ads

------------------------------------------------------------------------------------------------

Translate

Slider[Style1]

Style3(OneLeft)

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Civitavecchia ospita l'Annual Conference dell'EPCSA

Il prossimo 4 Giugno nella Sala conferenze dell'Autorità Portuale di Civitavecchia, Pasqualino Monti, Presidente dell'Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino e Gaeta, aprirà i lavori del convegno internazionale sui trasporti marittimi organizzato a pochi mesi dall'entrata in vigore della Direttiva 65/2010, che, a partire dal 1 Giugno 2015, prevede l'obbligo dello scambio dati elettronico per le merci in transito nei paesi UE.
Dopo le precedenti edizioni dell'Annual Conference dell'EPCSA (Europen Port Community System Association), tenutesi a Ginevra nel 2012 ed a Bruxelles nel 2013, sarà il porto di Civitavecchia ad ospitare l'edizione 2014. “Siamo onorati che l'EPCSA - spiega Pasqualino Monti - abbia scelto il porto di Civitavecchia come sede di questo importante evento, a testimonianza che il nostro scalo nel panorama europeo è andato via via acquisendo sempre più importanza e centralità. Il valore e l'internazionalità di questo convegno è data - prosegue Monti - dal fatto che si sono già registrati e accreditati, per partecipare ai lavori, oltre 150 delegati provenienti da tutta Europa e anche dall'Australia. Questo rappresenta un risultato strategico e fondamentale per il nostro porto sempre attento agli sviluppi e alle indicazioni che ci vengono dall’Europa, soprattutto in considerazione del fatto che, ormai tra pochi giorni, ed esattamente a partire dal prossimo 1 Luglio, l’Italia assumerà la Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea”.

Rossi (Filt), denunceremo a Magistratura deriva antisindacale Meridiana


“Si celebra oggi l'ennesima pagina nera della vita di un’azienda in piena deriva antisindacale e dalla quale ormai ci si può aspettare di tutto”. Così il segretario nazionale della Filt Cgil Mauro Rossi sullo sciopero di
ieri di tutti i dipendenti della compagnia aerea Meridiana contro i licenziamenti di massa, spiegando che “l’azienda, avendo stimato un adesione praticamente totale allo sciopero, peraltro verificatasi, ha noleggiato equipaggi e aeromobili di altre compagnie, anche straniere, ed i passeggeri che oggi riusciranno a volare Meridiana si troveranno su aeromobili di altre aziende e probabilmente senza nessuno dell’equipaggio che parla la lingua italiana”.

Secondo il dirigente sindacale della Filt nazionale “i costi vertiginosi di queste iniziative, gli aeromobili Meridiana a terra, gli atti sempre più in spregio delle normative vigenti segnano un punto di non ritorno e siamo costretti a denunciare quanto in atto alla Magistratura e all’Ente Nazionale Aviazione Civile. La dirigenza di questa azienda è pericolosa - denuncia infine Rossi - ed evidentemente ha mandato dall'Aga Khan di procedere alla distruzione di una realtà economica irrinunciabile per la Sardegna e per il trasporto aereo nazionale”.

VSL cresce in Asia con le eco-ship


VSL annuncia di aver perfezionato in poco più di una settimana, con i vari in Vietnam della tanker High Sun (in partnership con d’Amico International Shipping –DIS) e in Cina della dry Giulia I, le prime due operazioni
di inserimento di navi eco nella propria flotta. Grazie ad un design unico, le due navi garantiranno un risparmio medio di combustibile e conseguente riduzione delle emissioni di Co2 del 20-25% al giorno (con nave a pieno carico e velocità costante di 14 nodi). VSL, che investe esclusivamente nel settore dello shipping, conferma la fiducia su questo mercato e in particolare sulla capacità delle nuove navi eco di offrire, rispetto alle navi convenzionali, significativi benefici, in termini di performance, di attrattività verso i grandi clienti internazionali, nonché un significativo ritorno sul capitale investito per gli investitori.

 Le caratteristiche delle due navi consentiranno non solo di fare fronte ad aumenti previsti del costo del carburante, derivanti da norme più stringenti per le emissioni di zolfo in aree ECA (Emission Controlled Areas), ma anche una maggiore flessibilità commerciale con l’accesso a contratti di noleggio che non sempre sono disponibili per navi convenzionali.

 La Medium Range Product Tankers “High Sun”, varata il 22 maggio 2014 nei cantieri Hyundai-Vinashin Shipyard, misura 183 metri di lunghezza e 32 metri di larghezza, e può trasportare un carico di 50.000 tonnellate, mentre la Giulia I è stata realizzata a Yangfan, in Cina, con un tonnellaggio di circa 39000 dwt, lunga 180 metri e larga 30 metri. Il ruolo di VSL si esprime essenzialmente nel mettere al servizio delle partecipate il proprio specifico know-how nella redazione e verifica dei piani industriali, nel monitoraggio dei complessi aspetti finanziari tipici dell’attività di settore, nel dare accesso alla partecipata a strumenti di ricerca di mercato professionali per mezzo dei quali si migliora l’efficacia dei processi decisionali.

VITIGNOITALIA edizione n°10

Martedì 3 giugno ore 12.00 si terrà la conferenza stampa presso la Sala Consiglio della CCIAA di Napoli di presentazione della decima edizione di Vitignoitalia. Saranno presenti Maurizio Maddaloni Presidente
Unioncamere Campania, Fulvio Martusciello, Assessore alle Attività Produttive di Regione Campania, Daniela Nugnes, Assessore all’Agricoltura di Regione Campania, Enrico Panini, Assessore Lavoro e Attività Produttive Comune di Napoli e Maurizio Teti, Direttore di Vitignoitalia.

Vitignoitalia, il Salone nazionale del vino e dei territori vitivinicoli, si aprirà a Napoli, a Castel dell’Ovo, domenica 8 giugno e proseguirà fino al 10 giugno. In arrivo in città oltre 200 aziende vitivinicole da tutta Italia, 35 buyers esteri, 50 giornalisti nazionali e internazionali. Vitignoitalia, giunto alla X edizione, è realizzato da Hamlet srl con il patrocinio e la collaborazione di Unioncamere Campania, Regione Campania - Assessorato all’Agricoltura e Assessorato alle Attività Produttive - Comune di Napoli, Italian Trade Agency, e con il patrocinio morale di Unione Italiana Vini.

Dal Satec ligure all’Italia insulare per il rilancio della nautica


“Dalla fine del 2008 ad oggi l’economia internazionale, ed in particolare quella italiana, ha vissuto una crisi epocale, che ha modificato in modo radicale ed irreversibile il nostro modo di pensare e di lavorare. La crisi
economica è stata durissima e, nel tempo, è diventata crisi di fiducia, crisi di identità, e senza troppo drammatizzare, oserei dire crisi di esistenza stessa del settore nautico in Italia”. Così il neoeletto presidente di UCINA Massimo Perotti al Satec di Santa Margherita Ligure, nell’annuale assemblea dell’Associazione, inizia il suo “percorso presidenziale” in un’Associazione spaccata al suo interno con vere a proprie “fughe” tra i suoi associati più prestigiosi che rischiano di mettere in forse la vita della stessa Associazione oltre che il prossimo Salone Nautico Internazionale di Genova poco attraente e forse anche competitivo rispetto a quello di Cannes.

 Ecco allora quali saranno le linee di azione del Programma Perotti/UCINA in 8 punti: dal fare sistema alle relazioni istituzionali, all’internazionalizzazione, al credito, ai prodotti e servizi al cliente, alla piccola nautica e cultura del mare e, infine, alla NewCo. “Saloni Nautici”. Per quanto riguarda la rappresentatività di UCINA: allargare la base associativa coinvolgendo la filiera espandendo la categoria degli Affiliati esplorando nuove aree di attività affini alla nautica; scoraggiare attività territoriali parallele e concorrenti; attribuire deleghe agli Associati perché costituiscano il raccordo dell’Associazione con il territorio.

Qui, a nostro avviso, il primo grossolano errore quando ci si vuole identificare come l’unica rappresentanza della realtà produttiva nazionale ma, ancora peggio, quello di scoraggiare le attività territoriali parallele e concorrenti. Concorrenti in che cosa? Una visione quanto meno “miope” che non agevolerà sicuramente il rilancio del mercato domestico e della nautica cosiddetta sociale vero elemento propulsore per centinaia di cantieri del Paese ma soprattutto per il rilancio del turismo nautico e la crescita del settore mentre nel Paese, con porti ancora semivuoti, sono in corso di realizzazione altri 20.000 posti barca. Massimo Bernardo

Il nuovo “Antico Rettilario” dello Zoo di Napoli


Lunedi 2 giugno dalle ore 11,30 si visiterà il nuovo Antico Rettilario dello Zoo di Napoli, dopo una attenta ristrutturazione ed il fedele ripristino della struttura originaria edificata nel 1940 per la stessa destinazione finale, ma abbandonata da venti anni ad un lento degrado. Fu l’architetto Luigi Piccinato a progettare all’interno dell’area destinata al Giardino Zoologico le strutture oggi tutelate dalla Sovrintendenza come anche “il padiglione per i rettili caratterizato da una galleria centrale pilastrata affacciantesi, da un lato, sull’area destinata agli alligatori, coperta da una semivolta traslucida e, dall’altro lato, su una sequenza di piccoli ambienti illuminati da luce artificiale ospitanti varie specie di serpenti e riproducenti, a ognuno di essi, un diverso microclima”. Così rinasce il Rettilario e da antico, si impreziosisce di nuova tecnologia, con temperature, umidità e luminosità differenti a seconda della tipologia e del luogo di provenienza degli animali, con ambienti dedicati e studiati anche nella scelta della vegetazione più idonea alle diverse specie di rettili, in particolare per il Boa Constrictor Imperator, il Morella Spilota, l’Eunectes Notaeus e poi il Basiliscus Pluriforms, il Mesoclemmys Nasuta, il Gerrhosaurus Nigrolineatus, che abiteranno la struttura. Oltre alla Cyclura Cornuta che momentaneamente sarà ammirata nell’area con laghetto del rettilario destinata agli alligatori, che in un futuro prossimo si riapproprieranno del loro habitat. Il progetto del nuovo Zoo di Napoli, non si è mai fermato, giungendo oggi ad un importante traguardo, tra i tanti in programma. Infatti, lo zoo oltre ad essere aperto tutti i giorni compresa la domenica, dalle ore 9 al tramonto, nonostante i lavori in corso (come della zona fattoria che è in dirittura d’arrivo) sta attuando una trasformazione impegnativa degli 80000 mq, tesi a renderlo luogo ideale per le famiglie dove trascorrere il tempo libero, grazie anche alla lussureggiante vegetazione, in parte esotica.

WhWhy Venice? That’s answer!


L’International Propeller Club Port of Venice sbarca alla Naples Shipping Week quando sono stati i grandi temi del futuro prossimo della portualità dell’Europa Sud orientale i veri protagonisti della recentissima storia
dell’economia marittima e del trasporto del Paese: il progetto NAPA e la piattaforma offshore; la crocieristica e il transito delle grandi navi per il bacino San Marco; la bonifica e la riqualificazione di Porto Marghera; il sistema aeroportuale del Triveneto tra i grandi hub europei. Quattro pilastri che, grazie all’impegno di pubbliche istituzioni e imprenditori per ricercare nuove sinergie, determineranno la sorte di migliaia di posti di lavoro in un’area strategica della nuova Europa oggi impegnata più che mai a fare sistema tra le due sponde dell’Adriatico nel Mediterraneo Orientale.

 In questo contesto il Club Port of Venice si è fatto portavoce delle pressanti istanze del mondo imprenditoriale associato, spesso ricorrendo a provocatori talkshow che hanno avuto il merito, con confronti e dialoghi diretti, di mettere a nudo tutte quelle problematiche e quelle incongruenze che, fino ad un recente passato, non hanno certo contribuito, proprio per la mancanza di dialogo, a far massa critica e sistemica per affrontare quel nuovo ruolo che la globalizzazione ha imposto a questa terra di confine.

Certamente è solo l’inizio di un percorso complesso e difficile quando il salto, com’è d’obbligo, deve essere soprattutto culturale ed è proprio per questo che il Port of Venice, allargando i suoi meeting a giovani laureandi delle facoltà di Economia e Giurisprudenza della Galileiana di Padova, ha inteso coniugare la pluriennale esperienza dei propri soci alle nuove professionalità che queste discipline potranno partorire per il mondo del trasporto mentre è in atto un agreement con i rappresentanti di Atena e con alcune facoltà dello IUAV di Venezia per la progettazione e architettura navale . Massimo BERNARDO Presidente International Propeller Club Port of Venice

Pesca illegale nelle acque territoriali, bloccato peschereccio tunisino


Diciannove pescatori di nazionalità tunisina sono stati sorpresi intorno alle 3 del mattino di ieri dai militari della Guardia Costiera di Lampedusa, intenti a pescare all’interno delle acque territoriali italiane, in violazione
al Decreto legislativo 4/2012. L’equipaggio, a bordo di un peschereccio di 24 metri battente bandiera tunisina, si trovava a sei miglia a ovest di Lampione. Sul posto la motovedetta Cp 265 che, rilevando l’attività illecita, ha intimato al comandante del motopesca di interrompere le operazioni e di dirigere verso il porto di Lampedusa, dove gli sarebbe stata comminata una sanzione amministrativa e il sequestro dell’unità, secondo quanto previsto dalla normativa in vigore.

Tuttavia il peschereccio, ignorando l’alt intimatogli dai militari della Guardia Costiera, ha interrotto la pesca e si è dato alla fuga. Tra l’unità militare e il peschereccio tunisino c’è stata una collisione, sulla quale è in corso un’indagine da parte della Procura di Agrigento volta ad accertare le cause. La fuga dei pescatori tunisini è però durata poco. Durante le delicate quanto concitate fasi dell’inseguimento, alle quali ha preso parte anche un’unità navale della Guardia di Finanza, si è riusciti a bloccare il motopesca, successivamente scortato in sicurezza fino al porto di Lampedusa dove ora è ormeggiato e a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Nel corso dell’accertamento a bordo, i militari della Guardia Costiera hanno rinvenuto circa 500 cassette di pesce, dal peso complessivo di circa 10 tonnellate. Il prodotto è stato prontamente confiscato, oltre ad un chilometro e mezzo di rete. Sono ora in corso accertamenti per accertare responsabilità dell’accaduto.

Ghiotta occasione per i viaggiatori golosi

A Milano, Torino, Verona, Bologna, Genova Brignole, Roma e Napoli si fa festa. L’occasione è il venticinquesimo compleanno di Magnum che impone ai viaggiatori in attesa del treno una tappa golosa. Da
Nord a Sud Italia, infatti, sono queste le sette stazioni ferroviarie che ospitano fino al prossimo settembre i temporary store Algida dove si può degustare il principe del gelato o al gusto preferito. Un’ambientazione esclusiva, dal sapore estivo e un po’ vintage, in puro stile Algida, che dopo il successo riscosso lo scorso anno, ritorna in un maggior numero di stazioni e per un periodo di sei mesi. Con l’arrivo della primavera e in vista dell’estate e delle vacanze tanto attese, Algida dedica ai viaggiatori una pausa golosa all’insegna della gioia di vivere e della freschezza. Non a caso gli arredi delle “case Algida”, veri e propri monomarca con tutti i prodotti della gamma e tutte le esclusive novità, sono stati scelti per far vivere al viaggiatore l’atmosfera tipica della spiaggia e delle vacanze al mare. I sette temporary store sono, dunque, tappe obbligate per chi, prima di intraprendere un viaggio - breve o lungo che sia – o appena giunto a destinazione, vorrà dedicarsi un po’ di relax con i gelati del famoso brand: dal classico Cornetto, da anni nel cuore degli italiani, al goloso Magnum dedicato a chi vive la “pausa gelato” come un momento di puro piacere. Per sei mesi fino al prossimo settembre, nelle “case Algida” sarà possibile scegliere il gelato al gusto preferito o cogliere l’occasione per scoprire il gelato del mese, celebrato con un posto d’onore in vetrina.
Eduardo Cagnazzi

“Ultima chiamata per ridare subito competitività ai porti”

“E’ ormai indispensabile e urgente un provvedimento del governo che agisca immediatamente sui gangli sensibili della competitività del sistema portuale e quindi di quello logistico”. E’ quanto afferma Pasqualino Monti, Presidente di Assoporti, che ha sottolineato l’urgenza di una misura che recepisca al suo interno le indicazioni principali
tracciate dall’Associazione dei porti italiani. Indicazioni di ordine pratico “che determinino da subito – ha sottolineato - un innalzamento globale degli standard di efficienza del sistema portuale nazionale e che quindi lo rendano più competitivo in un mercato dello shipping mai come oggi aggressivo e spietato con chi ne viola le regole. Le misure di cui parliamo – prosegue Monti – sono quelle relative alla sburocratizzazione delle procedure doganali con spostamento delle stesse dal porto al territorio, al riconoscimento pieno e inequivocabile alle Autorità portuali del ruolo di coordinamento di tutti i soggetti istituzionali e autoritativi che operano in ambito portuale; ma anche alla parallela sburocratizzazione delle procedure autorizzative relative ai dragaggi e ai piani regolatori dei porti, allo snellimento complessivo della governance delle Autorità portuali, all’autonomia finanziaria come strumento effettivo per selezionare anche le priorità del sistema logistico nazionale, nell’ottica dei corridoi comunitari e comunque di coordinamento che oggi non esiste”.

Concorso fotografico “Shoot Your Port”

Tra le numerose iniziative messe in campo dal Propeller Club di Napoli in occasione della Naples Shipping Week anche la seconda edizione del concorso fotografico “Shoot Your Port”. Il concorso fotografico è aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni non ancora
compiuti alla data del 6 giugno 2014 ed è completamente gratuito. Ciò che viene chiesto ai partecipanti è di catturare in uno scatto il significato da essi dato al porto di Napoli, come è immaginato, come è vissuto. I criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità, la contemporaneità dell’opera, la novità oggettiva della propria ricerca. Non vi saranno limitazioni di soggetto, tecnica o stile purché il tema sia attinente alle tematiche del concorso.
Ogni concorrente potrà presentare al massimo 2 foto - a colori o in B/N; le stampe dovranno essere inviate per posta o consegnate a mano alla Segreteria dell’International Propeller Club Port of Naples – Calata Trinità Maggiore n. 53 – 80134 NAPOLI entro e non oltre il 16 giugno 2014. Entro lo stesso termine il relativo file dovrà essere trasmesso, a mezzo posta elettronica, all’indirizzo
ShootYourPort@gmail.com.
La premiazione si terrà il 26 giugno nel corso della Naples Shipping Week. I vincitori verranno contattati esclusivamente all’indirizzo email indicato nella scheda d’iscrizione. I primi tre classificati riceveranno una targa premio; sono stati inoltre messi in palio 20 ingressi gratuiti al cinema da parte del Cral dell’Autorità Portuale di Napoli e tre visite del Porto via mare dal Gruppo Ormeggiatori. Il concorso è organizzato in collaborazione con il Gruppo Ormeggiatori, la rivista mensile PORTO&diporto e lo Studio Coccia – Consulenti del lavoro

Il Consorzio Zai di Verona aderisce a Confetra Nord Est

Confetra Nord Est saluta con piacere l'adesione all'Associazione del Consorzio Zai di Verona una delle principali realtà della logistica di tutto il Nord Est  ma anche d'Italia.
Costituito sessant'anni fa, il Consorzio Zai ha realizzato una delle prime aree industriali strutturate del Paese
ed ha creato l'Interporto Quadrante Europa, primo in Italia per volumi di traffico combinato delle merci.
«Sono davvero contento che il Consorzio Zai di Verona abbia  scelto di entrare a far parte di Confetra Nord Est - commenta il presidente Paolo Salvaro - perché si tratta di una delle principali realtà del settore in Italia. L'adesione è quindi motivo di grande soddisfazione anche alla luce del know how e dell'esperienza che il Consorzio stesso potrà mettere a disposizione della Associazione. E' indirettamente un riconoscimento all'impegno che tutti gli associati hanno messo e continuano a mettere nelle nostre iniziative che hanno come obiettivo avere una  logistica efficiente in tutte le sue articolazioni a partire da uno dei principali nodi, quello delle dogane ».
«Per noi è molto importante avere un rapporto ancora più stretto con le Associazioni maggiormente rappresentative del territorio e attraverso di loro con le imprese che operano in questo settore - spiega il direttore sviluppo del Consorzio Zai Zeno D'Agostino - anche perché stiamo sviluppando una attività  di promozione, di marketing e di offerta di servizi, in collaborazione con gli stessi operatori che ha come obiettivo rendere più efficiente il sistema complessivo della logistica. Un primo risultato è stato, ad esempio, l'evento “Netherlands – Italian Workshop&Matchmaking Logistics che abbiamo organizzato il 28 maggio, all'Interporto Quadrante Europa di Verona, in collaborazione con l'Ambasciata e il Consolato generale dei Paesi Bassi».

Dal Satec ligure all’Italia insulare per il rilancio della nautica

“Dalla fine del 2008 ad oggi l’economia internazionale, ed in particolare quella italiana, ha vissuto una crisi epocale, che ha modificato in modo radicale ed irreversibile il nostro modo di pensare e di
lavorare. La crisi economica è stata durissima e, nel tempo, è diventata crisi di fiducia, crisi di identità, e senza troppo drammatizzare, oserei dire crisi di esistenza stessa del settore nautico in Italia”.
Così il neoleletto presidente di UCINA Massimo Perotti al Satec di Santa Margherita Ligure, nell’annuale assemblea dell’Associazione, inizia il suo “percorso presidenziale” in un’Associazione spaccata al suo interno con vere a proprie “fughe” tra i suoi associati più prestigiosi che rischiano di mettere in forse la vita della stessa Associazione oltre che il prossimo Salone Nautico Internazionale di Genova poco attraente e forse anche competitivo rispetto a quello di Cannes.     
“L’Associazione – continua Perotti - dovrà sempre più esercitare un ruolo di accompagnamento sulla strada della ripresa e per farlo dovrà essere, ancora una volta, da un lato un’Associazione forte, autorevole e coesa, dall’altro dovrà essere in grado di individuare un percorso ragionevole e concreto, indicando lo sviluppo praticabile alla luce della situazione esistente”.

Massimo Bernardo

Apre il nuovo porto intermodale hi-tech di Venezia

Venezia ha un nuovo terminal hi-tech interamente dedicato alle Autostrade del Mare, tutti i 400 traghetti merci e passeggeri che oggi giungevano al terminal di Marittima avranno a disposizione aree, servizi e un
terminal progettato appositamente per questo specifico settore di traffico.
La prima nave attesa è la ro-pax “Audacia” di Anek Lines da/per la Grecia, il 31 maggio sarà così operativo il nuovo hub intermodale di Porto Marghera.
Il terminal di Fusina (Marghera) è uno dei più importanti progetti di infrastruttura portuale realizzato in Project Financing: 230 milioni di investimento (di cui il 70% da fondi privati) e una sinergia positiva tra pubblico e privato che ha consentito di realizzare una struttura all’avanguardia e rispondente alle esigenze del mercato internazionale.
Il progetto è sostenuto dall’Autorità Portuale di Venezia e co-finanziato dall’Unione Europea per 10milioni di euro grazie al progetto Adriamos (programma Ten-T) con l’obiettivo di potenziare le Autostrade del Mare tra Italia e Grecia. Il terminal però guarda oltre, a tutti i mercati europei ed extra-europei, forte della sua localizzazione strategica all'incrocio di tre importanti corridoi europei (Scandinavo-Mediterraneo, Mediterraneo, Baltico-Adriatico), con l’ambizione di diventare un polo logistico capace di supportare e integrare le nuove esigenze del trasporto commerciale incentivando l’intermodalità nella distribuzione delle merci.
La nuova struttura portuale (2 darsene con 4 banchine capaci di ospitare contemporaneamente 4 navi ed una piattaforma logistica) è stata progettata e costruita dal pool di imprese di Venice Ro-Port Mos che, dopo aver bonificato l'area industriale dismessa ex Alumix, oggi inizia anche la gestione del terminal, di tutti i servizi connessi e degli immobili, grazie a una concessione di Autorità Portuale per i prossimi 40 anni.

I Boeing 717 Volotea scaldano i motori a Capodichino

Volotea, la compagnia aerea low cost che collega città di medie e piccole dimensioni, conferma tra la fine maggio e giugno una raffica di voli inaugurali! Per la gioia di tutti i passeggeri campani, oggi verrà inaugurata
la nuova rotta Napoli-Bordeaux e, nello stesso giorno, verrà ripristinato il collegamento con l’isola di Santorini. È programmata invece, per il 31 maggio, il primo volo della nuova tratta Napoli-Olbia. A giugno la Grecia torna ad essere protagonista, con la ripresa del collegamento alla volta di Mykonos (01/06) e con l’avvio del nuovissimo volo verso Skiathos (24/06). E come se non bastasse, il vettore gioca d’anticipo, confermando anche per i prossimi mesi invernali le rotte verso Genova e Palermo.
“Il bilancio presso l’aeroporto di Napoli è davvero positivo – afferma Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Volotea per l’Italia – Crediamo nelle potenzialità del Capodichino e abbiamo lavorato sodo per riuscire a costruire un network di destinazioni accattivanti e in linea con le esigenze di viaggio dei passeggeri napoletani: operiamo dalla Campania voli diretti verso 8 destinazioni tra Italia (Genova, Olbia e Palermo) Francia (Bordeaux e Nantes) e Grecia (Mykonos, Santorini e Skiathos). Naturalmente, non ci vogliamo fermare qui: stiamo collaborando con il management di Gesac per esplorare tutti gli scenari possibili e poter crescere ancora di più press lo scalo di Napoli”.

L’Assemblea degli Azionisti di Fincantieri rinnova il Collegio Sindacale

L’Assemblea degli Azionisti di Fincantieri si è riunita ieri a Trieste sotto la presidenza di Vincenzo Petrone ed ha approvato la nomina del nuovo Collegio Sindacale della società che rimarrà in carica per il triennio 2014 - 2016. Presidente è il signor Gianluca Ferrero, Sindaci effettivi i signori Alessandro Michelotti e Fioranna Negri, sindaci supplenti le signore
Claudia Mezzabotta e Flavia Daunia Minutillo.
L’Assemblea ha, inoltre, nominato consigliere il signor Leone Pattofatto, precedentemente cooptato dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio u.s. in sostituzione del consigliere dimissionario signor Giovanni Masini.
Successivamente l’Assemblea ha deliberato, subordinatamente all’inizio delle negoziazioni delle azioni della società sul Mercato Telematico Azionario, di rideterminare il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione, che è stato portato da 5 a 9, e  di integrare l’attuale Consiglio di Amministrazione nominando i signori Simone Anichini, Paola Santarelli, Paolo Scudieri e Massimiliano Cesare quali quattro nuovi consiglieri e determinandone la remunerazione. I signori Anichini, Santarelli, Scudieri e Cesare sono dotati dei requisiti di indipendenza previsti dalle applicabili disposizioni di legge, regolamentari e di autodisciplina.

Alla data di inizio delle negoziazioni delle azioni della società il Consiglio di Amministrazione risulterà quindi composto dal presidente Vincenzo Petrone, dall’amministratore delegato Giuseppe Bono e dai consiglieri Anna Molinotti, Andrea Mangoni, Leone Pattofatto, Simone Anichini, Paola Santarelli, Paolo Scudieri e Massimiliano Cesare.

Dalla Sardegna a Venezia, successo per le polizze flessibili di S&T Broker

Una sorta di autoassicurazione per l’annullamento biglietti e furto bagagli. È quanto previsto dall’accordo triennale con cui GoinSardinia, compagnia di navigazione low-cost costituta con lo scopo di incrementare la
presenza turistica in Sardegna, rinnova l’incarico di gestione delle coperture assicurative a S&T Broker Srl. L’azienda con sede a Grosseto ha messo a punto uno strumento che permetterà alla compagnia di sostenere in proprio il rischio andando così a beneficiare di consistenti risparmi. Con un proprio staff dedicato, in particolare, S&T Broker si occuperà della gestione dei sinistri annullamento nelle sue varie fasi: dalla richiesta di rimborso avanzata dai clienti, alla verifica relativa all’ammissibilità a rimborso, all’accertamento dei fatti, fino all’effettivo rimborso della somma al cliente a mezzo bonifico bancario. “Già da quest’anno – sottolinea l’amministratore della società, Franco Sanna – particolari aggiustamenti delle condizioni contrattuali hanno consentito a Goinsardinia un risparmio di 40 mila dollari l’anno sulla polizza Charter Liability appoggiata a The American Club di New York”. Un vantaggio competitivo che autorizza l’amministratore unico di GoinSardinia, Giovanni Scano, a puntare quota 150 mila passeggeri per questa stagione e di approfondire con Anek Line progetti sul medio – lungo termine dopo la chiusura del contratto di noleggio (scadenza a fine settembre 2016) del traghetto Lato (1.800 passeggeri e 550 auto). L’accordo con la compagnia isolana giunge a pochi giorni dalla predisposizione di una polizza particolarmente flessibile per l’associazione Gran Turismo della Laguna di Venezia Trasporto Passeggeri che riunisce 73 delle 118 imbarcazioni attive nella città veneta in questo settore. La polizza tutela gli armatori con una copertura delle Motonavi “a pieno rischio” e prevede la stima accettata del valore assicurato, così da evitare contestazioni in fase di liquidazione di sinistri. Allo stesso tempo è prevista la facoltà di escludere una serie di eventi dalla copertura “a pieno rischio”, così da calibrare i rischi assicurati anche in base al tipo di navigazione e alle località in cui la motonave opera. Nel comparto delle Motonavi da Trasporto Passeggeri S&T Broker ha rafforzato il proprio core business ottenendo una penetrazione sul mercato di oltre il 35%,  con oltre 630 motonavi assicurate.

Costa Crociere Ambasciatrice dell’Italia nel Mondo

Costa Crociere, da 66 anni ambasciatrice dell’Italia nel mondo, celebra la festa della Repubblica a bordo delle sue navi, tutte battenti bandiera italiana e quindi territorio dello Stato italiano.
Il 31 maggio, durante lo scalo di Copenhagen, Costa Luminosa ospiterà un ricevimento organizzato dall’ambasciata italiana di Danimarca in occasione della festa nazionale.
Oltre all’evento che si terrà a bordo di Costa Luminosa, Costa Crociere supporterà le ambasciate e i consolati italiani di Washington DC, Abu Dhabi, Ankara e Istanbul nelle attività celebrative organizzate per promuovere l’eccellenza italiana presso le comunità locali.
Il 2 giugno Costa Crociere celebrerà la nascita della Repubblica Italiana anche con gli ospiti a bordo delle sue navi posizionate nel Mar Mediterraneo, in Nord Europa e in Asia, che verranno invitati a brindare sulle note dell’inno nazionale intonato sui ponti di tutte le navi della flotta.
Da 66 anni infatti le navi Costa Crociere, espressione del talento dell’ingegneria navale italiana, portano il made in Italy nel mondo distinguendosi per la qualità del servizio al cliente, la varietà dei programmi di intrattenimento, la ricchezza dell’offerta gastronomica e l’esclusività della collezione artistica presente a bordo.
Il solido legame tra Costa Crociere e l’Italia sarà ulteriormente rafforzato il 7 novembre 2014 con il battesimo a Genova di Costa Diadema, la nuova ammiraglia della compagnia. CostaDiadema è in costruzione negli stabilimenti Fincantieri di Marghera, per un investimento totale di circa 550 milioni di euro. Il progetto impegna complessivamente circa 1.000 addetti diretti del cantiere e altri 2.500 dell’indotto. I benefici per l’occupazione non riguardano solo il cantiere ma, soprattutto per l’allestimento degli interni, anche circa 400 imprese esterne, la maggior parte della quali sono italiane.

Giro d’Italia delle donne che fanno impresa

Diplomata o laureata, trentacinque-quarantenne, residente al Centro-Sud e fino a ieri impiegata o quadro in un'azienda, spesso casalinga. E' questo l'identikit della neo-imprenditrice che emerge dall'indagine di Unioncamere sulle "vere” nuove imprese costituite lo scorso anno, dove
per vere nuove si intendono quelle attività che non sono frutto di trasformazioni di attività esistenti, ma iniziative completamente nuove. Un esercito di 53mila imprese (il 28,6% delle iniziative totalmente aperte nel 2013) da cui traspare il profilo di una Italia al femminile che, con più impegno degli uomini, cerca nell'impresa un miglioramento della propria situazione lavorativa o una risposta alla perdita del lavoro.
L’indagine  è stata presentata ieri a Salerno, presso il Salone Genovesi in occasione della prima tappa del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, l’iniziativa di Unioncamere e dei Comitati per l’Imprenditoria Femminile che ormai da sette anni attraversa l’Italia per favorire il confronto sui temi dell’impresa al femminile. Un incontro nel quale si è discusso delle possibilità di accesso al credito per le imprese femminili: quali fonti di finanziamento ci sono e come accedervi.
“Le donne – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello - sono un bacino potenziale di  imprenditori a cui il Paese non può rinunciare e che, anzi, deve valorizzare, con interventi mirati e rafforzando il sostegno istituzionale che le Camere di commercio hanno assicurato fino ad oggi, anche con i Comitati per l’imprenditoria femminile”.
Rispetto all’universo maschile, l’indagine di Unioncamere segnala come le donne che fanno impresa siano più concentrate nella fasce di età al di sotto dei 40 anni (il 60% contro il 55 degli uomini); hanno un livello di istruzione mediamente più elevato (il 20,8% ha in tasca una laurea, contro il 16,1% dei colleghi imprenditori maschi, il 46,1% almeno un diploma, mentre gli uomini si fermano al 44,7). Oltre ad un livello formativo mediamente più elevato, le donne che fanno impresa mostrano anche un’esperienza lavorativa più qualificata: il 18,5% ha infatti alle spalle un’esperienza da impiegata o quadro, contro il 14,3% degli uomini.

PHP Onlus durante la Solidarity Mission 2014 in Nigeria

Il Presidente del Propeller Club Porto of Naples, Umberto Masucci, ha reso noto la sua più recente iniziativa benefica in terra d’Africa.
“Nel mese di gennaio – ha spiegato Masucci - ho trascorso una bellissima settimana in Nigeria,
facendo volontariato insieme ad altri amici che sono da anni operativi nella comunità cattolica di Amaebu Ebenator - Imo State (ex Biafra). Ho quindi pensato di condividere questa esperienza Mercoledì 4 giugno 2014 alle 19:30 presso Agorà Morelli in Napoli, in via Morelli (presso garage Morelli) dove abbiamo organizzato una serata nella quale mostreremo i filmati con tutto ciò che abbiamo fatto insieme agli amici della PHP Onlus durante la Solidarity Mission 2014 in Nigeria.
Si potrà vedere la realizzazione di un forno per le  pizze, ed il relativo addestramento della comunità locale, vedere il completamento di una scuola elementare, l’equipaggiamento di un ospedale. Per l'occasione interverranno il conduttore televisivo RAI Gianni Milano, Francesco Villani (che ci ha donato alcuni suoi brani per la colonna sonora di uno dei nostri video) e Pier Cortese per un breve momento musicale tra un video e l'altro”.

Ferrara, pastai da cinque generazioni

C’è una pasta che spinge sull’innovazione. E a spingerla è un imprenditore di quinta generazione. Si chiama Luca Ferrara che dal nonno ha ereditato l’arte di fare la pasta coniugando storia e innovazione; due fattori
inscindibili che hanno consentito all’azienda nolana di ottenere in pochi anni sette certificazioni internazionali di qualità e quattro invenzioni di impianto brevettate. Attestazioni che hanno contribuito a fare dell’azienda il punto di riferimento in Italia nella produzione di pasta conto terzi, ma soprattutto a spingere le vendite all’estero. Tanto che nel 2013 l’export ha registrato un fatturato pari a circa 50 milioni di euro, sui 70 conseguiti complessivamente. Numeri di tutto rispetto, soprattutto se ottenuti in tempi di crisi economica e dei consumi. Ne parliamo con Luca Ferrara, amministratore unico del Pastificio Guido Ferrara.
Quali sono i futuri programmi? Il piano industriale parte da un investimento di 6 milioni di euro per la realizzazione di una nuova linea di produzione di pasta corta, il relativo impianto di confezionamento e di pallettizzazione finanziati dalla Sace con 4 milioni di euro.
Qual è l’obiettivo? Incrementare soprattutto le vendite in Africa, Asia ed Australia dove siamo peraltro già presenti. E rafforzare il brand negli States dove è posizionato al terzo posto nel gradimento e utilizzo dei ristoratori locali.
E il mercato interno? Oggi il brand Pasta Ferrara è presente sul mercato nazionale con cinque formati brevettati: Tirasugo, Di 5 in 5, Bucatini elicoidali, Pietre del Vesuvio e Siamesi. Ma il piano industriale, reso concreto con un investimento di circa 40 milioni di euro negli ultimi tre anni, prevede il potenziamento del brand anche in Italia, senza tuttavia tralasciare il mercato estero che rappresenta il core business aziendale e quello conto terzi. Si tratta di aziende ben presenti sugli scaffali della grande distribuzione, ma anche del consumo di nicchia.

Eduardo Cagnazzi

(leggi l’intervista completa su PORTO&diporto Giugno)

Aziende vitivinicole, ad Avellino la presentazione della guida


Oggi, mercoledì 28 maggio alle ore 17 presso l'ex Carcere Borbonico di Avellino, sarà presentata l'edizione 2014 della Guida delle aziende vitivinicole campane, realizzata dall'assessorato all'Agricoltura della Regione
Campania di intesa con l'Ais (Associazione italiana sommelier). La presentazione avverrà nel corso del convegno sul tema "Il carciofo di Paestum e i prodotti della piana del Sele incontrano i vini campani". Saranno presenti, tra gli altri, il commissario della Provincia di Avellino Raffaele Coppola, il presidente della O.P. Terra Orti Alfonso Esposito, il presidente del corso di laurea di Viticoltura ed Enologia Luigi Frusciante, il consigliere nazionale dell'Ais Marco Starace, e il presidente del Consorzio di tutela dei vini di Irpinia Milena Pepe. I lavori saranno conclusi dall'assessore all'Agricoltura della Regione Campania Daniela Nugnes.

Campania, via a 11 interventi per lavori pubblici


"Sono stati pubblicati sul Bollettino ufficiale della Regione Campania undici decreti dell'Assessorato Lavori pubblici con i quali vengono ammessi a finanziamento altrettanti interventi derivanti dalle iniziative di accelerazione della spesa per un valore complessivo di 21 milioni 700mila euro – ha dichiarato in una nota stampa Edoardo Cosenza assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania - I provvedimenti pubblicati sull'ultimo BURC riguardano la realizzazione di importanti opere pubbliche nei comuni di Cervinara e Guardia dei Lombardi in provincia di Avellino; Airola, San Bartolomeo in Galdo e San Lorenzo Maggiore in provincia di Benevento; Marziano Appio, Ruviano e San Prisco in provincia di Caserta; Capaccio e Laurino in provincia di Salerno e Massa di Somma in provincia di Napoli. Tra i lavori ammessi a finanziamento dalla Direzione generale Lavori pubblici, figura anche la messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria dell'edificio della scuola elementare di Marziano Appio. Tale intervento rientra nelle istanze presentate dagli enti pubblici attraverso il bando predisposto il 4 dicembre scorso e il cui elenco è stato approvato il 26 febbraio. Ad oggi - ha spiegato Edoardo Cosenza - grazie alle misure adottate dall'Assessorato regionale ai Lavori pubblici nell'ambito dell'accelerazione della spesa, è stato dato il via libera ad interventi per oltre 86 milioni di euro. Con la pubblicazione dei decreti i Comuni potranno far partire subito le gare per la realizzazione delle opere."

Cesare d’Amico presiede l’ABS Italy National Committee

Cesare d’Amico dirige i lavori dell’incontro annuale dell’ABS Italy National Committee, in programma a Roma. Si tratta di un’occasione importante per approfondire i temi della sicurezza e della certificazione in ambito navale. L’American Bureau of Shipping, di cui Cesare d’Amico presiede il comitato
italiano, è una società leader nella classificazione internazionale ed è votata a promuovere la sicurezza della vita, del patrimonio e dell’ambiente marino tramite lo sviluppo e la verifica degli standard di design, costruzione e manutenzione delle strutture marittime. In un contesto in cui il mondo della navigazione cambia velocemente e necessita di una continua regolamentazione e di sistemi di classificazione e certificazione efficaci, l’“ABS Italy National Committee” conferma la sua leadership nel contribuire a sviluppare nuove tecnologie destinate a migliorare gli standard di sicurezza per l'ambiente marino e le industrie in mare aperto. “Mantenere la sicurezza e l’attenzione all’ambiente tra le priorità del nostro comparto – commenta Cesare d’Amico presidente dell’“ABS Italy National Committee” – rappresenta non solo un dovere, ma l’unica via per confermare il sistema armatoriale italiano tra le realtà principali a livello internazionale. Momenti di confronto e dibattito come questi possono aiutare a far crescere l’intero sistema, anche grazie alla definizione di standard sempre più elevati a protezione dell’ambiente in cui viviamo”.

Expandere Napoli 2014: GA.FI. Sud organizza la “Piazza Finanza”

Ga.Fi. Sud, Confidi campano inserito da Banca d’Italia nello speciale elenco degli Intermediari Finanziari Vigilati, presieduto da Rosario Caputo, parteciperà, per il terzo anno consecutivo, ad “Expandere”, l’evento
ideato e organizzato dalla Compagnia delle Opere che si svolgerà a Napoli, presso la Mostra d’Oltremare, giovedì 29 maggio 2014. Grande novità di questa edizione sarà la “Piazza Finanza” organizzata e coordinata da Ga.Fi. Sud: un'area di Expandere, infatti, sarà dedicata esclusivamente al mondo del credito e della finanza, uno spazio pensato per agevolare il dialogo con gli Istituti Bancari nel corso dell’evento e dove si terranno specifici workshop.
“La partecipazione ad Expandere – ha dichiarato Rosario Caputo - è frutto di una partnership avviata ormai da tempo con la Compagnia delle Opere e che per il passato si è rivelata per noi un’importante occasione di sviluppo. Con l’organizzazione della “Piazza Finanza”, Ga.Fi. Sud ha voluto però assicurare alla kermesse un servizio reale e concreto per le aziende partecipanti, atteso che il credito rappresenta per le imprese una priorità assoluta. Expandere, dunque, si configura, ancora una volta, come un’utile occasione per stimolare la trasmissione di notizie e di conoscenze relativamente alle capacità imprenditoriali, nell’ambito di una vetrina di grande rilevanza non solo dal punto di vista commerciale, ma anche per la qualità delle aziende partecipanti ed anche per la valenza delle tematiche analizzate. E’ insomma il modo giusto per “fare sistema”.
 La “Piazza Finanza” sarà animata nel corso della giornata anche da due seminari e da un workshop: Seminario sul Tema: “Commercio estero ed internazionalizzazione” rivolto ad aziende che cercano strumenti di credito per l’internazionalizzazione; Workshop sul tema “Il progetto PuntoEat: un modo innovativo di esportare in Cina”, rivolto ad aziende del settore food; Seminario sul tema “Opportunità del leasing alla luce dei recenti cambiamenti normativi: il Progetto Campania”, rivolto ad aziende che cercano strumenti per il leasing e il credito in generale con il “Progetto Campania”

Federchimica e Polizia di Stato: sicurezza dei trasporti di sostanze chimiche

Polizia Stradale e Federchimica (Federazione nazionale dell’industria chimica) insieme per la gestione delle emergenze in caso di incidenti a veicoli che trasportano sostanze chimiche. Un’esigenza particolarmente
avvertita in Veneto, dove ogni anno vengono movimentate quasi 750.000 tonnellate kilometro di prodotti chimici, di cui oltre il 60% sul sistema stradale. In Veneto si registrano circa 14.000 incidenti stradali l’anno, di cui solo 40 coinvolgenti merci pericolose.

Tuttavia, l’indice di rischio ambientale (tonnellate merci pericolose trasportate su ettaro di superficie geografica) è pari a 5,1 e fa del Veneto, la Regione a maggior rischio incidenti, dopo la Lombardia. L’industria chimica in Italia è un settore che genera oltre 52 miliardi di euro di fatturato all’anno con oltre 2.200 imprese chimiche e oltre 130 mila addetti, distribuiti in tutto il territorio del Paese. Il Veneto ha un ruolo strategico sia per il peso sul settore, oltre il 10% del totale, grazie alla presenza di 619 stabilimenti chimici, sia per le interazioni tecnico-commerciali con oltre 34 settori di utilizzo.

Per affiancare le Autorità competenti nella complessa gestione degli incidenti, è stato costituito SET (Servizio Emergenze Trasporti), il programma volontario che impegna 45 imprese chimiche a supportare le Autorità locali nella gestione di incidenti. SET è un servizio attivo 24 ore su 24 ogni giorno dell'anno su tutto il territorio nazionale, a disposizione di tutti i soggetti, pubblici e privati, che interagiscono nella prevenzione del rischio derivante dal trasporto dei prodotti chimici (Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Guardia Costiera, operatori del settore logistico, etc.).

Per attivarlo è sufficiente chiamare il numero di emergenza nazionale, gratuito per le Autorità Pubbliche; il Centro di Risposta Nazionale valuta e dispone il tipo di intervento necessario. Il servizio è attivo per il trasporto stradale, su rotaia e anche marittimo grazie a REMPEC (il Centro di gestione emergenze da inquinamento in mare, con sede a Malta).

L’orchestra Rai e il Museo Nazionale del Cinema “suonano” le immagini

In occasione del centenario di Cabiria, il primo kolossal della storia del cinema diretto da Giovanni Pastrone, il Museo Nazionale del Cinema e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai presentano Il suono delle immagini, una rassegna di capolavori del cinema muto recentemente restaurati, con esecuzione della colonna sonora dal vivo. Quattro appuntamenti che permetteranno di scoprire o rivedere
classici che hanno fatto la storia del cinema, realizzati grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Asti e della sua Fondazione. Il ciclo s’inaugura giovedì 29 maggio alle 20.30 con una serata dedicata a Charlie Chaplin.

 In apertura, Kid Auto Races, il cortometraggio del 1914 in cui compare per la prima volta la figura di Charlot, che quest’anno compie cento anni. Timothy Brock, impegnato sul podio dell’Orchestra Rai in veste di direttore, è anche l’autore della partitura musicale di accompagnamento. A seguire, il celebre The Gold Rush (La febbre dell’oro, 1925), con musiche dallo stesso Charlie Chaplin.

 Il secondo appuntamento, venerdì 6 giugno, propone Metropolis (1927) di Fritz Lang, con musiche di Gottfried Huppertz dirette da Gioele Muglialdo. Martedì 17 giugno è la volta di Cabiria di Giovanni Pastrone, con la prima esecuzione pubblica della partitura originale di Ildebrando Pizzetti – autore della celebre Sinfonia del fuoco – e Manlio Mazza, restaurata e diretta da Timothy Brock, con la partecipazione del Coro Maghini di Torino diretto da Claudio Chiavazza. L’ultima serata, sabato 21 giugno, è dedicata a Pietro Mascagni. Si apre con l’Ouverture dall’opera Amica, seguita dal film Rapsodia Satanica (1927) di Nino Oxilia. A dirigere l’Orchestra, il Maestro Marcello Panni.

Risorsa mare, effettuata oggi pulizia porto di Maiori

 L'ammiraglio Antonio Basile
Si è svolta questa mattina, presso il porto di Maiori, l'iniziativa promossa dall'Assessorato regionale all'Ambiente e dalla Direzione marittima della Campania denominata "Porto pulito", finalizzata a ripulire dai
rifiuti i porticcioli turistici della regione. L'iniziativa, nata lo scorso anno, si inquadra nella strategia dell'Assessorato all'Ambiente della Regione Campania per la valorizzazione della risorsa mare e ha già portato al recupero di circa 10 tonnellate di rifiuti dagli specchi d'acqua dei porti. "Con la pulizia dei fondali del porto turistico di Maiori, sono riprese le attività dell'operazione 'Porto pulito' promossa dalla Regione Campania d'intesa con la Direzione Marittima della Campania - Così l'assessore all'Ambiente di Palazzo Santa Lucia Giovanni Romano, particolarmente soddisfatto per l'esito delle attività - Sono stati recuperati gli scheletri di due barche da diporto di medie dimensioni, numerose batterie esauste, motori, pneumatici, rifiuti anche ingombranti di varia natura.

Complessivamente, una tonnellata di materiali potenzialmente nocivi per l'ecosistema marino, estratta dal nucleo sommozzatori di Napoli della Guardia Costiera", "Puntiamo molto sul coinvolgimento delle scuole - ha detto l'ammiraglio Antonio Basile, Direttore Marittimo della Campania - perché siamo sicuri che la tutela del mare e dell'ambiente possa partire proprio dai più piccoli. Sono particolarmente entusiasta della grande partecipazione dei cittadini e delle istituzioni che abbiamo registrato anche a Maiori." Domani, giovedì 29 maggio, la manifestazione "Porto pulito" si sposterà a Marina di Camerota, in provincia di Salerno.

ABB Italia riceve il premio Sodalitas Social Award 2014

ABB ha ricevuto ieri il Premio “Sodalitas Social Award 2014” per la categoria “Valorizzazione della persona e protezione del lavoro” in occasione della Cerimonia che si è tenuta in Assolombarda.
Il progetto “La sicurezza fa squadra - Campionato della Sicurezza ABB
2013” che ha ricevuto l’apprezzamento della Giuria del Sodalitas Social Award, nasce nello stabilimento di Vittuone,  uno dei 12 siti produttivi di ABB in Italia dove vengono prodotti motori elettrici di media tensione con l’obiettivo di supportare le già numerose iniziative a favore della cultura della sicurezza in azienda con un’operazione di coinvolgimento diretto del personale.
Le squadre si sono sfidate nel segnalare situazioni potenzialmente pericolose all’interno del sito e nel proporre azioni migliorative e soluzioni più sicure per il loro lavoro. L’andamento del progetto è stato misurato sistematicamente, evidenziando un più che significativo incremento sia delle segnalazioni che dei suggerimenti operativi. Un riflesso immediato è stato riscontrato anche nella drastica riduzione degli interventi di prima medicazione in fabbrica.
“Consapevolezza, coinvolgimento e comunicazione sono stati gli elementi chiave per il successo di questo progetto che sicuramente troverà poi applicazione in altre realtà manifatturiere di ABB in Italia - ha commentato Matteo Marini, Country Manager di ABB Italia - La salute e la sicurezza sono una delle priorità per ABB sulla quale puntiamo senza compromessi con un coinvolgimento diffuso della nostra intera organizzazione , sentendoci direttamente responsabili sia della nostra sicurezza personale che di quella delle persone con le quali lavoriamo”.

Assemblea Nazionale Provveditori Appaltatori Navali

Il 22 e 23 maggio 2014, presso il Marina Place di Genova, ha avuto luogo la quarantatreesima Assemblea Ordinaria dell’Associazione Nazionale Provveditori Appaltatori Navali. Alla parte pubblica del 23 maggio
hanno partecipato Luigi Merlo, Presidente Autorità Portuale di Genova,  Claudio Barbieri, Ufficio comunicazione e relazioni esterne, Direzione Interregionale Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta - Agenzia delle Dogane e Monopoli, Costantino Sarlo, Agenzia delle Dogane e Monopoli di Genova, Maria Luisa Salvatico - Consulenza Giuridica, Regione Liguria - Agenzia delle Entrate, Capitano di Vascello Damiano Capurso - Capitaneria di Porto di Genova, Giuseppe Caruso - Responsabile Servizio Legale e Fiscale - Confindustria Genova ed Eugenio Gaudio, Presidente Onorario – ATRI.

Durante la sezione privata, si sono tenute le votazioni per il rinnovo delle cariche sociali: Angelo Novelli – della Provveditoria Marittima Ligure Angelo Novelli di Genova - è stato eletto Presidente per il biennio 2014-2016.

Sono stati eletti Consiglieri: Alfredo Tosato - La Spezia; Leonardo Violante – Bari; Cesare Cavalleroni – Genova; Claudia Volpato – Genova; Antonio Palesi  - Venezia; Saudo Cappelli –Napoli - Francesco Sciacca – Catania; Millo Rossetti – Chioggia; Vito Sciacca - Mazara del Vallo
Giacomo Bonaventura – Civitavecchia:

Emergenza casa ed appalti pubblici

Il 20 maggio scorso è stato convertito in Legge il Decreto‐Legge 28 marzo 2014, n. 47, recante misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l'Expo 2015 (nell’ambito del quale
figura l’articolo 12 contenente le “nuove” disposizioni in materia di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici).
Finco (Federazione Industrie Prodotti Impianti e Servizi per Costruzioni) prende atto con favore che il testo del suddetto articolo 12, ispirato dal Ministero delle Infrastrutture, ha sostanzialmente recepito quelle che erano le ragioni che avevano indotto la Federazione ad impugnare il D.P.R. 30 ottobre 2013 (che, come noto, aveva annullato gli art. 107 comma 2 e 109 comma 2 del Regolamento del Codice).
Peraltro, il menzionato articolo 12, ha esteso da 9 a 12 mesi il termine di validità della norma stessa, prevedendo, in ogni caso, che se entro un anno non si trova una differente soluzione continua comunque a valere la normativa da oggi vigente. E'stato inoltre sanato il problema del pregresso generato da una serie di provvedimenti normativi non portati a compimento da dicembre dello scorso anno.
Rimane il grave "vulnus" relativo al mancato mantenimento di alcune categorie specialistiche, in particolare della OS 28 ed all'espunzione, all'ultimo momento, della OS32 sia dal novero delle superspecialistiche che dalle lavorazioni a qualificazione obbligatoria. La Giunta Finco ed il Tavolo di Coordinamento delle Imprese Specialistiche hanno ritenuto, in considerazione dell’emanazione della nuova norma, venuto meno l’interesse al ricorso giurisdizionale (quantomeno con riferimento
all’annullamento degli articoli 107 comma 2 e 109 comma 2). Restano invece da affrontare a fondo, in sede di prosieguo dei lavori di risistemazione complessiva del Codice anche in ragione dell’imminente recepimento delle Direttive Europee, i temi relativi a: l’elenco delle categorie specialistiche; I requisiti oggettivi di qualificazione ai fini della specializzazione; le modalità di acquisizione delle qualificazioni attraverso il subappalto (art. 85 del Regolamento); il tema dell’avvalimento; il tema, imprescindibile, del pagamento diretto dei subappaltatori.
La conversione in Legge del Decreto “mette in sicurezza” inoltre da possibili, minacciati, ricorsi il contenuto dell’articolo 12 di nostro interesse che viceversa rischiava di essere contestato ove veicolato con il solo Decreto Ministeriale del 24 aprile scorso in quanto normativa di rango inferiore rispetto al D.P.R. 207/10 che andava a modificare.

Grande successo per la II edizione di Formare

Grande successo per la II Edizione del Progetto ForMare, organizzato da Tirrenia Compagnia Italiana di Navigazione in collaborazione con il MIUR e la Direzione Scolastica Regionale, ai fini di preparare gli studenti sardi al loro percorso professionale e all’ingresso nel mondo del lavoro.
Boom di partecipazione per questa seconda edizione: 630 gli studenti
saliti a bordo delle navi della Compagnia, 20 gli istituti coinvolti in tutta la Sardegna fra nautici, alberghieri e professionali a indirizzo turistico, 60 gli stage formativi effettuati, della durata di 5 giorni ciascuno (finanziati interamente da Tirrenia, senza alcun onere per gli Istituti). La sinergia tra MIUR e Tirrenia è stata essenziale per la riuscita del progetto e, a tal fine, la realizzazione e supervisione del progetto è stata seguita da Vittoria Mereu e Marina Spinetti come responsabili rispettivamente per Tirrenia e MIUR.
Durante gli stage a bordo i ragazzi hanno preso parte a lezioni teoriche e pratiche, svolgendo mansioni di coperta, camera e macchina, sempre accompagnati da un professore referente e da un tutor Tirrenia. Ai due studenti che hanno concluso lo stage con particolare profitto sarà riconosciuta l’opportunità di imbarcarsi con un contratto a tempo determinato della durata di due mesi per la stagione estiva 2014, con la qualifica di Assistente Ufficio, Mozzo o Giovanotto di Macchina.
Tirrenia Compagnia Italiana di Navigazione si ripropone tramite questa iniziativa di investire sulla formazione dei giovani sardi, stringendo un rapporto di collaborazione con gli Istituti Scolastici isolani per promuovere la cultura marittima, per rafforzare i contenuti e i metodi dell’apprendimento e incoraggiare l’orientamento professionale per le carriere rivolte al mare e alla logistica portuale. Allo stesso tempo la Compagnia conferma l’attenzione riservata alla Sardegna, cuore della sua attività. A conclusione del progetto, il 13 giugno prossimo a Cagliari è prevista la II Giornata ForMare, l’incontro dedicato agli studenti che hanno preso parte agli stage al quale presenzierà l’Amministratore Delegato di Tirrenia, Ettore Morace.

Cabina di regia per lo sviluppo dei porti italiani

Si è tenuto ieri pomeriggio presso la stazione marittima del porto di Napoli il convegno“9 Autorità Portuali commissariate su 24: complessità delle procedure o politica complessa?” organizzato dal Propeller Club Porto f Naples. I relatori sono stati introdotti da Umberto Masucci, Presidente Propeller Club Nazionali che ha invocato per il
porto di Napoli “sete di cooperazione e solidarietà per la prima industria della città”. Sergio Vetrella, assessore ai trasporti della regione Campania ha affermato che secondo lui non bastano i soldi per realizzare i progetti, occorrono anche competenza e strutture e poi regole certe, è tempo che finisca l’Armata Brancaleone. Aniello Cuomo, vice comandante della capitaneria di Napoli, ha preso spunto da due suoi articoli pubblicati sul mensile Porto&diporto per tracciare un breve ma esaustivo excursus sulla normativa che regola il commissariamento di un ente, complessa e contraddittoria, “con buona pace delle esigenze dell’economia e della efficienza imprenditoriale”. Nereo Marcucci, presidente Confetra, ha sottolineato come dal 2005 al 2012 il movimento dei porti italiani sia stato costante, circa mezzo miliardo  di tonnellate all’anno, ma nel frattempo si siano spesi 5,2 miliardi di euro in investimenti infrastrutturali. Per l’imprenditoria napoletana si sono espressi Domenico de Crescenzo per gli spedizionieri doganali, Michele Pappalardo e Andrea Mastelloni per gli agenti marittimi: per tutti si rende necessaria una cabina di regia nazionale per poter programmare interventi mirati nei porti ed evitare i finanziamenti a pioggia negli ottanti porti italiani.

Venezia sede dell’assemblea annuale ISWAN

Si è tenuta presso Spazioporto, Santa Marta (Venezia), l’Assemblea annuale di ISWAN (International Seafarers Welfare and Assistance Network), il network che riunisce tutti i rappresentanti delle associazioni
per l’assistenza e il welfare dei marittimi.
A Venezia, per la prima volta, ospiti dell’Autorità Portuale si sono incontrati tutti i delegati mondiali (circa 30 associazioni) per dibattere delle attività svolte e di come poter fornire un servizio, sempre migliore, alla “gente di mare”.
La gente di mare, da cui dipende il trasporto del 95% dei beni in tutto il mondo, sbarca nei porti senza poter accedere al Paese perché non sono dotati di visto, pertanto si tratta di lavoratori che vivono in condizioni difficili, spesso sconosciute: elevati carichi di lavoro, lunghi periodi lontano dalla famiglia e dagli amici con limitata possibilità di comunicare per settimane e difficoltà nell’ottenere periodi di congedo.
Per questo i servizi di assistenza sociale - talvolta una semplice connessione internet e un telefono a disposizione per chiamare a casa - possono essere un'ancora di salvezza per questi lavoratori.
In questo settore, a Venezia, opera l’associazione Stella Maris’ Friends Onlus che dal 2001 promuove e sostiene nello scalo lagunare iniziative socio-assistenziali, culturali, sportive e ricreative, intese a migliorare le condizioni di vita e di lavoro di coloro che arrivano in porto.
L’esperienza maturata dall’Associazione del porto di Venezia, che annovera numerose iniziative di successo sia nel settore cargo ma soprattutto in quello crocieristico, ha portato ISWAN a scegliere lo scalo lagunare per ospitare l’incontro con l’obiettivo per trovare soluzioni utili a migliorare la condizione dei marittimi, in linea con le direttive della Marittime Labour Convention 2006.

Barclays 52 super series: a Capri vince Azzurra


Azzurra vince a Capri con un'ultima giornata da incorniciare. E' il giusto coronamento di una settimana dove la tensione per il poco vento e le condizioni meteo non felici, hanno trasmesso nervosismo alla flotta dei TP
52 in questa prima tappa della Barclays 52 Super Series che è andata in scena all'interno della Rolex Capri Sailing Week - organizzata dall'IMA, International Maxi Association, in collaborazione con lo Yacht Club Capri, Rolex title sponsor. La forza del team USA-NZL di Vesper capitanato da Jim Swartz è stata letteralmente domata dall'armata guidata dalla coppia Guillermo Parada-Vasco Vascotto, che si sono concessi una giornata perfetta davanti al tifo dei soci dello Yacht Club Costa Smeralda e del suo grande mentore, Alberto Roemmers.

 Questa vittoria è importantissima per il team di Azzurra che dimostra uno stato di forma eccellente, in previsione del prossimo evento di metà giugno, la seconda tappa della Barclays 52 Super Series a Porto Cervo, valevole anche per il mondiale di classe. “E' stata una settimana aldilà della vittoria, molto importante per noi - commenta sorridente Vasco Vascotto, tattico di Azzurra - sopratutto perché nelle ultime giornate con poco vento avevamo paura di non essere così competitivi, per capire se avevamo fatto le modifiche giusta, andando verso la direzione giusta.

 Questo successo, secondo me è importante per il nostro futuro. Grazie a Guillermo e tutto l'equipaggio per quello che hanno fatto, ma sopratutto alla famiglia Roemmers che ci supporta, lo Yacht Club Costa Smeralda, a Barclays per l'ingresso in questo circuito e Capri che comunque porta sempre bene”. Appuntamento fra sedici giorni a Porto Cervo per la 2nda tappa della Barclays 52 Super Series che sarà anche valida per il TP 52 World Championship.

Monitorate le emissioni delle navi nel Mediterraneo


La Società Italiana Aerosol e la Sezione di Genova dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare hanno tenuto la sesta edizione del Convegno Nazionale sul Particolato Atmosferico, manifestazione che si è tenuta per la
prima volta a Milano nel 2004 e proseguita con le edizioni di Firenze (2006), Bari (2008), Venezia (2010) e Perugia (2012); dal 2008 è ufficialmente il congresso della Società Italiana Aerosol (IAS) divenuta negli anni un punto di riferimento nel panorama scientifico, fino a rappresentare oggi il più importante appuntamento nazionale dedicato al tema degli Aerosol atmosferici.

 Per tre giorni ricercatori universitari e degli Enti di Ricerca nazionali (CNR, INFN, ENEA) e il mondo delle Agenzie di protezione ambientale si sono confrontati sui temi legati al particolato atmosferico, alla sua composizione chimico-fisica, al suo monitoraggio, ai modelli di diffusione, ai fenomeni che lo producono e, in generale, alle strategie di intervento e di gestione delle problematiche in materia. In particolare sono state monitorate le emissioni generate dal traffico navale nel Mediterraneo che hanno un impatto sulla qualità dell’aria: si è stimato che durante i mesi estivi le missioni navali contribuiscono per il 30% alla formazione di solfati presenti nel particolato e per almeno il 10% al Pm1, particelle con diametro inferiore a 1 micron. In alcuni casi il contributo delle emissioni navali ha superato il valore di 6 microgrammi per metro cubo.

Trasporto marittimo, “un mare di opportunità”


Federlinea. Lo spunto è la considerazione che il trasporto merci vi mare è un grande attivatore di crescita economica se si risponde all’istanza di formare figure professionali nuove da integrare nello shipping e nella
catena logistica di tutto il trasporto: la ricerca sottolinea che esiste già oggi una carenza a livello mondiale di 15mila ufficiali e 23mila marinai, gap che salirà dal 3,5% attuale al 7% nel 2020.

 L’eccesso di domanda di personale qualificato sarà dovuto, secondo la ricerca Isfort, alla crescita del trasporto a livello mondiale; le attuali strutture formative non sembrano in grado di soddisfare questa crescente domanda che potrebbe trovare sbocchi nel precostituire percorsi professionali integrati tra terra e mare, distribuendo l’attività lavorativa all’interno della catena logistica. 

Analizzando poi la situazione italiana, dove il settore marittimo rappresenta il 3% del pil, si deve affrontare urgentemente la sfida dello sviluppo industriale del settore “mare” anche in relazione al ruolo che il Mediterraneo rappresenta nello scenario mondiale dei traffici marittimi.

Porto di Ancona, merci e passeggeri in crescita

L’Autorità Portuale di Ancona ha diffuso i dati relativi al traffico passeggeri e merci del porto adriatico nei primi quattro mesi di questo anno: da Gennaio ad Aprile sono giunte in porto 1.220 navi, segnando un +12% rispetto al 2013, che hanno generato un movimento di 175mila passeggeri e di 2 milioni e 600mila tonnellate di merci. Incrementi pari rispettivamente a +11% per i passeggeri e +42% per le merci relativamente al primo quadrimestre dello scorso anno. L’Autorità Portuale indica nella buona prestazione della linea con la Grecia il principale fattore di crescita, così come positivo è l’andamento del traffico con l’Albania che ha registrato un + 77%. Anche per le merci il dato positivo si deve in particolare ad un fattore principale, la ripresa della movimentazione dei prodotti petroliferi destinati alla raffineria Api di Falconara Marittima che nello specifico ha registrato + 113%. Bene anche le rinfuse solide con un incremento del 58%, dei prodotti agricoli +64% e del carbone +150%. Flessioni si registrano invece nel movimento contenitori con un -8%, nella movimentazione ro-ro con -9%.

27 imprese salernitane selezionate per il 1° “Camera Hub Forum”

La Camera di Commercio di Salerno, supportata sul piano operativo da Intertrade e Polaris, e nell’ambito delle attività del Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza, ha partecipato al primo “Camera Hub Forum”, una full day tenuta a Milano venerdì 23 maggio 2014 in cui una rosa di imprese ad alto potenziale di crescita provenienti dalle province di Genova, L’Aquila, Milano, Napoli, Palermo, Salerno e Udine, hanno
avuto la possibilità di incontrarsi e presentarsi a operatori della  business community e medie imprese per instaurare possibili collaborazioni e partnership.
Le imprese presenti al forum sono state selezionate dagli organizzatori attraverso un’indagine, durata alcuni mesi, finalizzata all’individuazione di una rosa di imprese eccellenti e ad alto potenziale di crescita e sviluppo, in base ad alcuni criteri oggettivi (natura giuridica, codici attività, data di costituzione, natura di start-up ecc.) e di un questionario quanti-qualitativo sottoposto alle imprese in corso di selezione.
L’indagine ha portato alla individuazione di un totale di 425 imprese di cui 27 della provincia di Salerno, e tra queste 18 sono start up innovative.

Il forum ha costituito un’importante occasione di confronto e crescita per le imprese partecipanti che da un lato hanno approfondito la conoscenza delle fondamentali tematiche circa l’innovazione, lo sviluppo, le modalità di instaurare partnership virtuose con gl’investitori o sul come meglio interagire con le imprese leader di settore. La sessione pomeridiana invece è stata riservata agli incontri bilaterali tra le imprese, gli investitori e i relatori dei workshop.

L’Inno dello Zoo con Edoardo Bennato ed il coro dei bambini napoletani

Sarà una grande festa oggi 25 maggio allo Zoo di Napoli con Edoardo Bennato che alle ore 12, nella zona belvedere del Laghetto, presenterà l’Inno del giardino zoologico, una canzone scritta in esclusiva per la struttura ed il suo grande ritorno, per far sorridere i bambini e le famiglie che ogni settimana numerose vivono il parco, tra giardini, animali ed aree giochi dedicate ad i più piccoli.
Un modo per Bennato di sostenere sempre la propria città che tanto ama e lo dimostra l’affetto che lo lega ai
singoli luoghi vissuti come tutti durante l’infanzia e perciò, ancora più importanti. Così l’inno resterà un canto di gioia e di rinascita, per chi come Bennato crede nelle belle imprese, e le appoggia come può, perché siano vincenti e durature.
L’Inno dello Zoo sarà cantato oggi allo Zoo di Napoli, ed Edoardo Bennato chiamerà ad aiutarlo tutti i bambini che vorranno cantare con lui in coro per questa lodevole impresa. Edoardo Bennato, infatti, non si tira indietro quando si tratta di sostenere la sua città e con l’inno dello Zoo che regala ai bambini di Napoli e a quanti sono legati all’antica struttura, ne dà un bell’esempio.

Nove Autorità Portuali commissariate su ventiquattro

Il Propeller Club Port of Naples organizza per domani 26 Maggio 2014, alle ore 17,30, presso la Stazione Marittima di Napoli, sala Calipso, una tavola rotonda su:


"Nove Autorità portuali commissariate su ventiquattro: complessità delle procedure o politica complessa?"

Moderatore del convegno sarà il Presidente del Propeller di Napoli: Umberto Masucci, mentre i relatori che si alterneranno al tavolo saranno: Aniello Cuomo, Vice Comandante del Porto di Napoli; Nereo Marcucci, Preisdente Confetra; Pasqualino Monti, Presidente Assoporti; Michele Pappalardo, Presidente Federagenti.

Programma Più Europa città medie Campania, altri 100 milioni

E' stato sottoscritto presso la Sala Giunta di palazzo Santa Lucia il documento d'intenti tra Regione Campania e i Comuni di Acerra, Afragola, Avellino, Aversa, Battipaglia, Benevento, Casalnuovo di Napoli, Caserta, Casoria, Castellammare di Stabia, Cava de’ Tirreni,
Ercolano, Giugliano in Campania, Marano di Napoli, Portici, Pozzuoli, Salerno, Scafati e Torre del Greco per l'utilizzo di ulteriori 100 milioni di euro per la realizzazione del programma PIU' Europa.
L'intesa è stata firmata dal presidente Stefano Caldoro e dai 19 sindaci delle città medie della Campania.
L’obiettivo perseguito con il programma PIU’ EUROPA, in corso di realizzazione in tutte le 19 città, è la rivitalizzazione socio-economica sostenibile del territorio e l’innalzamento della qualità di vita urbana, sociale, ambientale ed energetica.
In questa ottica, la Giunta ha proceduto ad allocare in overbooking queste ulteriori risorse per dare maggiore spinta alla realizzazione dei Programmi PIU' Europa, prevedendo anche meccanismi di premialità con il finanziamento di ulteriori operazioni a valere sul Por Campania Fesr 2007-2013 per gli Enti che completeranno con un significativo anticipo rispetto al cronoprogramma indicato.
In relazione ai criteri per la ripartizione dei fondi, saranno favoriti i progetti in stato di avanzamento procedurale e finanziario; quelli che insistono in realtà con il maggior numero di abitanti; gli Enti che dimostreranno un utilizzo virtuoso delle risorse e che completeranno le iniziative in corso con un significativo anticipo rispetto al cronoprogramma indicato.
"Mettiamo a disposizione delle città medie - ha dichiarato il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro – altri 100 milioni, iniziative concrete, opere e servizi per i cittadini. Questa è la dimostrazione che quando si mettono in ordine i conti si sbloccano le risorse ed oggi quello che mette in campo la Campania per i comuni non lo fa nessuna regione in Italia”.

Selezione nazionale 29er a Giulianova

Non poteva esserci finale migliore per l’ultima Selezione Nazionale della Classe 29er Italia, quinto appuntamento stagionale e terza prova valida per la definizione della ranking U19 per la selezione degli
equipaggi che parteciperanno ad ISAF ed EUROSAF Youth. Dopo una fase di intenso maltempo, che ha flagellato la regione per tutta la settimana precedente, Giulianova ha accolto i regatanti sotto uno splendido sole e con temperature quasi estive. Anche il vento non si è fatto aspettare ed ha regalato condizioni diverse, variabile in intensità con condizioni di corrente ed onda impegnative il primo giorno e più sostenuto il secondo, che alla fine hanno accontentato un po’ tutti e dato vita a delle prove estremamente combattute.
Le regate sono state sostanzialmente una partita tra i due equipaggi che si sono avvicendati ai vertici della ranking nazionale per tutto il corso della stagione, con le sorelle Gambarin (SC Garda Salò) che hanno preso un vantaggio nella prima giornata e sono riuscite ad amministrarlo nella seconda, controllando così il recupero di Muraro-Falsi (CV 3V). Francesca e Claudia Gambarin conquistano così la vittoria, seguite come detto da Muraro-Falsi (CV 3V) e dai sempre veloci Abbadessa-Canese (CV 3V) che, pur a corto di allenamento, hanno fatto valere le loro doti tecniche e di esperienza per conquistare il terzo gradino del podio. A conclusione di questa prima parte della stagione, ed in attesa di affrontare gli impegni internazionali, vanno rilevati i notevoli progressi effettuati nel corso dell’anno non solamente degli equipaggi più esperti, ma anche di quelli di nuovo inserimento che cominciano in qualche prova ad affacciarsi ai piani alti delle classifiche.

Ristrutturazioni, detrazioni per la sicurezza

Secondo un’analisi Transcrime, nel 2012 i furti in abitazione sono avvenuti all’impressionante ritmo di uno ogni minuto e pochi secondi. Una media frutto di quasi 240mila denunce per case svaligiate. Il che corrisponde a una crescita del 114% rispetto al 2004, mentre i furti in
generale sono cresciuti “solo” del 4%. In un simile scenario, famiglie ed esercizi commerciali sono alla ricerca di soluzioni tecnologiche per aumentare la propria sicurezza. Soluzioni che, in una congiuntura così negativa, ricadono spesso però sulla scelta meno costosa e di scarsa qualità. Specifiche agevolazioni fiscali e incentivi possono però venire in soccorso.
Alcune opportunità interessanti sono illustrate nella guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali”, diffusa dall'Agenzia delle Entrate lo scorso febbraio. Il documento ricorda, in primo luogo, che la detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi). Un'agevolazione che, dal 1° gennaio del 2012, è stata resa permanente attraverso il decreto legge n. 201/2011 e inserita tra gli oneri detraibili dall’Irpef. Nel tempo, però, alcune norme sono state modificate e, per tale ragione, è opportuno sottolineare le più recenti novità: 1) il Decreto Legge n. 83/2012 ha elevato, per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, la misura della detrazione (50%, invece di quella ordinaria del 36%) e l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio (96.000 euro per unità immobiliare, invece che 48.000 euro); 2) Il Decreto Legge n. 63/2013 ha esteso questi maggiori benefici alle spese effettuate entro il 31 dicembre 2013; 3) la legge n. 147/2013 (legge di stabilità 2014) ha prorogato al 31 dicembre 2014 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), sempre con il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare, e stabilito una detrazione del 40% per le spese che saranno sostenute nel 2015. Dal 1° gennaio 2016, invece, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.
Cosa risparmiare, in pratica
Dal punto di vista pratico, le norme in vigore permettono di detrarre dall’Irpef (ovvero l’imposta sul reddito delle persone fisiche), una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato. Tali detrazioni (definite dalle disposizioni introdotte dal Decreto Legge n. 83/2012, dal Decreto Legge n. 63/2013 e dalla Legge n. 147/2013), consentono ai contribuenti di usufruire delle seguenti detrazioni:
• 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare
• 40% delle spese che saranno sostenute nell’anno 2015, sempre con il limite massimo di 96.000 euro per unità immobiliare;
• 36%, con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2016.

d’amico annuncia il varo di due nuove navi cisterna


d’Amico International Shipping (Borsa Italiana: DIS), annuncia di aver varato ieri due nuove navi moderne ‘ECO’ presso i cantieri Hyundai Vinashin Shipyard Co., Ltd. (Vietnam). La prima nave, MT High Sun
(Scafo n. S408, 50.000 dwt), ordinata nel marzo 2013, è stata varata e consegnata a Eco Tankers Ltd. (Malta), una JV con Venice Shipping and Logistics S.p.A., nella quale DIS detiene il 33% di interesse. La seconda nave, MT High Fidelity (Scafo n. S409, 50.000 dwt), ordinata nel marzo 2013 è stata varata ieri e la consegna a d’Amico Tankers Limited (Irlanda) è attesa nel corso del terzo trimestre 2014. Entrambe le navi sono state già fissate con contratti di lungo termine con una delle più importanti società di raffinazione al mondo, per un periodo rispettivamente di tre anni e due anni a tariffe giornaliere estremamente redditizie.

 Le due nuove unità, oltre ad essere a doppio scafo e IMO II, appartengono ad una nuova generazione di navi che si caratterizzano per consumi molto bassi. Questo progetto HMD deriva dall’ultimo concetto di forma scafo ed efficienza propulsiva che porta le navi ad un risparmio di 6/7 tonnellate al giorno di carburante rispetto alla media della flotta esistente della stessa tipologia. Le navi hanno un indice di efficienza energetica (EEDI) del 31,5% inferiore al limite massimo di riferimento IMO applicabile e, pertanto, già ampiamente all’interno della riduzione dell’indice prevista dalla fase 3 dell’IMO (-30%), che verrà applicata alle navi costruite dopo il 1 Gennaio 2025.

Accordo tra Federalberghi e sindacati per la detassazione del 10%


E’ stato siglato ieri, alla presenza del presidente dell’Ente bilaterale del turismo della Campania Costanzo Iaccarino, un accordo integrativo territoriale di detassazione che consentirà ai dipendenti delle strutture
alberghiere della regione di ottenere un incremento del 22% minimo nella busta paga, compresi gli straordinari ed i premi di produttività percepiti. Il documento è stato firmato dai rappresentanti delle organizzazioni datoriali del settore turismo e dai segretari regionali di FILCAMS – CGIL Giovanni Nughes, FISASCAT – CISL Marco Verde e UILTUCS - UIL Giuseppe Silvestro in attuazione del DPCM 19 febbraio 2014 che prevede per il periodo di imposta 2014 una speciale agevolazione fiscale per il reddito dei lavoratori derivante da interventi previsti dai contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale allo specifico scopo di incrementare la produttività del lavoro quale strumento per perseguire la crescita della produttività e della competitività delle imprese.

 In quest’ottica quindi, fermo restando il rispetto dei contenuti dal CCNL Turismo, per l'anno 2014 le aziende aderenti applicheranno l’imposta sostitutiva del 10% sugli importi erogati nel 2014 in relazione alle quote retributive/compensi/maggiorazioni/premi di rendimento e/o produttività connessi alle prestazioni lavorative collegate ad indicatori quantitativi nonché ad eventuali altre prestazioni lavorative diverse rispetto ai sistemi di orario di lavoro. I datori di lavoro applicheranno le agevolazioni fiscali a tutti i loro dipendenti, anche se occupati presso sedi o unità produttive situate fuori dal territorio in cui ha sede legale l’azienda.

Top