unica interfaccia di comunicazione fra operatori ed enti. Si punta a digitalizzare tutti i servizi di gestione anche per ridurre code e tempi di sosta per il carico-scarico delle merci e a migliorare la sicurezza nell'area portuale.

Rapporto 2013 sull'agricoltura biologica in Italia

Il Bioreport 2013 offre una panoramica del settore biologico italiano, sia analizzando i dati congiunturali disponibili sia approfondendo alcuni suoi aspetti rilevanti tramite indagini ad hoc. I dati di questa edizione confermano il ruolo sempre più importante che il settore va assumendo
nel contesto dell'agricoltura italiana: non più solo nicchia ma modello produttivo innovativo e interessante sotto il profilo sia economico che sociale e ambientale.

SAS: voli diretti da Napoli per la Scandinavia


SAS, principale vettore della Scandinavia, ha annunciato due nuove rotte estive da Napoli per Copenaghen e Stoccolma durante il periodo di alta stagione. I voli diretti offriranno ai passeggeri la possibilità di scoprire
le bellezze delle capitali scandinave e di sfruttare al meglio le connessioni del network SAS con più di 60 destinazioni in Scandinavia e Finlandia.

 I voli per la capitale danese, Copenaghen, opereranno 2 volte la settimana, il martedì e il giovedì, dal 1 luglio al 7 agosto 2014. Il tempo di volo è di 2h35. I voli per la capitale svedese, Stoccolma, opereranno anch’essi due volte la settimana, il mercoledì e il sabato, dal 21 giugno al 9 agosto 2014. Il tempo di volo è di 3h20.

Sdoganamento a Mare e Sportello unico, Genova scalo pilota

Il preclearing o sdoganamento a mare delle merci è uno strumento riformatore che il mondo dello shipping nazionale attende da tempo con grandi aspettative per recuperare il gap che lo divide dai grandi porti del Nord Europa e che ha visto coinvolti per la sua implementazione la
Capitaneria di Porto, la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle dogane. In via sperimentale è in vigore nel porto di Genova, ma una volta a regime darà competitività al sistema portuale nazionale incidendo in modo significativo sui tempi e qualità dei servizi: il punto focale di questa procedura è la possibilità per gli spedizionieri doganali di convalidare il manifesto di carico della nave mentre questa è ancora in arrivo, prima bisognava aspettare lo sbarco della merce per chiudere una serie di operazioni doganali.

Un intervento a costo zero per le casse dello stato, ma che produrrà grandi benefici ai traffici ed agli operatori. L’immediato e atteso successo già da questi primi giorni di uso del preclearing ha indotto vertici dell’autorità portuale genovese a spingere anche sulla richiesta dello sportello unico doganale, altro strumento di semplificazione burocratica molto atteso.

Questionario su valori culturali del sito Unesco di Villa Adriana


Lanciata la consultazione riguardo l’impatto della lottizzazione Nathan sull’area archeologica di Villa Adriana. Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha conferito ad un team esterno di esperti l’incarico di redigere la valutazione di impatto sui valori culturali del sito UNESCO di Villa Adriana.

Tra i vari strumenti utilizzati per un’ampia valutazione delle problematiche relative all’impatto sul patrimonio, rientra anche il questionario volto a misurare la percezione che i cittadini e gli italiani hanno di Villa Adriana, e di cosa penserebbero se si costruisse nella zona cuscinetto del sito UNESCO.

Assoprovider apre la via allo sviluppo delle startup nei servizi Internet

Il new deal italiano ha una data: 19 febbraio 2014. Per chi si occupa di telecomunicazioni, cioè di reti banda larga e ultralarga, questo giorno si può ben inquadrare con l'inizio della rivoluzione dal basso. È sfuggito ai più, ma con "destinazione Italia" sono saltati alcuni lucchetti che tenevano
ben blindato e bloccato, il mercato delle TLC. Come accaduto con il grande sviluppo del wi-fi grazie al recepimento delle direttive UE (voluto e ottenuto da Assoprovider), anche quello delle reti fisse per l'ultra broad band si prepara a divenire un mercato destinato ad una forte accelerazione, grazie alla rimodulazione dell'allegato 10 del Codice delle comunicazioni.

 Grazie a questo intervento legislativo si è finalmente superato l'ostacolo più grande per le PMI italiane ad entrare nella competizione sulle reti e i servizi Internet, costituito da soglie di contributi amministrativi troppo elevate, senza logica di proporzionalità causando forte discriminazione competitiva tra operatori.

Al di là dei tecnicismi dell'argomento, l'azione svolta da Assoprovider ha la finalità di agevolare l'accesso al mercato delle TLC, di tutte le imprese innovative di qualsiasi dimensione, proprio per la grande accelerazione che queste possono dare allo sviluppo delle reti di nuova generazione; costituisce una possibile risposta dal basso ai grandi dibattiti senza fine sullo scorporo della rete rame e sul modello possibile per la rete del futuro in fibra ottica.

Autostrasporto: Guida (Filt), ok a clausola salvaguardia

“Condividiamo la richiesta della Cna Fita per un intervento del Governo che verrà, per sospendere temporaneamente le attività di cabotaggio nel nostro Paese, attivando la clausola di salvaguardia”. 
A sostenerlo è la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida in
merito all’invito, rivolto ai sindacati di categoria, da parte dell’associazione datoriale delle imprese di trasporto merci e persone, ad unirsi alla richiesta al nuovo esecutivo e sottolineando che “da tempo come organizzazioni sindacali siamo impegnate a livello internazionale attraverso l’ETF, la Federazione europea dei sindacati dei trasporti, a denunciare e contrastare l’abuso della disciplina europea del cabotaggio, finalizzato a pratiche di concorrenza sleale che stanno fortemente soffocando le imprese virtuose e, di conseguenza, l’occupazione nel mercato italiano del settore”.

Secondo la dirigente sindacale della Filt infine “l’appello della Cna Fita dovrebbe essere condiviso, oltreché dal sindacato, anche da tutte le associazioni di rappresentanza dell’autotrasporto, non solo quelle artigiane”.

CLIA Europe per la crescita del turismo marittimo

CLIA Europe, la principale associazione di rappresentanza in Europa del settore delle crociere, comparto che impiega circa 330.000 persone nel vecchio continente, accoglie con favore la nuova strategia per la crescita e l'occupazione nel turismo marittimo e costiero, pubblicata dalla
Commissione Europea e finalizzata a sostenere il potenziale del turismo costiero e marittimo quale fattore chiave per la crescita e la creazione di posti di lavoro in tutta Europa. Robert Ashdown, Segretario Generale di CLIA Europe ha dichiarato:
"CLIA Europa accoglie positivamente la nuova strategia della Commissione Europea per la crescita e l'occupazione nel turismo marittimo e costiero pubblicata ieri. Nonostante la difficile situazione economica, il settore delle crociere in Europa ha continuato a crescere, con unosviluppo forte e sostenibile che siamo pronti a proseguire in futuro. Continueremo a collaborare con la Commissione Europea per valorizzare ulteriormente il potenziale, unico in Europa, delturismo marittimo e delle attività costiere. Insieme crediamo di poter rilanciare l'industria del turismo e dare un contributo significativo alla crescita e alla creazione di posti di lavoro in tutta Europa". “Siamo molto soddisfatti, la Commissione Europea ha riconosciuto l’importante contributo del settore delle crociere alla crescita e all'occupazione in Europa, dove nel 2012 il comparto ha generato spese dirette di 15.5 miliardidi Euro e occupazione per 330.000 persone. E 'stata una delle poche industrie in Europa a crescere durante la crisi economica ".

Confetra, Fedespedi e Federagenti propongono Roberta Oliaro a Sottosegretario

Il mondo dello shipping nazionale e della logistica, rappresentato da Confetra, Federagenti e Fedespedi, lancia un accorato ed unanime appello al Presidente del Consiglio incaricato, Matteo Renzi, affinché nell’intenso e complesso lavoro di composizione dei Ministeri e della squadra di Governo tenga conto della necessità, da diverse legislature
manifestata ma sempre puntualmente trascurata, che questi settori possano contare sulla competenza di un Sottosegretario in grado di leggere e trasdurre le necessità di uno dei settori a più alta complessità.

La confederazione del trasporto (Confetra) e le due principali federazioni nazionali, Federagenti e Fedespedi, hanno individuato e propongono al Presidente del Consiglio la candidatura dell’Onorevole Roberta Oliaro quale persona che meglio e più compiutamente incarna i desideri del settore.
 «Con Lei - affermano i presidenti di Confetra, Federagenti e Fedespedi - ci sentiremo tutti finalmente rappresentati ed in grado di dialogare con una persona che conosce e vive i problemi delle nostre aziende. Stiamo parlando di un settore che conta oltre 120 mila aziende, 1,5 milioni e mezzo di lavoratori, tra diretti ed indotto, ed un contributo al PIL nazionale di oltre 3 punti percentuali. Eppure, nonostante questi numeri, il nostro Paese ha fino ad oggi ignorato riforme ed interventi essenziali, spesso a costo zero, per garantire un futuro a questo comparto economico ed alle centinai di migliaia di lavoratori».
 «Il nostro è un comparto strategico per l’economia nazionale, eppure colposamente trascurato. Guardiamo con invidia all’attenzione che paesi come Germania ed Olanda hanno assegnato a questo settore, trasformandolo nella locomotiva trainante l’economia e l’occupazione. In questi paesi si è investito anche nelle competenze che Vice Ministri ed alti Funzionari hanno della materia al fine di dare risposte concrete ad imprese d operatori. Vorremmo che questo modello vincente trovasse con il Governo Renzi finalmente dignità anche nel nostro Paese. Ecco perché abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento di parlare chiaro e di chiedere apertamente di affidare ad un tecnico responsabilità ministeriali di concreto sostegno ai nostri settori».

Da Grangusto a Napoli, il pane è un’arte


Fare il pane è un’arte: è questa la filosofia seguita da Grangusto, mercato di eccellenze e polo del gusto a Napoli. Cinque fornai, scelti tra gli abili maestri di San Sebastiano al Vesuvio, ogni giorno lavorano e
sfornano oltre 70 varietà di pane più volte al giorno fino alle ore 20. A rendere unico il pane di Grangusto è la cura di ogni passaggio a cominciare dal forno a legna con camera separata e con suolo di cottura in pietra: un forno di moderna concezione che si avvale esclusivamente di tronchetti biologici di puro faggio provenienti da boschi selezionati.

 a particolare fragranza e l’intenso aroma dipendono da una tecnica di cottura tradizionale, dall’accurata lavorazione di farine altamente selezionate, provenienti dai migliori molini italiani, oltre che dall’utilizzo del lievito madre. I panettieri di Grangusto sono stati selezionati tra i più abili maestri dell’arte bianca delle aree vesuviane che si tramandano da generazioni l’arte della panificazione donando al pane quel sapore di autentico e preservandone la genuinità.

Fare il pane implica concentrazione e meditazione: il contatto con il lievito madre, materia viva, l'impasto che nasce e cresce sotto il palmo delle mani, che respira coperto dal telo di lievitazione, la luce del forno acceso, l'odore caldo e tostato, il profumo di storia e di antico, sono ingredienti fondamentali.

 Lo studio dei grani e delle farine, oltre che dei possibili matrimoni con ingredienti genuini preparati nelle cucine di Grangusto, è un passaggio fondamentale della produzione, che permette di arricchirsi di una sempre più ampia varietà di offerta. Oltre ai pani semplici ci sono impasti ricchi e saporiti; tra i pani farciti ci sono quello ai friarielli, ai peperoni, alle zucchine, alle scarole, alle nocciole, alle noci, ai funghi, alle melanzane, ai pomodori, ai peperoncini, alle olive verdi ed a quelle nere.

Il Sistema doganale può essere leva competitiva.


Si è tenuto a Roma, presso la sede di Confcommercio, il seminario dal titolo “Le novità proposte dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli allo scopo di facilitare il rapporto con l’utenza”, organizzato da
Confcommercio in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Presentate agli operatori le novità proposte dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (semplificazione dell’attività dello Sportello unico doganale con particolare riguardo all’Expo 2015, armonizzazione del sistema sanzionatorio doganale previsto dal regolamento UE 952/2013 che istituisce il Codice doganale dell’Unione, pagamento dei diritti doganali tramite bonifico bancario/postale online).

 Giovanni De Mari, Presidente del Consiglio degli Spedizionieri Doganali è intervenuto al convegno per illustrare la procedura dei controlli sulla merce di interesse sanitario ed ha poi dichiarato: “In ambito europeo, la mancata armonizzazione di norme e procedure spesso produce la distorsione dei traffici. In Italia, esiste un livello di frammentazione e di segmentazione dei controlli che non trova riscontro negli altri Paesi dell’Unione; a tale fenomeno è da attribuire l’allontanamento dal nostro Paese delle merci che pur destinate al mercato italiano, transitano attraverso altri porti del Nord Europa e contribuiscono all’arricchimento del comparto logistico di tali paesi, determinando una grave perdita di gettito e ricadute negative in termini occupazionali nel settore della logistica.

Il recupero dei volumi di merci destinate al nostro Paese che al momento transitano attraverso il territorio di altri Stati membri dell’Ue - continua De Mari - produrrebbe un maggior gettito di circa 180 milioni, tra dazi e tasse portuali. In questo contesto assume particolare importanza, anche in prospettiva di EXPO 2015, l’attivazione dello Sportello Unico Doganale che mediante la trasmissione telematica permette l’interoperabilità tra i vari organi di controllo. Le attività di controllo convergeranno in un unico contesto spazio-temporale riducendo i costi di stoccaggio e di movimentazione dei containers.

Appena completata questa fase si potrà attuare la seconda fase ovvero il pre-clearing o sdoganamento in mare delle merci, perseguendo l’obiettivo di decongestionare le strutture portuali, interportuali ed aeroportuali. Queste misure permetteranno di ridurre le criticità che affliggono il Sistema Italia ed in particolare quello logistico”.

Top